IESON - la community anticalvizie - per Marlin e Julien, parere
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva

JulienSorel
Mentor

wilde


8469 Messaggi

Ho trovato questo abstract sull'estratto di foeniculum vulgare, che si è dimostrato attivo al 2% contro l'irsutismo in forza della sua frazione estrogenica. Forse può essere utile ai capelli?

Citazione:

Antihirsutism activity of Fennel (fruits of Foeniculum vulgare) extract. A double-blind placebo controlled study.

Javidnia K, Dastgheib L, Mohammadi Samani S, Nasiri A.

Faculty of Pharmacy, Shiraz University of Medical Sciences, Shiraz, Iran. javidniak@sums.ac.ir

Idiopathic hirsutism is defined as the occurrence of excessive male pattern hair growth in women who have a normal ovulatory menstrual cycle and normal levels of serum androgens. It may be a disorder of peripheral androgen metabolism. In this study we evaluated the clinical response of idiopathic hirsutism to topical Fennel extract. Fennel, Foeniculum vulgare, is a plant, which has been used as an estrogenic agent. The ethanolic extract of Fennel was obtained by using a soxhlete apparatus. In a double blind study, 38 patients were treated with creams containing 1%, 2% of Fennel extract and placebo. Hair diameter was measured and rate of growth was considered. The efficacy of treatment with the cream containing 2% Fennel is better than the cream containing 1% Fennel and these two were more potent than placebo. The mean values of hair diameter reduction was 7.8%, 18.3% and -0.5% for patients receiving the creams containing 1%, 2% and 0% (placebo) respectively.



Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 04 novembre 2005 : 15:52:57 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Tutte le apiaceae (carota, finocchio, cumino, anice - e la mitica "asa foetida") posseggono potenti fitoestrogeni dagli effetti molto forti (e spesso indesiderati).

Io nel mio piccolo ho usato gli olii essenziali di finocchio e di anice stellato (illicum verum), ma eccedendo, ho avuto i ben noti effetti indesiderati: eritema, bolle etc. Per questo ho provveduto a diluirne le dosi e le cose sono andate meglio, ma miracoli non ne ho visti.

Siamo sempre nell'ambito dei fitoestrogeni, quindi estrogeni naturali che sicuramente hanno una certa azione antiandrogenica, ma che non portano necessariamente a ricrescite miracolose (questo vale anche per gli estrogeni veri applicati topicamente, a mio giudizio).

Ciao.

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Claudia
Mentor

garfield


Regione: Estero


17213 Messaggi

Inserito il - 04 novembre 2005 : 15:56:15 Invia a Claudia un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Caro Marlin,
mi piacerebbe avere un tuo parere anche sull'agnocasto.... (vitex agnus castus)
Sai se influenza anche i capelli? Io l'ho preso per molti anni (ora sospeso).
Grazie,
baci
Ricordatevi di consultare la homepage www.calvizie.net
e di leggere la Netiquette http://www.ieson.com/topic.asp?TOPIC_ID=46233
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 04 novembre 2005 : 16:18:49 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Anch'io l'ho usato per poco e in modo non molto significativo, nel senso che avevo preso il preparato dell'Aboca con la già famosa Cimicifuga nel quale c'era anche l'agnocasto. Lo usavo per darmi una "calamata" di notte con la speranza di effetti collaterali sui capelli, ma non mi ricordo effetti tramortenti in un senso e rinvigorenti nell'altro.

Il dilemma dell'agnocasto è questo: è un afrodisiaco o un antiafrodisiaco ? Probabilmente tutte due le cose perchè è una delle poche piante (anzi l'unica) che contiene testosterone e progesterone, entrambi in tracce (nella foglia e nel fiore il solo testosterone).

Per gli antichi greci era un afrodisiaco e per i monaci che lo usavano anche sotto il cuscino un antiafrodisiaco. Ora va detto che molte piante a seconda del periodo di raccolta e della coltivazione possono contenere le sostanza in diverse proporzioni e forse questo uso "duoble face" può dipendere da questo.

Di certo se si parla di "progesterone naturale" si dovrebbe parlare di agnocasto e non di diosgenina che è la sostanza contenuta in varie piante dalla quale si è inizialmente ricavato il progesterone per le pillole, ma che se non viene lavorata è inattiva.

Insomma credo che dall'agnocasto si possa ricavare il progesterone direttamente, ma ne servono grandi quantità (di foglie) e adesso lo si produce più agevolemente per sintesi.

Piuttosto, parlando di Cimicifuga, non si sa più niente delle ricerche tedesche in merito (tu che sei sul posto )?

Ciao.

MA - r l i n

NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 04 novembre 2005 : 16:57:28 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
bene, utilizzerò il presente topic per chiedere pareri al Marlin e per porre all'attenzione generale argomenti concernenti fitoterapia e tricologia.

Inizio con il controverso te verde. Fra l'innumerevole bibiliografia sulla camellia sinensis vi sono due studi abbastanza recenti che non sono nemmeno sicuro che siano stati citati nei vari forum:

Uno, recentissimo, che dimostra che i polifenoli del te stimolano la crescita dei peli nei topi.

Citazione:

J Natl Med Assoc. 2005 Aug;97(8):1165-9. Related Articles, Links


The effects of tea polyphenolic compounds on hair loss among rodents.

Esfandiari A, Kelly AP.

Department of Otolaryngology, Charles R. Drew University of Medicine and Science, USA. adesfand@cdrewu.edu

The objective of this study was to examine the effects of polyphenolic compounds, present in noncommercially available green tea, on hair loss among rodentts. In an experimental study, we randomly assigned 60female Balb/black mice, which had developed spontaneous hair loss on the head, neck and dorsal areas into two equal groups; A (experimental) and B (control). Group A received 50% fraction of polyphenol extract from dehydrated green tea in their drinking water for six months. Group B received regular drinking water. Both groups were fed regular rodent diets (Purina Rodent Chow 5001) and housed individually in polycarbonate cages. The results showed that 33% of the mice in experimental Group A, who received polyphenol extract in their drinking water, had significant hair regrowth during six months of treatment (p = 0.014). No hair growth was observed among mice in the control group, which received regular water.



Un altro anche più interessante che allego qui sotto

Citazione:

Structure-activity relationships for inhibition of human 5alpha-reductases by polyphenols.

Hiipakka RA, Zhang HZ, Dai W, Dai Q, Liao S.

Department of Biochemistry and Molecular Biology, The Ben May Institute for Cancer Research, and The Tang Center for Herbal Medicine Research MC6027, University of Chicago, 5841 S. Maryland, Chicago, IL 60637, USA.

The enzyme steroid 5 alpha-reductase (EC 1.3.99.5) catalyzes the NADPH-dependent reduction of the double bond of a variety of 3-oxo-Delta(4) steroids including the conversion of testosterone to 5 alpha-dihydrotestosterone. In humans, 5 alpha-reductase activity is critical for certain aspects of male sexual differentiation, and may be involved in the development of benign prostatic hyperplasia, alopecia, hirsutism, and prostate cancer. Certain natural products contain components that are inhibitors of 5 alpha-reductase, such as the green tea catechin (-)-epigallocatechin gallate (EGCG). EGCG shows potent inhibition in cell-free but not in whole-cell assays of 5 alpha-reductase. Replacement of the gallate ester in EGCG with long-chain fatty acids produced potent 5 alpha-reductase inhibitors that were active in both cell-free and whole-cell assay systems. Other flavonoids that were potent inhibitors of the type 1 5alpha-reductase include myricetin, quercitin, baicalein, and fisetin. Biochanin A, daidzein, genistein, and kaempferol were much better inhibitors of the type 2 than the type 1 isozyme. Several other natural and synthetic polyphenolic compounds were more effective inhibitors of the type 1 than the type 2 isozyme, including alizarin, anthrarobin, gossypol, nordihydroguaiaretic acid, caffeic acid phenethyl ester, and octyl and dodecyl gallates. The presence of a catechol group was characteristic of almost all inhibitors that showed selectivity for the type 1 isozyme of 5 alpha-reductase. Since some of these compounds are consumed as part of the normal diet or in supplements, they have the potential to inhibit 5 alpha-reductase activity, which may be useful for the prevention or treatment of androgen-dependent disorders. However, these compounds also may adversely affect male sexual differentiation.



Ho sottolineato il passo più interessante in cui l'autore affermna che il composto risultante dal rimpiazzamento dell'estere dell'acido gallico nell'EGCG con lunghe catene di acidi grassi (anche se non specifica se vi siano delle differenze a seconda del tipo di acido grasso, palmitico, mistirico, linoleico, oleico etc..)risulta più efficace nell'inibizione dell'enzima 5 alpha reduttasi rispetto all'EGCG. Come può essere incoraggiata tale reazione? assumendo contemporaneamente acidi grassi e té?
E' inoltre interessante sapere che i flavonoidi come "myricetin, quercitin, baicalein, and fisetin. Biochanin A, daidzein, genistein, and kaempferol" siano attivi nell'inibizione dell'enzima 5AR I o II.
Torna all'inizio della Pagina

Claudia
Mentor

garfield


Regione: Estero


17213 Messaggi

Inserito il - 04 novembre 2005 : 16:58:27 Invia a Claudia un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Grazie Marlin, sempre gentile ed esaustivo![ov]
Ricordo che avevo chesto al Dr. Marliani se l'agnocasto poteva nuocere ai capelli, mi aveva detto di no, ma io qualche dubbio ce l'ho sempre avuto. Essendo appunto un similprogestinico abbassa il tasso di estrogeni (?) (così avevo capito), reponsabili della patologia fibrocistica, ma gli estrogeni fanno bene ai capelli....
Mah, ne so poco nulla di endocrinologia....
Per la Cimicifuga, non mi ricordo proprio la fonte degli studi...
Hai qualche indicazione in più per poter andare a frugare i siti tedeschi?
Grazie, baci
Ricordatevi di consultare la homepage www.calvizie.net
e di leggere la Netiquette http://www.ieson.com/topic.asp?TOPIC_ID=46233
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 04 novembre 2005 : 18:34:17 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Grazie Julien, con la seconda ricerca riesco a capire perché sui forum USA si diceva che all'EGCG mancava qualcosa per essere perfette come anti-5 alfa reduttasi.
Là ci sono addirittura siti sul "fai da te" in questo campo e non c'è modo di trasformare questa molecola in quella giusta, perlomeno con mezzi semplici.

Io comunque continuo a prendere il the verde perchè è comunque un buon antiossidante e incrementerebbe la SHBG, di cui è carente chi soffre di calvizie.
Tutte le altre sostanze da te citate o quasi sono vecchie conoscenze di noi che tentiamo coi "metodi naturali", fatto un bel lavoro col fitoDB, ma alla fine credo che risulterebbero le solite sostanze piuttosto note.

Per Claudia: non riesco a trovare la ricerca tedesca ricordo solo che era del settembre del 2003. Se ne era parlato proprio qui su Ieso, ma in questo momento non funziona il "cerca".

Ciao.

MA - r l i n

NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Cleopatra
Moderatore

Cleopatra_pensa


Regione: Campania


8821 Messaggi

Inserito il - 04 novembre 2005 : 22:49:02 Invia a Cleopatra un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ciao Claudia
ho letto moltissimi studi sull'agnocasto (le sue qualità sono ancora sotto osservazione!) ed in nessuno è risulatato una relazione con la caduta dei capelli!
Il maggior interesse ruota intorno alla sua azione sull'ipofisi che ne detrmina la proprietà antiestrogenica e antispasmodica ed in effetti è proprio come avevi capito, ossia il suo impego favorisce uno aumento dell'attività progestinica a discapito di quella estrogenica.
Non va dimenticato che è sconsigliato il suo impiego se si seguono cure ormonali!!!

X Marlin
è vero, ai monaci era consentito di coltivare l'agnocasto perchè veniva considerata una pianta molto sedativa ed un potente anafrodisiaco, adatta quindi a combattere le tentazioni del mondo esterno ma sai che invece veniva vietata la coltivazione della "rucola" considerata, all'opposto, un potente afrodisiaco!?
Cmq l'agnocasto è un pò come il "luppolo" (ricordi, ne avevamo già parlato!) al quale, analogamente, sono attribuiti contemporaneamente un effetto ed il suo contrario, in questo caso "afrodisiaco" ed "anafrodisiaco"!

Girovagando per la Cimicifuga mi sono imbattuta in questo leggero articolo riepilogativo sui fitoestrogeni in riferimento alle donne...una interessante lettura:
http://www.hairloss-research.org/Estrogens-alternatives.html

Un abbraccio
Cleopatra...
- Solo chi ha il caos dentro di se può generare una stella -
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 05 novembre 2005 : 19:56:20 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Sì infatti Cleop, al di là del testo e del proge che sono presenti solo in tracce, l'agnocasto si prende titolato in agnoside (ce n'è al max. lo 0,6%)la cui unica proprietà è quella di essere "antiprolattina".

Proprio come consiglia il sito da te linkato.

Ciao.

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 05 novembre 2005 : 21:11:20 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Per Julien; ho dato un'occhiata alle sostanze sopracitate nel fitoDB, ebbene vengono fuori in pool position soia (soprattutto per la tipo 2) e neem (per entrambi, melia azadirachta, brava Bat), anche la piantaggine per la tipo 1 (ha la baicaleina) e il lino (il seme) per l'acido nordiidroguaiaretico.

Come pensavo quasi tutte vecchie conoscenze.
Invece l'octil e dodecil gallato sono degli esteri dell'acido gallico, disponibili come conservanti dei cibi, sarebbero dei potenti inibitori di entrambi gli enzimi.
Quello che mancherebbe all'EGCG del the verde.

L'acido gallico si trova in abbondanza nel fiore di mango, nel pericarpo della melagrana, nel frutto dell'emblica, nella foglia della hamamelis virginiana (esiste anche uno shampoo per cani con questa pianta e altri prodotti tipo tisane).

Tuttavia mi pare di capire che una bella lozione più o meno artigianale con soia e/o neem può essere utile. Anche se è da vedere se tutte queste molecole sono in grado di arrivare al follicolo, sprattutto quelle più complesse. Mentre, come dice l'articolo, possono dare problemi di "differenziazione sessuale" se prese sistemicamente.

Ciao.

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 06 novembre 2005 : 22:35:35 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Citazione:

Invece l'octil e dodecil gallato sono degli esteri dell'acido gallico, disponibili come conservanti dei cibi, sarebbero dei potenti inibitori di entrambi gli enzimi.
Quello che mancherebbe all'EGCG del the verde.



Io ho capito che se l'EGCG fosse legato invece che al composto gallato (quello in basso a destra nella molecola con tre OH terminali legati all'anello esagonale di atomi di carbonio) con un acido grasso, sarebbe attivo nell'inibire entrambi gli isoenzimi I e II. Gli esteri dell'acido gallico sono molecole differenti, qual è l'articolo dove hai letto della loro proprietà di inibire la 5AR?


Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 10:11:00 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Hai ragione Julien, siccome ho cercato tutti i composti citati nel tuo articolo sono arrivato "stanco" a questi ultimi due, che, secondo quanto sta scritto sopra, sarebbero invece inibitori del solo tipo 1 della 5 alfa reduttasi.

Su come sostituire al composto gallato dell EGCG un acido grasso a catena lunga sarebbe illuminante il parere di Dep (se passasse di qua). Ma temo non sia cosa semplice da fare "in casa".

Ciao.

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 13:08:11 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando

...En passant, volevo chiederti, sempre sul "mitico" pubmed, che attualmente sta rubando tempo alle mie letture - sicché per trovare tempo alle mie scorribande fra le pubblicazioni scientifiche non leggo più del tutto il quotidiano! - ho trovato un interessante articolo "compilativo" , dal titolo "Androgenetic alopecia and current methods of treatment", consultabile per intero, in cui, oltre al già citato fluridil, si parla di un prodotto di cui non ho mai sentito parlare, RTH 16, un composto estratto dal Ruscus aculeatus, un agente fitoterapico che contiene ruscogenin e flavonoidi, che stimolerebbe il VEGF nella papilla dermica; inoltre è anche citato qualcosa di cui non ero a conoscenza, ovvero estratti di Sebal Serrulata palm tree, che sarebbe un 5 alpha reductase blocker (non inibhitor!, che differenza c'é? agisce bloccando la sintesi dell'enzima?). Ne sai qualcosa?

Ti linko l'articolo http://www.mf.uni-lj.si/acta-apa/acta-apa-05-1/1.pdf

Riguardo alla queastione dell'EGCG sarebbe interessante sapere qualcosa da Dep...
Torna all'inizio della Pagina

Claudia
Mentor

garfield


Regione: Estero


17213 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 13:23:26 Invia a Claudia un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Cara Cleopatra e caro Marlin grazie, si in effetti le informazioni che avevo recuperato sull'agnocasto erano piuttosto confuse.
Comunque ho ritrovato anche questo post in cui oltre che di agnocasto si parlava brevemente di Cimicifuga:
http://www.ieson.com/topic.asp?ARCHIVE=true&TOPIC_ID=4832&SearchTerms=cimicifuga
Vado a frugare i siti tedeschi...
baci
Ricordatevi di consultare la homepage www.calvizie.net
e di leggere la Netiquette http://www.ieson.com/topic.asp?TOPIC_ID=46233
Torna all'inizio della Pagina

Cleopatra
Moderatore

Cleopatra_pensa


Regione: Campania


8821 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 13:37:13 Invia a Cleopatra un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ciao Claudia
si, quella che hai postato non è l'unica discussione in cui abbiamo trattato dell'agnocasto o della cimicifuga perchè in un modo o nell'altro quando con il "gruppo" degli amanti del naturale parliamo di piante viene sempre fuori qualche nome!
Cmq le informazioni sono sempre le stesse (ipofisi, antiestrogenica, antiprollatina..ecc.) perchè nello specifico non ci sono grandi novità ma in definita puoi stare tranquilla per quanto riguarda l'infuenza sui capelli!

Un abbraccio
Cleopatra...

P.S. Ciao marlin!
- Solo chi ha il caos dentro di se può generare una stella -
Torna all'inizio della Pagina

Claudia
Mentor

garfield


Regione: Estero


17213 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 13:38:34 Invia a Claudia un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Sulla Cimicifuga:

http://www.schoenheit-und-medizin.de/news0803/haarausfall.htm

http://medizin-auskunft.de/artikel/wohlfuehlen/schoensein/15_10_haarausfall.php

http://www.journalmed.de/newsview.php?id=2207

http://www.pm.ruhr-uni-bochum.de/pm2003/msg00262.htm

Beh, spesso è lo stesso articolo rivisto e corretto....
Appena ho un minuto traduco e metto nelle news in homepage...
baci
Ricordatevi di consultare la homepage www.calvizie.net
e di leggere la Netiquette http://www.ieson.com/topic.asp?TOPIC_ID=46233
Torna all'inizio della Pagina

Cleopatra
Moderatore

Cleopatra_pensa


Regione: Campania


8821 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 13:43:22 Invia a Cleopatra un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Grazie Claudia
per gli articoli...è importante inserire qualcosa a riguardo nella home!!

Caro Marlin
purtroppo sembra che sia tutto ancora fermo agli aggiornamenti del 2003!

Baci
Cleopatra...
- Solo chi ha il caos dentro di se può generare una stella -
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 14:51:37 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Allora Julien, quel pezzo sull'EGCG è del 2002 ed è stato discusso dai vari newsgroup successivamente e a nessuno è venuto in mente di produrre questa nuova molecola con EGC+LCFA (acido grasso a catena lunga). Questo può voler dire che non è così facile comporre questa "chimera" (tuttavia prendere omega 3 e the verde a detta di tutti non può che far bene ). Negli stessi newsgroup si smentisce peraltro il fatto che l'EGCG agisca solo sulla 5 alfa reduttasi isolata e non nella cellula e questo riportando altri studi.

La Sabal serrulata non è nient'altro che il saw palemtto o palmetto seghettato (serra in latino è la sega) della Florida. Comunque quello studio deve essere Ceco visto i nomi e il fatto che parla del fluridil, strana anche la menzione dell'aminexil messo allo stesso livello del minox per efficacia. Del RH16 non so, può essere qualcosa di sperimentale.

Claudia grazie, ma il tedesco non è proprio la lingua che conoscso meglio, comunque guardando le figure ho capito che almeno nella prima si parla di capelli

Infine mi accorgo solo adesso e su segnalazione altrui che sono diventato "esperto in erbe officinali" (pare da diversi giorni); caspita, è una bella responsabilità ! Comunque ringrazio chi mi ha dato questo "titolo" che ritengo di non meritare, se non altro perchè più della "chimica" (i fitocomposti dei miei "intrugli") su di me sembra stia funzionando meglio la "fisica" (martelletto da agopuntura e ginnastica "facciale") .

Ciao.

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Claudia
Mentor

garfield


Regione: Estero


17213 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 15:08:41 Invia a Claudia un Messaggio Privato Rispondi Quotando

Caro Marlin, non preoccuparti, traduco e metto nella homepage appena posso, ma in sostanza sembra che le sperimentazioni con la cimicifuga (in emulsione topica) abbiano dato ottimi risulati positivi in caso di androgenetica, sia in termini di quantità che qualità dei capelli. Poi bisogna sempre vedere come procedono questi studi...
baci
Ricordatevi di consultare la homepage www.calvizie.net
e di leggere la Netiquette http://www.ieson.com/topic.asp?TOPIC_ID=46233
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 17:40:13 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Marlin
Negli stessi newsgroup si smentisce peraltro il fatto che l'EGCG agisca solo sulla 5 alfa reduttasi isolata e non nella cellula e questo riportando altri studi.


Davvero? quali sono questi studi?
Riguardo al RTH 16 è l'estratto del pungitopo, ruscogenina e flavonoidi, che stimolerebbero il vascolar endotelial growth factor. L'estratto è presente anche nello shampo ducray.
Su pubmed non ho tuttavia trovato informazioni sul suo uso tricologico. Volevo chiederti una cosa, ma tu cosa usi come medicamento? I

Io ho sofferto di un idebolimento dell'attaccatura (e basta): al momeno sono col tè verde della long life e lozione (minoxidil 2%, progesterone 1%; estrone 0,03; 17 alpha estradiolo 0,01%, acido salicidico, 0,05%; idrocortisone butirrato 0,03%). posologia 2 applicazione da 3ml a settimana. tra un po' aggiegerò nipononivea. Miglioramento inaspettato (e documentato)a partire dal sesto mese.

Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 18:34:28 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Sono gli studi dei medesimi ricercatori sulla riduzione delle dimensioni dei "flank organ" dei criceti ingrossati dal DHT, che mostravano un efficacia estrema dell'EGCG per applicazione topica. Nei forum americani si ipotizza che questo cambiamento di opinione sia orientato al lancio di un prodotto apposito che potrebbe essere proprio l'EGCG+LCFA.

Eccolo qua:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/entrez/query.fcgi?cmd=Retrieve&db=PubMed&list_uids=11380153&dopt=Abstract

Per quanto riguarda il rusco mi sembra che lo si utilizzi in USA proprio come antielastasi (ma è come il timo, il rosmarino, il peperoncino).

Io utilizzo il Premarin (ma a conf. finita ho intenzione di smettere) e in questo periodo le mie lozioni sono: asiasari con coleus e semi di lino (per l'SDG); caffeina con coleus; estratto di semi di melagrana e infine estratto di soia con isoflavoni e tocotrienoli, (più il Folligen).
Integro con: the verde, steroli vegetali, curcuma, zenzero, peperoncino, triplo estratto di pomodoro (per il licopene), tocotrienoli e, da poco, con sciroppo di piantaggine e salvia; in arrivo (forse) integratore di resveratrolo (probabilmente Long Life).

La tua mi sembra perfetta come cura farmacologica, se poi c'è stato miglioramento che vuoi di più ?

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Cleopatra
Moderatore

Cleopatra_pensa


Regione: Campania


8821 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 18:40:44 Invia a Cleopatra un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ciao Julien
mi sembra di capire che la lozione a base di minox la utilizzi solo due volte a settimana...è giusto?
Se è così è piuttosto "strana" come strategia!

X Marlin
la tua integrazione sistemica prevede assunzioni "tutte" staccate"!?

Baci
Cleopatra...
- Solo chi ha il caos dentro di se può generare una stella -
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 18:55:58 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Cleopatra

Ciao Julien
mi sembra di capire che la lozione a base di minox la utilizzi solo due volte a settimana...è giusto?
Se è così è piuttosto "strana" come strategia!



Sarà, ma funziona, e la posologia me l'ha data Marliani.
In verità ad un dosaggio così blando non avrebbe dovuto sortire molti effetti, eppure - saranno forse 0,6 g di estratto secco titolato al 95% in polifenoli (+ 0,6 di foglie triturate) di canelia sinesis che assumo ogni giorno da 7 mesi a questa parte, assieme a 2 g di vitamina C per prevenire una deplezione di ferro, nonché i regolari cicli di vitamina h a 5mg/die - dei risultati li sto avendo.
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 19:01:36 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Carissima Cleop, in pratica la mattina mi bevo uno yogurt anticolesterolo, a pranzo mi faccio una fetta di pane integrale con il triplo concentrato di pomodoro, a cena spruzzo di curcuma alcuni cibi, prima di andare a letto metto un po' di zenzero e peperoncino sullo spuntino (quello consigliato nelle diete tipo zona).
Lo sciroppo è la mia prima colazione, i tocotrienoli me li ha preparati Galenico a settembre dal tocomax in capsule (ne ho per sei mesi) e li prendo prima di coricarmi, il the verde invece durante la giornata.

Bisogna pur alimentarsi, se lo si fa in modo sano è meglio

Baci.

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2005 : 19:18:25 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Marlin

Sono gli studi dei medesimi ricercatori sulla riduzione delle dimensioni dei "flank organ" dei criceti ingrossati dal DHT, che mostravano un efficacia estrema dell'EGCG per applicazione topica. Nei forum americani si ipotizza che questo cambiamento di opinione sia orientato al lancio di un prodotto apposito che potrebbe essere proprio l'EGCG+LCFA.

Eccolo qua:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/entrez/query.fcgi?cmd=Retrieve&db=PubMed&list_uids=11380153&dopt=Abstract



Ottimo, alcuni autori sono sempre quelli dello studio del 2002..
Non credo sia insormontabile il rimpiazzamento del gallato con una catena lunga di acido grasso.

Citazione:
Io utilizzo il Premarin (ma a conf. finita ho intenzione di smettere)


Cos'è equilina, l'estrogeno estratto dall'urina delle cavalle? Ne ho sentito parlar male...

Citazione:
e in questo periodo le mie lozioni sono: asiasari con coleus e semi di lino (per l'SDG); caffeina con coleus; estratto di semi di melagrana e infine estratto di soia con isoflavoni e tocotrienoli,



Interessante! Ma le fabbrichi tu? e la materia prima dove l'acquisti?

Citazione:
Integro con: the verde, steroli vegetali, curcuma, zenzero, peperoncino, triplo estratto di pomodoro (per il licopene), tocotrienoli e, da poco, con sciroppo di piantaggine e salvia; in arrivo (forse) integratore di resveratrolo (probabilmente Long Life).



-Ottimo il the verde, ma per un migliore assorbimento ho letto che con l'estratto si raggiungono concentrazioni ematiche di catechine molto più alte che con il classico infuso. Io ingurgito peraltro altre catechine con l'utilizzo del cioccolato puro.
-l'integratore della long life opc e resveratrolo attira moltissimo anche me, peccato l'esosità del prezzo. Pare che gli opc - dette anche procianidine oligomere - stimolino la crescita dei peli se applicate topicamente, almeno secondo alcuni studi giapponesi. Ho chiesto a Marliani il quale mi ha risposto testualmente "possono avere un impego razionale ma molto tirato"... Pensi che per via sistemica, oltre al sicuro effetto antiossidante, sortiscano un effetto analogo al minoxidil?

Citazione:
Per quanto riguarda il rusco mi sembra che lo si utilizzi in USA proprio come antielastasi (ma è come il timo, il rosmarino, il peperoncino).



Che cosa c'entra l'elastase inibhitor (inibitore di elastina suppongo) con i follicoli piliferi.

Perdona la batteria di domande, spero di non stressarti troppo...
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 08 novembre 2005 : 09:24:27 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Non mi stressi Julien, questa materia per me è appassionante

1) Sì gli autori sono gli stessi in gran parte è per questo che ci si chiedeva del cambiamento di orientamento.

Aspettiamo sempre Dep per la formula EGCG+LCFA....

2) Il Premarin sono estrogeni coniugati e principalmente estrone solfato, se ne parla male per due motivi: uno è il maltrattamento presunto delle cavalle, due la permanenza di un estrogeno equino nel sangue per diversi mesi dopo la fine delle applicazioni. Ti dirò che io smetterò forse più per il primo argomento che per il secondo (non ho riscontrato alcun effetto collaterale così come tutti gli altri utilizzatori del Premarin).

3) Sì, la materia prima me la procuro di volta in volta di qua o di là oppure la estraggo dalle piante. Qui sono noto (insieme a merlin, il mitico "mago" e a pochi altri, tra cui anche Cleop) per fare questi "intrugli" che sono la risposta "popolare" allo strapotere delle case farmaceutiche

4)Per the verde intendo quello in capsule della Efficance.
Poi mangio anche cioccolato fondente, ma perchè mi piace
Io pensavo all'integratore "Resveratrol" della Long life, con quello che dici tu ne avrei fatto una lozione, ma costa effettivamente troppo(soprattutto per questo scopo). Tempo fa la feci con qualche pastiglia di Activin che però avevo preso per altri usi in famiglia.

Per via sistemica si teme che gli OPC si fermino alle cellule dell'intestino, quindi...

5) Non hai letto il filone recente sull'LDN e gli antielastasi inaugurato da me su spunto di Mitzu ? Vai subito a leggertelo ! Scherzi a parte è quello che ha portato alla capsaicina per uso sistemico (peperoncino). Uno dei suoi propugnatori USA, annoverava proprio il pungitopo tra gli antielastasi naturali. Ah, l'elastasi è un enzima che deteriora l'elastina che è quella sostanza che rende giovane e appunto elastica la pelle. Sembra che i follicoli in crisi ne abbiano sempre meno tendendo a sclerotizzarsi. Sembrerebbe un lavoro per l'aminexil, sta di fatto che questi che usano questi antielastasi sistemici dicono di avere ricrescita dei capelli dopo un po' che li utilizzano.

Ciao.

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 08 novembre 2005 : 12:16:16 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Marlin

Per via sistemica si teme che gli OPC si fermino alle cellule dell'intestino, quindi...



GLi opc dovrebbero essere assorbiti eccome, altrimenti non si spiegherebbe come alcuni fitoterapici usati dalla notte dei tempi ( vedi procianidine del biancospino) abbiano un effetto terapeutico.

Da un sito veramente bellissimo http://www.infoerbe.org/site/gloterm.php?idg=268 si legge sotto la voce del glossario flavonoidi:

Citazione:

[...]
Attività biologica dei flavonoidi
Introduzione
La leggenda vuole che a scoprire per la prima volta le proprietà dei flavonoidi fossero gli uomini della spedizione francese comandata da Jacques Cartier, nel 1534, che doveva esplorare il fiume St. Lawrence di New York. Bloccati ben presto dai ghiacci e costretti ad una dieta ridotta a base di biscotti e carne secca, gli uomini mostrarono i primi segni di scorbuto (avitaminosi da Vit C). L'incontro fortuito con un nativo americano che mostrò loro come preparare un decotto di corteccia e aghi di pino li salvò.
All'inizio degli anni 30 del secolo scorso s'iniziò a studiare la cosiddetta vitamina P ottenuta appunto dalla corteccia delle Pinaceae (e anche dall'uva e dalla scorza degli agrumi). L'interesse era dovuto all'azione di questa sostanza sulla correzione della fragilità capillare causata dallo scorbuto.
Solo dopo alcuni anni si scoprì che la cosiddetta vitamina P non era un'entità isolata ma un mix di flavonoidi, che non fu considerato responsabile dell'azione; la vitamina C fu considerata la reale responsabile per l'effetto. Molti studi si concentrarono allora sull'importanza della vitamina C isolata.
In tempi successivi vari studi ipotizzarono e dimostrarono che il gruppo di flavonoidi, nella cui matrice era spesso 'ospitata' la vitamina C, avesse un effetto “tipo ascorbato” sia migliorandone l'assorbimento, sia proteggendolo dall'ossidazione, sia sostituendolo in alcune funzioni biologiche (Hughes and Wilson 1977)
Il professor Masquelier riuscì ad isolare e a chiarire la struttura di quelli che furono allora chiamati picnogenoli e che oggi sono denominati complessi oligomerici di proantocianidine (OPCs) od oligomeri procianidolici (PCOs). Nel 1951 Masquelier brevettò il metodo d'estrazione degli OPC dalla corteccia di Pino e nel 1970 quello dai semi di Vitis vinifera.

Farmacologia
Farmacocinetica
I dati sulla biodisponibilità dei flavonoidi sono scarsi ma secondo Hollman (1997) sono abbastanza da suggerire che questi composti sono assorbiti in quantità significative. [...]



Se gli opc contenuti nella corteccia non fossero biodisponibili quei marinai probabilmente sarebbero morti...
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 08 novembre 2005 : 12:38:48 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
I miei dubbi in propostito nascono da questa pubblicazione dell'Istituto Superiore della Sanità (già linkata qui sul forum):


http://www.iss.it/binary/publ/publi/4117.1121684384.pdf

Vedi le conclusioni verso la fine del documento.

Si parla della dubbia biodisponibilità degli integratori e non delle stesse sostanze contenute nei cibi.

Ciao.


MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 08 novembre 2005 : 13:44:59 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Marlin

I miei dubbi in propostito nascono da questa pubblicazione dell'Istituto Superiore della Sanità (già linkata qui sul forum):


http://www.iss.it/binary/publ/publi/4117.1121684384.pdf

Vedi le conclusioni verso la fine del documento.

Si parla della dubbia biodisponibilità degli integratori e non delle stesse sostanze contenute nei cibi.



davvero interessante Marlin, ma leggi questo studio, secondo cui con l'assunzione dell'estratto di te si raggiungono concentrazioni ematiche più alte rispetto all'infuso e quest'altro con studi in vitro e in vivo sull'estratto di vite rossa:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/entrez/query.fcgi?cmd=Retrieve&db=pubmed&dopt=Abstract&list_uids=16081270&query_hl=8

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/entrez/query.fcgi?cmd=Retrieve&db=pubmed&dopt=Abstract&list_uids=10962138&query_hl=15 br /
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 08 novembre 2005 : 14:22:35 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Dunque Julien, il primo documento mi pare contrapponga EGCG all'estratto di the verde e non il the (infuso) all'estratto. Io comunque ribadisco che ho sempre preso l'estratto.

Il secondo afferma che gli OPC sarebbero biodisponibili, ma mi sembra impostato troppo come "traino" a dei prodotti per prenderlo per oro colato.

Ho un fratello che fa il medico ricercatore e anche a lui (che lavora sulle malattie respiratorie) era stata commissionata una ricerca sul the verde da un produttore di estratti. Poi non se ne è fatto niente, ma ho capito che sono quel tipo di ricerche che servono a "finanziare" quelle più serie. Alcuni ricercatori in pubblicano i dati che hanno ricavato in modo neutrale, altri li pubblicano in modo da non deludere del tutto i committenti nel caso in cui non vi siano evidenze nette, altri ancora forzano di più gli accenti in una direzione, infine altri ancora cercano solo dove vogliono trovare (capisci ammé). Insomma la ricerca è importantissima, ma non è sempre così oggettiva e neutrale come molti vorrebbero far credere.
Questo non per unirmi al coro degli scettici a 360°, ma solo per evitare di prendere tutto come oro colato, compreso quello che ho linkato io (nulla mi toglie dalla testa che all'Istituto della Sanità si spinga per i prodotti agricoli piuttosto che per gli integratori, tra i due settori, da noi , è più importante il primo).

Io mi fido solo dei miei follicoli e del mio scalpo, ma, come vedi, accetto tutti i suggerimenti e quando posso li metto in pratica

Ciao.

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 14 novembre 2005 : 18:43:42 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Marlin
[...]in pratica la mattina mi bevo uno yogurt anticolesterolo, a pranzo mi faccio una fetta di pane integrale con il triplo concentrato di pomodoro, a cena spruzzo di curcuma alcuni cibi [...]



Marlin, dove compri la curcuma? In erboristeria?
Ciao
J.Sorel
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 15 novembre 2005 : 09:29:52 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Julien, l'ho presa nel mio solito negozio bio che ne aveva più di una marca. Io ho preso quella (se non erro) del "commercio solidale" che sembrava la migliore all'aspetto.

Comunque è la spezia con cui si fa il curry, quindi la si trova anche nei normali supermercati anche se spesso è insieme agli altri condimenti tipo il cumino, il peperoncino etc. (che tra l'altro ne rafforzerebbero l'effetto).

Tuttavia va detto che non ha un sapore che può piacere più di tanto a noi di qua, va sempre stemperata nei cibi per perdere quel fondo amarognolo.
Inoltre sto valutando (girando per siti intenet) le quantità giornaliere delle varie sostanze naturali anti dht e per la curcumina (che la curcuma contiene in media al 4%) le dosi sono molto elevate nel senso che ne servirebbero almeno 400-500 mg al giorno, ma per cure forti tipo quella anti-HIV sino a quasi 4 g !
Ora la curcumina è l'E100 che è un colorante che non dovrebbe costare molto, tuttavia ritengo che l'utilizzo della curcuma sia migliore perchè contiene quasi il 10% di curcuminoidi (sostanze derivate della curcumina) che per la nostra "causa" potrebbero essere anche meglio. Con una spruzzata di un grammo di curcuma si prendono circa 100 mg di curcuminoidi che secondo me non è male, soprattutto se lo si fa tutti i giorni per periodi lunghi. Comunque le altre sostanze piccanti (tipo il pepe, rafforzerebbero la biodisponibilità della curcumina sino al 2000% !).

Gli altri dosaggi giornalieri sarebbero di 50 mg per licopene (ma ne basta anche meno perchè va accumulandosi nell'organismo), resveratrolo (meglio 100 mg, ma se usato da solo) e SDG (l'hanno provato prima a 50 mg e adesso lo stanno provando a 100 mg).

Volevo anche estrarre l'SDG dalla farina di lino (ora lo uso topico, ma come sai gli anti-dht sono spesso efficaci solo come sistemici), dovrebbe contenerne almeno l'1% quindi con mezzo chilo ne tiri fuori 5000 g che ti bastano per un bel po' (due o tre mesi).Il costo è più che altro il solvente (alcool) che andrebbe riciclato con una distillatore (vecchia questione).

Ciao.

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 15 novembre 2005 : 12:51:53 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
grazie Marlin per le delucidazioni.
Il curry è in effetti una spezia mista, andrò a sentire in erboristeria se hanno la curcuma pura (solo curcuma polverizzata)
1 g della spezia, corrispondente a 100 mg di principio attivo, sarebbe quindi 1/4 della dose neccessaria, ma condire
con 4 g di curcuma deve essere davvero orribile.
GLi integratori per la prostata mi pare cotengano 500mg di curcuma e una piccola quantità (20 - 30 mg) di piperina che, come hai detto, ne aumenterebbe l'assorbimento nel tratto grastrico (o intestinale).
(Non sapevo del 2000%!).

Volevo inoltre chiederti se hai mai provato "l'Emu oil". (olio di struzzo. GLi struzzi hanno una adiposità esterna da dove si ricava questo tipo di olio a quanto ho capito)Il dottor Lee ne parlò su morphollica, suggerendo una possibile efficacia nel penetrare la cute "Emu oil was found to have a high concentration of on-polar monounsaturated fatty acids, which may explain its ability to penetrate easily through the stratum corneum". Poiché è costituito da sostanze anti - dht, ossia i trigliceridi degli acidi grassi "myristic, palmitic, stearic, oleic, linoleic, and linolenic" potrebbe daverro essere utile.Tuttavia nei forum italiani non ne ho sentito parlare mai.

http://www.morphollica.com/hairloss_experts/answer13.php

Una trattazione particolareggiata si può trovare

http://www.agsci.ubc.ca/ubcquail/Research/emu_report_final_dec3.pdf



Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 15 novembre 2005 : 14:01:36 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Julien, l'integratore di Anastore prevede 378 mg di curcumina (la differenza con 400mg sono altri composti della curcumina) e 2 mg solo di piperina. 4 g di curcuma si possono prendere, ma condendo colazione, pranzo, merenda e cena con la curcuma, il che è davvero troppo(io riesco giusto a metterla nell'insalata, la sera)

Non si sanno ancora le dosi del Capsures (curcuma e resveratrolo), ma credo e spero che il resveratrolo che sto prendendo abbia un effetto altrettanto (se non maggiormente) moltiplicativo (rispetto a piperina et similia) sulla biodisponibilità dei curcuminoidi.

Dell'Emu oil qui si è parlato assai e c'è anche una discussione attiva di Basilio nella sezione "segnalazioni" che propone di inserirlo nello shop.

A me spiace per il simpatico "struzzo", comunque l'emu oil spo*ca i capelli da morire ed è esteticamente (non solo eticamente) esecrabile.

Piuttosto continuiamo a cercare il principio attivo della Nipo (ho letto le tue giustissime domande qui sopra, ma le risposte non sono ancora convincenti). Nell'ortica c'è l'SDG (molto di più c'è nel lino ,in media 2%, prima ero stato prudente). Ma l'SDG viene trasformato nell'intestino in enterolattone e enterodiolo che sono due similestrogeni molto potenti. Topicamente è difficile che questo avvenga. Oltre al LinumExtra in USA va forte il Brevail che contine 50 mg di SDG ed è un prodotto nato per combattere il cancro al seno:

http://www.brevail.com/index.html

(più interessante la "carta bianca"):

http://www.brevail.com/content/white-paper.html

Infine è riapparso il sito "Guida all'uso dei farmaci" dove puoi trovare i prodotti con la capsaicina:

http://www.guidausofarmaci.it/pag10028.htm

Ciao.

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 15 novembre 2005 : 14:55:34 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Marlin

Julien, l'integratore di Anastore prevede 378 mg di curcumina (la differenza con 400mg sono altri composti della curcumina) e 2 mg solo di piperina. 4 g di curcuma si possono prendere, ma condendo colazione, pranzo, merenda e cena con la curcuma, il che è davvero troppo(io riesco giusto a metterla nell'insalata, la sera)



Si, 2 mg di piperina, mi ricordavo male.

Citazione:
Non si sanno ancora le dosi del Capsures (curcuma e resveratrolo), ma credo e spero che il resveratrolo che sto prendendo abbia un effetto altrettanto (se non maggiormente) moltiplicativo (rispetto a piperina et similia) sulla biodisponibilità dei curcuminoidi.



Ho cercato capsures (nome dell'integratore utilizzato dall'urologo Turini per la prostata) ma non ho trovato nulla...
Dunque non è commercializzato? Comunque meglio di gra lunga il resveratrolo che la piperina...

Citazione:

A me spiace per il simpatico "struzzo", comunque l'emu oil spo*ca i capelli da morire ed è esteticamente (non solo eticamente) esecrabile.


dipende anche dall'estensione. Se le aree rade sono piccole non dovrebbe impiastricciare più di tanto.

Citazione:
Piuttosto continuiamo a cercare il principio attivo della Nipo e ho letto le tue giustissime domande qui sopra, ma le risposte non sono ancora convincenti


In tricologia c'è un po' il vizio di provare empiricamente ciò che funziona, differendo sempre una spiegazione chiara dei processi chimici a monte... purtroppo.
Emblematico come a tutt'oggi non è ancora delucidato il funzionamento del minoxidil.

Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 15 novembre 2005 : 21:12:03 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Marlin
Piuttosto continuiamo a cercare il principio attivo della Nipo (ho letto le tue giustissime domande qui sopra, ma le risposte non sono ancora convincenti)



A proposito di acidi grassi, leggi qua, pare che il più attivo non è alpha linonenico ma il gamma linolenico:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/entrez/query.fcgi?cmd=Retrieve&db=pubmed&dopt=Abstract&list_uids=1637346&query_hl=12

L'intero studio lo trovi a questo indirizzo: http://www.pubmedcentral.gov/picrender.fcgi?artid=1132824&blobtype=pdf

cito: "The relative inhibitory potencies of unsaturated fatty acids are, in decreasing order: gamma-linolenic acid greater than cis-4,7,10,13,16,19-docosahexaenoic acid = cis-6,9,12,15-octatetraenoic acid = arachidonic acid = alpha-linolenic acid greater than linoleic acid greater than palmitoleic acid greater than oleic acid greater than myristoleic acid."

ti linko anche un articolo del proff. Liao. S. http://www.hkam.org.hk/publications/hkmj/article_pdfs/hkm0112p369.pdf
sul te verde, molto interessante, soprattutto nell'ultimo passo, dove si dilunga sull'assorbimento

"While the effects of IP injection of EGCG on body
weight loss, hormone level changes, food intake, and
tumour suppression can be observed, these effects are
not present when the same amount of EGCG is given
orally. This may be due to inefficient absorption
of EGCG, or metabolism in the digestive tract. This
suggests that the effects of IP administration of
EGCG are not due to interaction of EGCG with food,
or to EGCG action within the gastrointestinal tract.
Although oral administration of EGCG is less
effective, long-term oral consumption of green tea or
EGCG-containing extracts may mimic some of the acute
EGCG effects seen by IP administration of EGCG in
animals, and may be beneficial to health. Based on
pharmacokinetic studies of EGCG after oral consumption
of green tea, a daily use of green tea beverage equivalent
to 20 g or more of dried green tea would be required to
show an effect in humans
.


a Quando ammonta un consumo quotidiano di te verde equivalente a 20 grammmi di foglie secche? Non è eccessivo?


Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 16 novembre 2005 : 15:27:04 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Tutto molto interessante, Julien, però gli acidi alfa e gamma linolenico li conosco abbastanza per essermi cosparso il capo con gli stessi per un intero anno d'utilizzo di Revivogen

Ovvio che ora cerchi altrove la soluzione. Anche il discorso dell'emu oil non mi quadra, il dr Lee dice che i trigliceridi sono ideali per passare lo strato corneo della cute, ma qui si è detto a lungo che proprio i trigliceridi difficilmente possono arrivare al follicolo (che sta più in fondo). Ricordo ancora le relative domande a Dep, in cui chiedevo come mai la glicerina da sola sarebbe un fattore di aiuto alla penetrazione delle sostanze, mentre legata agli acidi grassi (come nei trigliceridi) formasse molecole di scarsa penetrazione (la risposta, piuttosto ovvia, fu che i composti chimici modificano le proprietà dei singoli componenti).
Quindi bene con il linolenico (alfa o gamma), ma a livello sistemico. Il lino tra lignani e acidi grassi dovrebbe essere la pianta regina della lotta alla calvizie, ma sempre se usata come cibo e non come cosmetico (peccato a me dia dei brutti effetti collaterali).

Quanto al the verde, devo dire che forse sono state queste ricerche ad indurre qualcuno a bersi sei o sette tazze al giorno come fanno in alcune regioni della Cina. Preparandolo peraltro con i tempi giusti e l'acqua alla temperatura giusta (se non erro non oltre i due minuti a 80°). Bisogna però dire che gli equivalenti di 20g di the (e anche più) sono proprio gli estratti, quindi presi con continuazione e per via orale dovrebbero avere questi effetti benefici a lungo termine.

Ciao.

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 16 novembre 2005 : 15:58:45 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Marlin

Tutto molto interessante, Julien, però gli acidi alfa e gamma linolenico li conosco abbastanza per essermi cosparso il capo con gli stessi per un intero anno d'utilizzo di Revivogen

Ovvio che ora cerchi altrove la soluzione. Anche il discorso dell'emu oil non mi quadra, il dr Lee dice che i trigliceridi sono ideali per passare lo strato corneo della cute, ma qui si è detto a lungo che proprio i trigliceridi difficilmente possono arrivare al follicolo (che sta più in fondo). Ricordo ancora le relative domande a Dep, in cui chiedevo come mai la glicerina da sola sarebbe un fattore di aiuto alla penetrazione delle sostanze, mentre legata agli acidi grassi (come nei trigliceridi) formasse molecole di scarsa penetrazione (la risposta, piuttosto ovvia, fu che i composti chimici modificano le proprietà dei singoli componenti).
Quindi bene con il linolenico (alfa o gamma), ma a livello sistemico. Il lino tra lignani e acidi grassi dovrebbe essere la pianta regina della lotta alla calvizie, ma sempre se usata come cibo e non come cosmetico (peccato a me dia dei brutti effetti collaterali).



Già, questa incoerenza non era sfuggita nemmeno a me! mentre Lee elogia i triglicerdi dell'emu oil, Liang e Liao sostengono che solo le forme libere (FFA, free fatty acids) sono efficaci...
Comunque il lino si attesta in primissima posizione per il quantitativo di alpha linolenic acid (circa 220,000 ppm se non ricordo male). Quanto al gamma linolenico, molto meno comune rispetto all'alpha, il vegetale più ricco è il ribes nero [57,950 parti per milione] seguito dall'oenothera biennis [48,600]. Se vuoi assumerli per via sitemica la long life ha diverse soluzioni http://www.pho.it/schedaCategoriaCorrelati.asp?categoriaID=1&categoriaNome=Acidi Grassi
Mi piacerebbe tanto sapere se è più efficace nipononivea o GLA + un eventuale integratore di tocotrienoli! Sarebbe inoltre interessante sapere se una data dose di GLA da solo è più efficace (nell'inibizione del 5AR) rispetto ad una stessa dose di GlA + ALA.


Citazione:
Quanto al the verde, devo dire che forse sono state queste ricerche ad indurre qualcuno a bersi sei o sette tazze al giorno come fanno in alcune regioni della Cina. Preparandolo peraltro con i tempi giusti e l'acqua alla temperatura giusta (se non erro non oltre i due minuti a 80°). Bisogna però dire che gli equivalenti di 20g di the (e anche più) sono proprio gli estratti, quindi presi con continuazione e per via orale dovrebbero avere questi effetti benefici a lungo termine.



20 g di foglie secche a quanti mg di EGCG corrispondono? (la foglia ne contiene 48,700 - 54,300 ppm )
Riguardo ai tempi di infusione ho chiesto in giro e mi è stato confermato che più tempo tieni il te più sarà carico di tannino.
Al gusto un te lasciato in infusione per soli 2 minuti è senz'altro più gradevole, dal punto di vista terapeutico invece si può tranquillamente lasciare ben di più... Bisogna brendere naturalmente te con poca caffeina, comunque gran parte della caffeina diffonde il primo minuto e più tannino è presente nel te meno viene assorbita.

Ciao
J.Sorel
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 16 novembre 2005 : 16:45:36 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Grazie Julien, conosco bene l'assortimento Long Life avendo anche il catalogo a casa, hanno un po' di tutto, ma si può trovare qualcosa a meno in molti casi.
Per adesso mangio il pesce più spesso che posso e integro con qualche olio (vinacciolo, canapa etc.) o con noci e mandorle

L'enotera però mi appassiona perchè contiene anche grandi dosi di quercetina che è un inibitore del citocromo P450 (ma nella foglia, non nel seme).

Sul the qui vi sono state molte discussioni e se non erro l'esperto era Boschetto, io propendo sempre per l'estratto e ogni tanto mi faccio un the (magari quando sono a casa), ma la "terapia" è affidata all'estratto
Le catechine in generale costituiscono sino al 30% del peso delle foglie secche di the verde. Secondo il fito DB l'acqua nella foglia rappresenta fino al 12% quidi l'EGCG potrebbe essere nel the verde anche il 10%, ossia 2 g su 20g. In effetti c'è stato un periodo in cui in base a queste considerazioni tratte da discussioni simili a questa io mi tritavo le foglie secche e me le "ingollavo" con l'acqua (una vera tortura, ma forse era il metodo migliore, del resto si parla anche di polvere micronizzata, oltre che di estratto).

Comunque alcuni estratti sono titolati in EGCG (oltre che in polifenoli) e quindi se riesci a trovare uno di queesti ti potresti regolare meglio, anche se la dose giornaliera è molto variabile come puoi vadere, andando da 100 mg a, a quanto pare- da quanto detto sopra-, 2000 mg (20 volte tanto)!.

Ciao.

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 16 novembre 2005 : 17:21:56 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Marlin
Comunque alcuni estratti sono titolati in EGCG (oltre che in polifenoli) e quindi se riesci a trovare uno di queesti ti potresti regolare meglio, anche se la dose giornaliera è molto variabile come puoi vadere, andando da 100 mg a, a quanto pare- da quanto detto sopra-, 2000 mg (20 volte tanto)!.



Dunque, se nella migliore ipotesi, la congentrazione di EGCG è di 57,000 ppm, avremo che in un Kilo di foglie vi saranno 57 g di EGCG, infatti 1mg è la millionesima parte di un kilo. Quindi 1Kg / 57 = 0,02Kg / x.
x= 1,14g. SI parla però di foglie non secche.

E' economicamente infattibile. Piuttosto sarebbe interessante sapere se vi sia una sostanza (come la piperina per la curcuma)in grado di aumentare l'assorbimento.
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31292 Messaggi

Inserito il - 16 novembre 2005 : 18:20:12 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
A me sembra troppo 2 g di EGCG mi sembra che ai tempi delle nostre discussioni si parlasse di 400 mg max che sono meno della metà.

Però non capisco perchè ti aspetti così tanto dal the verde in fondo la molecola non sembrerebbe quella giusta contro il dht, l'unica cosa abbastanza certa è che farebbe aumentare l'SHBG il che non è comunque poco per noi.

Io prendo al super i preparati della Efficance che dice che sono "3 volte più biodisponibili", non costano molto (sui 5 euro al mese) e vado avanti così. In fondo al the verde ci sono affezionato, mi fa sentire comunque più in forma e in linea (lo vendono più che altro come "bruciagrassi"), per questo continuo a prenderlo.

Comunque tieni conto che i dati sul fitoDB sono riferiti al the generico, il the verde ha valori molto più alti di catechine tanto che su un sito ho trovato che queste assommerebbero al 30% dell'intera foglia secca di the verde (ecco perché ho parlato di 10% di EGCG).

Ciao.

MA - r l i n





NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina
 
Pagina Successiva
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata