IESON - la community anticalvizie - X PIACERE AIUTO COLITE
IESON - la community anticalvizie
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ | Assistenza | Shop On Line ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Altre aree tematiche
 Tutto salute
 X PIACERE AIUTO COLITE
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

veneziano
Membro Attivo

Città: ve


204 Messaggi

Inserito il - 17 marzo 2004 : 16:23:23  Mostra Profilo Invia a veneziano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
salve a tutti e' ormai 4 anni che soffro di colite cronica,con continui bruciori gonfiori e malessere generale,ero arrivato a perdere anche 10 chili (pesando 60kg per un altezza di 1.85)perche'nn riuscivo a ingerire cibo e quel poco che ingerivo probabilmente nn riuscivo ad assimilarlo( ora con una dieta equilibrata e sforzandomi di mangiare li ho recuperati tutti) .Dopo innumerevoli esami(tra cui 2 colonscopie 1 clisma opaco e una gastroscopia) e diversi farmaci provati il mio gastroenterologo mi dice(2 anni e mezzo fa,cioe' dopo 1 anno e mezzo di esami vari):"guarda tu nn hai niente, o meglio hai una sindrome da intestino irritato(volgarmente colite) di origine nervosa,devi stare più calmo,il tuo cervello va a 1000 e il tuo colon non riesce a starci dietro,devi capire come mai";e mi consiglio' di andare da uno psichiatra.Io esclusi l'ipotesi psichiatra e provai tutta una serie di rimedi naturali (fiori di bach,reiki,pranoterapia e altro) ma nulla.Oggi dopo l'ultima mia seduta di agopuntura il mio agopuntore mi fa:io ho fatto il possibile ma tu hai un problema di nervoso di base,gli ho detto se mi consiglierebbe un psicologo e lui mi dice:"si', e secondo me l'ideale sarebbe l'ipnosi per capire le cause delle tue ansie".
Volevo chiedervi:conoscete qualche barvo psicologo(con o senza ipnosi)dalle parti di venezia mestre o padova?altri consigli?ciao e grazie mille a chi vorra' rispondere!!!

ps:voglio sottolineare che i miei problemi di caduta di capelli ce li ho da 2 anni e quindi nn sono la causa della mia colite.casomai viceversa il nervoso potrebbe col tempo aver portato alla caduta, ma sono andato da gigli e dice che e' alopecia androgenetica(tutti i parenti da parte di mio padre calvi),quindi al massimo le mie ansie possono accentuare gli effetti della caduta.

p.p.s:sono cmq ancora pieno di capelli(23 anni)quindi la colite ora mi preoccupa di piu' dell'alopecia,tra l'altro col minoxidil sembra che tengo botta.

giampaolo
Medico Moderatore

vento nei capelli


Regione: Lombardia


1604 Messaggi

Inserito il - 17 marzo 2004 : 17:39:31  Mostra Profilo Invia a giampaolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao veneziano...il problema colite, è assai spinoso, e di difficile trattamento...in quanto varie sono le patologie definite volgarmente "Colite", ma con cause eziopatogenetiche assai differenti...se hai eseguito 2 colonscopie, saranno state eseguite anche delle biopsie che hanno escluso le due piu' temibili malattie infiammatorie Croniche dell'intestino, quali la Rettocolite Ulcerosa ed il Morbo di Crohn, oltre ad una terza forma, di recente classificazione definita come Colite Indetrminata che si pone a cavallo delle due forme precedenti...esistono poi la Colite Microscopica, le patologie del colon che accompagnano molte patologie autoimmuni, alcune coliti croniche parssitarie, come quelle sostenute dall'Ameba, con un quadro che puo' simulare molto quello dell'intestino irritabile, coliti da atipici come le Clamidie, coliti Uremiche (patologie renali), da farmaci(alcuni Antibiotici), autoimmuni, da radiazioni, da Tossici, Da ridotto apporto di sangue all'intestino (colite ischemica)...anche un colon congenitamente lungo (dolicocolon) con il passare degli anni,alla lunga puo' dare problemi...anche la malattia Celiaca,(intolleranza al glutine) puo' , in alcuni casi, simulare il colon irritabile...esiste poi , appunto,una forma diffusissima di patologia intestinale definita "funzionale", cioe' senza cause organiche, classificata come Colite Spastica, Colon irritabile, Colite muco-membranosa ed attualmente definita ufficialmente come "Sindrome dell'Intestino Irritabile"...viene definita come una patologia legata a disturbi motori dell'intestino, cioè, l'intestino, non solo il colon, si "muoverebbe" male, con alterazioni della motilita', che non sarebbe piu' armonica, ma disorganizzata...tratti con aumentata velocita' di transito, si alternano a tratti con transito rallentato, aumentato tono basale della muscolatura intestinale...in definitiva, l'intestino non si muoverebbe come dovrebbe, con conseguenti spasmi, dolori, stipsi , diarrea, emissione di muco con le feci o da solo (mai sangue!)...viene considerato un disturbo nervoso, legato a situazioni ansioso depressive, i vari esami che si eseguono non rilevano nulla di particolare e spesso il paziente viene definito un ipocondriaco...in realtà, secondo recenti studi, pare che le cose non siano cosi' semplici...pare che: sia presente un leggero infltrato infiammatorio, quindi , non sarebbe una patologia solo nervosa, ma avrebbe una componente organica, sebbene non ancora accertata, i disturbi nervosi sarebbero legati alla disfunzione intestinale e non viceversa, i suddetti disturbi nervosi sarebbero una causa di slatentizzazione e di aggravamento della sindrome , e non la causa prima...sono tutti pero' ancora studi che hanno bisogno di conferme...del IBS (Sindrome dell'intestino Irritabile), esistono numerose varianti, che spesso confondono la diagnosi e costringono i pazienti a sottoporsi a innumerevoli accertamenti anche molto invasivi: le varianti sono: 1) Stipsi con dolore, in genere localizzato in basso a sinistra, ma si puo' repertare in tutti i quadranti addominali, con emissione di feci "caprine", piccole e tondeggianti ") stipsi alternata a diarrea con feci poltacee liquide e semiliqide 3) diarrea cronica con o senza dolore 4) stisi "atonica" cronica, senza dolore...puo' sesere presente muco filante nelle feci , anche in grande quantita', talora con aspetto di pseudo membrane a stampo, di colore grigio o grigio verdastro, meteorismo, flatulenza e senso di svuotamento incompleto alla defecazione...ad ogni movimento intestinale, sembra ne debba seguire subito un altro e un altro ancora...oltre ai sintomi prettamente intestinali spesso si associa una coorte non indifferente di sintomi extraintestinali: nausea, senso di peso epigastrico, anoressia, rigurgiti,eruttazioni, sindrome da reflusso gastroesofageo, disturbi alla minzione, facile affaticabilita' cefalea, letargia, perdita della libido, vertigini,intolleranza a vari cibi, specie latticini e frumento,depressione, ansia...la diagnosi di questa patologia e' assai difficile ed è una diagnosi di "esclusione", ovvero vanno escluse tutte le patologie addominali che possono simularla: morbo di Crohn, Diverticoli, Neoplasie, Calcolosi biliare, Forme minime di Colite Ulcerosa, infezioni enteriche , parassitosi intestinali, Intolleranza al Lattosio, Celiachia, Ipertiroidismo, Sindrome da Malassorbimento, ed altre numerose patologie minori...la terapia...aihme', assai deludente...
1) Antispastici, in caso di dolori e regolatori della motilita' intestinale (Debridat,Spasmomen, Riabal,Rilaten...molto usato il Duspatal)
2)antidiarroici : Lopemid, Dissenten, Imodium...
3) Lassativi...pericolosi perche' possono peggiorare il quadro...comunque e' indicato l'uso di fibre, possibilmente solubili (agenti di massa), che paradossalmente possono aiutare anche contro la diarrea
3) antimeteorici per ridurre la formazione e facilitare l'espulsione dell'aria...Carbone vegetale per contrastare le fermentazioni intestinali, Simeticone (Mylicon) per l'aria nello stomaco
4) fermenti lattici per riequilibrare la flora batterica intestinale compromessa
5) enzimi pancreatici, in caso di dispepsia (digestione difficile e laboriosa)
6)qualcuno utilizza in corso di episodi diarroici, ma la cosa è controversa antibiotici topici intestinali come il Normix, il Rifacol, l'Humatin...
7)molti gasttroenterologi, alla luce delle nuove conoscenze (presenza di lieve infiammazione intestinale)utilizzano gli antiinfiammatori utilizzati nel trattamento della Colite Ulcerosa re del Crhon ,:la Mesalazina (Asacol,Pentacol)...ma non tutti gli specialisti sono in accordo
8) Antidepressivi, specie gli atipici di nuova generazione, come lo Zoloft o l'Elopram
9)ansiolitici , come il Lexotan e lo Xanax...attenzione pero', perche' possono peggiorare una stipsi o uno stato doloroso
10) regolatori della motilita' gastrointestinale come Il Domperidone (Peridon, Motilium) o la Levosulpiride (Levopraid)
Tutti questi farmaci vanno somministrati a seconda delle condizioni Attuali del paziente, modificando il dosaggio, aggiungendoli o spspendendoli a seconda dei sintomi prevalenti...
11) la Psicoterapia...A mio parere, e solo mio, la Psicoterapia serve piu' ad abituarsi a sopportare e a convivere con la malattia che non a curarla...Comunque, purtroppo non conosco psicoterapeuti in Veneto...se vuoi ti posso dare il numero di telefono di uno Psicoterapeuta delle mie parti che ti potra' consigliare...
tornando alla tua Colite...Hai eseguito il Clisma del Tenue e le biopsie seriate ed eventualmente un'ECO delle anse intestinali per escludere il Crohn?...la Biopsia rettale per la Colite Ulcerosa? le prove di intolleranza al lattosio? le prove dinamiche per valutare la motilita' della cistifellea? la ricerca degli anticorpi antigliadina ed antiedndomisio per la Celiachia?...innumerevoli coproculture, tamponi rettali per escludere infezioni croniche e parassitosi? prove di funzionalita' pancreatica, tiroidea, ? credo di si'...se sei stato visto da un Gasroenterologo...La dieta...non esiste una dieta per la cura dell'intestino irritabile...la dieta serve solo a controllare alcuni dei sintomi piu' eclatanti...se ti interessa ti posso postare alcuni alimenti concessi ed altri proibiti ...esistono poi vari rimedi alternativi, alcuni Omeopatici...esistono anche vari siti in rete , che trattano l'argomento...piuttosto interessante mi pare: www.intestinoirritabile.it potrai trovare alcuni utili consigli...ricordandoti sempre che la tua è una patologia innocua ma cronica e fastidiosissima...puo' durare anni ed anche per sempre con alti e bassi...a presto...ciao...paolo

Medico Moderatore
Torna all'inizio della Pagina

alpha
Membro Senior

Alpha


Regione: Toscana


799 Messaggi

Inserito il - 18 marzo 2004 : 11:43:09  Mostra Profilo Invia a alpha un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
grazie Paolo, interessava pure a me, risposta veramente esauriente, ciao
Torna all'inizio della Pagina

giampaolo
Medico Moderatore

vento nei capelli


Regione: Lombardia


1604 Messaggi

Inserito il - 18 marzo 2004 : 15:54:14  Mostra Profilo Invia a giampaolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
....e non solo a te[D]...ci sarebbero da scrivere interi volumi circa la Sindrome dell'Intestino Irritabie, assai facilonisticamente attribuita a cause nervose...diciamo piuttosto che gli stati ansiosi e depressivi fanno scatenare o slatentizzare la patologia...per decenni questa vera e propria malattia dell'intero apparato digerente, non solo del colon, è stata liquidata assai semplicisticamente, come colite nervosa...oggetto di seri studi solo da poco tempo...certo circola ancora e pure presso gli specialisti la teoria nervosa, ufficialmente, ma studi recenti stanno dando una spallata non indifferente a quella opinabile eziopatogenesi...ma sai, non repertando nulla agli esami strumentali (attuali) si tende ad attribuire alla psiche la causa...essendo d'altronde noti i legami tra cervello ed intestino, da un punto di vista nervoso, le conclusioni sembrerebbero ovvie...ma in realta' cosi' ovvie non sono...stati infettivi cronici, reazioni allergiche, vere e propri stati infiammatori, malassorbimento di alcune sostanze, tra cui i sali biliari, sarebbero alla base...il sistema nervoso giocherebbe un ruolo marginale...il capitolo è ancora apertissimo...ciao

Medico Moderatore
Torna all'inizio della Pagina

alpha
Membro Senior

Alpha


Regione: Toscana


799 Messaggi

Inserito il - 18 marzo 2004 : 16:54:24  Mostra Profilo Invia a alpha un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
bene a sapersi, ciao
Torna all'inizio della Pagina

veneziano
Membro Attivo

Città: ve


204 Messaggi

Inserito il - 18 marzo 2004 : 21:55:25  Mostra Profilo Invia a veneziano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
grazie mille,una risposta cosi' completa non me la sarei mai aspettata,veramente superlativa.ora sto scovando nei scaffali gli esami fatti cosi' le pongo(o ti pongo) meglio la mia situazione!!potrei intanto avere quel numero del psicoterapeuta?grazie
Torna all'inizio della Pagina

veneziano
Membro Attivo

Città: ve


204 Messaggi

Inserito il - 18 marzo 2004 : 23:32:50  Mostra Profilo Invia a veneziano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
un'altra cosa:sa come mai il ferrograd va preso alla mattina a stomaco vuoto e il benexol invece a stomaco pieno?in questi giorni che uso sti integratori la colite peggiora,puo' essere che il fatto di prendere ferrograd a stomaco vuoto sia un problema nel mio caso?nn si puo' a stomaco pieno?(avevo chiesto nella sezione chiedi all'esperto qualcosa a riguardo del ferrograd,ho visto che risponde lei anche di la' allora continuo il discorso qui visto che e' inerente alla colite)
Torna all'inizio della Pagina

giampaolo
Medico Moderatore

vento nei capelli


Regione: Lombardia


1604 Messaggi

Inserito il - 19 marzo 2004 : 10:26:28  Mostra Profilo Invia a giampaolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
caro Veneziano,dammi tranquillamente del tu...se il Ferrograd ti provoca disturbi a livello gastroenterico, si puo' provare ad assumerlo a stomaco pieno...si riduce un po' l'assorbimento, ma si riducono pure gli effetti collaterali gastrici ed intestinali...in alternativa esistono preparati meno irritanti come il Condrofer,il Glucoferro, ed altri, che puoi sostituire al Ferrograd... comunque tutti i preparati a base di ferro tanto o poco irritano le mucose dell'apparato digerente...figuriamoci in una sindrome dell'inestino irritabile...per cio' che concerne lo psicoterapeuta, ti inviero' il numero privatamente...a presto...ciao

Medico Moderatore
Torna all'inizio della Pagina

veneziano
Membro Attivo

Città: ve


204 Messaggi

Inserito il - 26 marzo 2004 : 16:02:27  Mostra Profilo Invia a veneziano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
eccomi questi sono tutti gli esami che ho fatto.alla fine ci sono anche quelli fatto da dermatologi vari per la dermatite e caduta di capelli,non centrano con la colite.cosa ne pensi?ciao e grazie!!

Esami del 15/03/99

Chimica clinica

S-AST (GOT) 17 U/L (0-40)
S-ALT (GPT) 12 U/L (0-40)
S-GAMMA-GT 15 U/L (<40)

Ematologia

Emocromo
ERITROCITI 4.94 E06/mmc (4.7-6.1)
EMOGLOBINA 14.8 g/dL (14-18)
VOLUME CELLULARE MEDIO 86 fl (80-94)
EMATOCRITO 42.48 % (42-52)
CONTENUTO MEDIO DI Hb 30.0 pg (27-31)
CONC. CORP. MEDIA DI Hb 34.8 g/dL (33-37)
LEUCOCITI 5.82 E03/mmc (4.8-10.8)

Formula leucocitaria
NEUTROFILI 50.6 % (40-70) pari a 2.94 E03/mmc (1.9-8.0)
LINFOCITI 34.5 % (19-48) pari a 2.01 E03/mmc (1.0-4.0)
MONOCITI 6.8 % (3,4-9,0) pari a 0.40 E03/mmc (0.16-0.1)
EOSINOFILI 5.2 % (0,0-0,7) pari a 0.30 E03/mmc(0.0-0.8)
BASOFILI 0.7 % (0,0-1,5) pari a 0.04 E03/mmc(0.0-0.2)
LUC 2.2 % (0,0-0,4) pari a 0.13 E03/mmc(0.0-0.4)

PIASTRINE 267 E03/mmc (150-400)

VES Ih 4 mm (1-25)

Microbiologia

ESAME COLTURALE DELLE FECI: FLORA SAPROFITA NON PATOGENA


Esami del 03/05/99

Ematologia

Emocromo
ERTROCITI 4.96 E03/mmc (4.7-6.1)
EMOGLOBINA 15.0 g/dL (14-18)
VOLUME CELLULARE MEDIO 90.3 fl (80-94)
EMATOCRITO 44.79 % (42-52)
CONTENUTO MEDIO DI Hb 30.2 pg (27-31)
CONC. CORP. DI Hb 33.5 g/dL(33-37)
LEUCOCITI 5.45 E03/mmc (4.8-10.8)

Formula leucocitaria
NEUTROFILI 46.9 % (40-74) pari a 2.56 E03/mmc (1.9-8.0)
LINFOCITI 38.0 % (19-48) pari a 2.07 E03/mmc (1.0-4.0)
MONOCITI 6.6 % (3.4-9.0) pari a 0.36 E03/mmc (0.16-1.0)
EOSINOFILI 5.9 % (0.0-7.0) pari a 0.32 E03/mmc (0.0-0.2)
BASOFILI 0.5 % (0.0-1.5) pari a 0.03 E03/mmc (0.0-0.2)
LUC 2.0 % (0.0-4.0) pari a 0.11 E03/mmc (0.0-0.4)

PIASTRINE 261 E03/mmc (150-400)

VES Ih 3 mm (1-25)

Microbiologia

ESAME COLTURALE DELLE FECI: FLORA SAPROFITA NON PATOGENA


Esami del 29/05/99

Funzionalità tiroidea

T3 FREE 2.7 pg/ml (1.5-3.5) metodo:fluoroimmunoenzimatico
T4 FREE 1.2 ng/dl (0.7-1.8) metodo:fluoroimmunoenzimatico
TSH 0.25 uUi/ml (0.25-4.50) metodo:fluoroimmunoenzimatico


Esami del 10/06/99

Immunologia

Ricerca degli autoanticorpi anti tiroide (elisa)
ANTI TIREOGLOBULINA 29 U/mL (0-100)
ANTI FRAZ. MICROSOMIALE – TPOr 43 U/mL (0-100)
RICERCA AAC NTI M. GASTRICA (IF) NEGATIVA
RICERCA AAC ANTI ENDOMISIO IgA (IF) NEGATIVA

Ricerca aac anti nucleo (if) DEB. POSITIVO 1:40
Commento: n.b.: pattern di tipo granulare

Ricerca degli anticorpi anti citoplasma del neutrofilo
RICERCA C-ANCA (PR3) (IF) NEGATIVA
RICERCA P-ANCA (IF) NEGATIVA

Ricerca anticorpi anti gliadina (if)
AC ANTI GLIADINA IgG DEBOLMENTE POSITIVO
AC ANTI GLIADINA IgA NEGATIVA

Dosaggio anticorpi anti gliadina (elisa)
AC ANTI GLIADINA IgG * 43.0 U/ml (0-25)
AC ANTI GLIADINA IgA 0.4 U/ml (0-10)

Sierologia

RICERCA ANTICORPI ANTI HELICOBATER PYLORI
Anti-IgG 38 U/mL negativo se inferiore a 80 U/mL

ANTICORPI ANTI HELICTOBATER PYLORI (TEST DI CONFERMA IN WESTERN BLOT)
Presenza di debole reattività per l’ antigene 55 kD
campione da considerarsi NEGATIVO

Microbiologia

RICERCA NELLE FECI DELLA TOSSINA DI CLOSTRIDIUM DIFFICILE: NEGATIVA
RICERCA DELL’ ENTEROTOSSINA A DELLO STAFILOCOCCO: NEGATIVA
ESAME COLTURALE DELLE FECI: FLORA SAPROFITA NON PATOGENA

Microspia

ESAME DELLE FECI
Aspetto feci formate
Colore marrone scuro
pH 7.0
Sangue occulto assente
Amido discreto numero
Fibre carnee rare
Grassi neutri assenti
Acidi grassi assenti
Saponi assenti
RICERCA DEL SANGUE OCCULTO NELLE FECI NEGATIVA


Esami del 27/07/99

Chimica clinica

S-GLUCOSIO 88 mg/dL (75-115) 4.8 mmol/L (4.1-6.3)
S-TRIGLICERIDI 87 mg/mL (<150) 0.96 mmol/L (<1.65)
S-COLESTEROLO 127 mg/mL (105-200) 3.30 mmol/L (2.7-5.2)
S-HDL-COLESTEROLO * 33 mg/dL(sup. a 40) 0.86 mmol/L (sup. a 1.04)
RATIO COLEST TOT/COLEST HDL 3.8 (inf. a 5)
S-FERRO 123mcg/dL (53-167) 22.0 micromol/L (9.5-29.9)

Chimica clinica

Esame urine completo
Esame chimico: dosaggi semiquantitativi
PH 5.5 (5.0-7.5)
GLUCOSIO 0.0 mg/dL (assente)
PROTEINE 10.0 mg/dL (0.0-20.0)
EMOGLOBINA 0.00 mg/dL (assente)
CHETONI 0.0 mg/dL (assente)
BILIRUBINA 0.0 mg/dL (assente)
UROBILINOGENO 0.2 EU/dL (0-1)
PESO SPECIFICO 1.019 (1005-1030)
Esame microscopico: per campo medio (x400)
Leucociti: 1-5 x c.m.

Ematologia

Emocromo
ERITROCITI 4.98 E06/mmc (4.7-6.1)
EMOGLOBINA 15.2 g/dL (14-18)
VOLUME CELLULARE MEDIO 89.6 fl (80-94)
EMATOCRITO 44.62 % (42-51)
CONTENUTO MEDIO DI Hb 30.5 pg (27-31)
CONC. CORP. MEDIA DI Hb 34.1 g/dL (33-37)
LEUCOCITI 6.52 E03/mmc (4.8-10.8)

Formula leucocitaria
NEUTROFILI 60.8 % (40-74) pari a 3.96 E03/mmc (1.9-8.0)
LINFOCITI 28.5 % (19-48) pari a 1.86 E03/mmc (1.0-4.0)
MONOCITI 7.0 % (3.4-9.0) pari a 0.46 E03/mmc (0.16-1.0)
EOSINOFILI 1.5 % (0.0-0.7) pari a 0.10 E03/mmc (0.0-0.8)
BASOFILI 0.4 % (0.0-1.5) pari a 0.03 E03/mmc (0.0-0.2)
LUC 1.8 % (0.0-1.5) pari a 0.12 E03/mmc (0.0-0.4)

PIASTRINE 297 E03/mmc (150-400)

VES Ih 5mm (1-25)

Immunologia

S-PROT. C REATTIVA -0.33 mg/dL (0-0.50)
S-TRANSFERRINA * 195 mg/dL (200-380)
1.9 g/L (2.0-3.8)


Esami del 25/09/99

Microscopia

ESAME PARASSITOLOGICO DELLE FECI: NEGATIVO


Esame del 27/09/99

Microscopia

ESAME PARASSITOLOGICO DELLE FECI: NEGATIVO
ESAME PARASSITOLOGICO DELLE FECI: NEGATIVO (II campione)


Esame del 28/09/99

Microscopia

ESAME PARASSITOLOGICO DELLE FECI: NEGATIVO


Esami del 29/09/99

Emocromo
LEUCOCITI 5.76 (4.8-10.8)
ERITROCITI 5.04 (4.7-6.1)
EMOGLOBINA 15.8 g/dl (14-18)
EMATOCRITO 44.2 % (42-52)
VOL. CELL MEDIO 87.8 fl (80-94)
CONT. MEDIO 31.4 Hgb pg (27-31)
CONC. MEDIA 35.7 Hgb g/dl (33-37)
RDW 12.1 % (11.5-14.5)
PIASTRINE 228 (130-400)
MPV 8.2 fl (7.2-11.1)
PDW 49.1 (25-65)
PCT
Torna all'inizio della Pagina

giampaolo
Medico Moderatore

vento nei capelli


Regione: Lombardia


1604 Messaggi

Inserito il - 26 marzo 2004 : 17:43:50  Mostra Profilo Invia a giampaolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Si' gli esami vanno complessivamente bene...mi lasciano leggermente perplesso gli Anticorpi Antinucleo debolmente positivi e la lieve infiammazione del tenue ed il fugace innalzamento degli anticorpi antigliadina... Inoltre, la prima colonscopia segnalava a livello macroscopico un aumento del pattern vascolare, con segni di infiammazione inattiva,alla biopsia... scomparsi poi alla colon successiva...segno che qualche fenomeno infiammatorio, vuoi infettivo, vuoi tossico, vuoi autoimmunitario si é verificato e poi si é esaurito, lasciando pero' una "sindrome dell'intestino irritabile"...il Gastroenterologo come ha giustficato cio?...inoltre la caduta dei capelli , se non androgenetica, puo' avere, sebbene molto lontanamente, un nesso con la colite...hai ripetuto L'esame per gli Autoanticorpi?...La dermatite e la caduta dei capelli sono comparsi incontemporanea alla colite?...Bisognerebbe sentire in proposito il parere del Dott Gigli...per la colite stai seguendo qualche terapia?...

Medico Moderatore
Torna all'inizio della Pagina

veneziano
Membro Attivo

Città: ve


204 Messaggi

Inserito il - 27 marzo 2004 : 16:55:03  Mostra Profilo Invia a veneziano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
questi erano tutti gli esami fatti in vita mia.la dermatite e la colite e' iniziata un po' dopo.il mio gatroenterologo(ormai 2 anni che non lo vedo,infatti come vedi gli esami sono vecchiotti) diceva che era solo nervoso, e da allora ho solo fatto cure naturali(vedi fiori di bach che prendo ancora adesso).
negli ultimi giorni la mia superconvinzione di essere tutto causa del nervoso si sta sgretolando.ho parlato con una conoscente di mia mamma.questa tizia ha 33 anni ed erano 10 anni che andava avanti con bruciori e dolori intestinali,era arrivata anche a perder sangue dalle feci e a fare fatica ad alzarsi dal letto.il dottore le ha diagnosticato il morbo di crohn.le avevano prescritto cortisonici e lei,contrarissima(e' un tipo molto naturalista) si e' rifiutata di prenderli e ha cominciato a leggersi libri e libri finche' e' andata dal dottor Attilio Speciani(lo conosce?dev'essere un immunologo)a milano dove ha fatto i vari test sulle intolleranze e e' risultata intollerante al frumento.ha cominciato a eliminare il frumento e quegli altri pochi alimenti a cui era intollerante e forse e' migliorata un poco ma nn molto.(sottolineo che ai vari esami del sangue fatti precedentemente nn era risultata celiaca).poi e' andata in germania dove e' stata in una clinica 5 settimane (spesa 25 milioni) dove hanno fatto tra le vari analisi anche la analisi per vedere se era celiaca,sul sangue e' risultata negativa ma sulle FECI e' risultata positiva(mi par di aver capito che le hanno detto che in Italia nn la fanno sta ricerca sulle feci).insomma e' tornata dalla germania 4 mesi fa ha eliminato tutti i cibi contenenti glutine (quindi non solo frumento ma anche farro ecc ecc)e un po' alla volta e' guarita!!!ora non ha niente!!!!e le avevano diagnosticato il crohn!!
ora non so piu' cosa pensare. pensavo di andare a milano dal dr Speciani a fare il test sulle intolleranze(si chiama DRIA mi sembra che e' diverso da quello che ho fatto io che era tramite prelievo di sangue).Pensavo di andare xche' se osserva dalle mie analisi sulle intolleranze che le ho scritto risulto intollerante al frumento(2 su un max di 4).dalle analisi allergiche l'unico alimento che non e' n.v. anche se comunque e' molto basso e' il frumento(0.68).(io avevo fatto la dieta consigliata senza frumento e senza gli altri alimenti a cui ero intollerante per 8 mesi e non e' cambiato nulla,pero' mangiavo chili di farro,non controllavo tutti gli alimenti che contenevano il glutine!!!)
Per il resto le anti-gliadine non so assolutamente come funzionano!!volevo chiederle cortesemente:
1)perche' gli esami del 10/06/99 mi e' stato prescritto Ricerca anticorpi anti gliadina (if) e Dosaggio anticorpi anti gliadina (elisa), mentre negli esami del 14/12/99 solo Dosaggio anticorpi anti gliadina (elisa)?che differenza c'e' tra i due?
2)cosa sono gli anticorpi antinucleo?cosa vuol dire pattern di tipo granulare?e' collegato all'aumento del pattern vascolare(cos'e'?) della prima colonscopia?
3)la transferrina bassa e il S-HDL-COLESTEROLO basso cosa indica?
4)nell' ANTI HELICTOBATER PYLORI (TEST DI CONFERMA IN WESTERN BLOT)vi è
presenza di debole reattività per l’ antigene 55 kD cosa significa?
5)e l'albumina un po' alta e le beta-globuline basse?
6)l'immunofissazione sierica ige a livello 301 quando il massimo e' cento cosa sta a significare?
7)negli anticorpi anti citomegalovirus c'e' scritto soggetto ricettivo cosa significa?
8)dove si vede la debole infiammazione del tenue nei miei esami che nn ci capisco molto
9)ultima cosa e piu' importante:che esami mi consiglierebbe di rifare tra questi risultati positivi o legg positivi?

chiedo scusa la lunghezza del post,ti capisco se nn riuscirai a rispondere a tutte queste questioni ma se ci proverai mi farai un grosso piacere!!ciao e grazie
Torna all'inizio della Pagina

giampaolo
Medico Moderatore

vento nei capelli


Regione: Lombardia


1604 Messaggi

Inserito il - 27 marzo 2004 : 19:27:39  Mostra Profilo Invia a giampaolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao Veneziano...vediamo un po' se riesco a rispondere ai tuoi quesiti:innanzitutto il M.di Crohn é una malattia infiammatoria cronica dell'intestino, a causa sconosciuta e che colpisce frequentissimamente il piccolo intestino(tenue), nella sua parte terminale (si chiama anche Ileite terminale o Segmentaria, perche' i tratti colpiti si alternano a tratti sani...puo' colpire anche il Colon...terapie...Cortisonici, Mesalazina (pentacol), Immunosoppressori, Infliximab...la malattia non guarisce mai definitivamente, ma la terapia é spesso in grado di controllare i sintomi...talora bisogna ricorrere alla chirurgia...nel tuo caso, pero' ho notato che gli indici infiammatori (ves, pcr) sono sempre stati bassissimi(dovrebbero essere sempre piu' o meno elevati in un Crohn attivo),non vi sono segni di Anemia,(a meno che questa non fosse gia' farmacologicamente corretta)...il Ferrograd lo assumevi gia? non vi è deficit proteico, tutti segni presenti nel Crohn...se pero' vuoi essere tranquillo al 100% puoi farti eseguire da un ecografista esperto, L'Ecografia addominale con studio della parete intestinale...puo' valutare lo spessore dell'intestino, cosa che non puo' fare la colonscopia... e darti una prima idea della presenza o meno di una malattia infiammatoria a tutto spessore, quale è il Crohn...esistono poi esami piu' impegnativi, come IL Clisma del Tenue e le Biopsie Seriate del Tenue...ma io comincerei con una assolutamente non invasiva Ecografia...comunque gli esami ematochimici non depongono in prima ipotesi per un Crohn...ripeto, pero' se hai dei dubbi...ECO...il Dott Speciani, lo conosco di fama...conoscevo il padre...si' puo' essere una buona idea...affronta queste patologie con metodiche un po' diverse...l'intolleranza al Glutine ed ai latticini, puo' essere presente anche nell'intestino irritabile...ci sono ancora legami non chiariti tra intolleranze alimentari, allergie, Intestino Irritabile...comunque in caso di Intestino Irritabile è buona norma escludere tutti gli alimenti a base di glutine...Frumento, Segale, Farro, Avena e contenenti lattosio Latte formaggi, dolciumi...per venire alle domande
1) gli anticorpi antigliadina con il metodo IF ed Elisa...il secondo è piu' preciso del primo...ed è quantitativo,cioé, dosa i livelli di anticorpi...e' stato ripetuto perche' in entrambi i test si presentava una aumento di anticorpi compatibili sebbene in modo assai blando con una Celiachia "frusta",
2)gli anticorpi Antinucleo sono Autoanticorpi (prodotti cioè dal nostro sistema immunitario , che aggrediscono le nostre cellule anziche' agenti estranei(come ad es batteri, virus,)...in definitiva il nostro organismo si comporta in modo "suicida", danneggiando le proprie cellule...(i difensori, ovvero il sistema immunitario, attacca chi dovrebbe in realta' difendere)...gli anticorpi Antinucleo possono essere la spia di malattie Autoimmunitarie, tra le quali compaiono anche alcune forme di colite
3)Il Pattern e' il"disegno", la trama vascolare...il suo aumento indica un aumentato flusso di sangue , una congestione , spesso un segno iniziale di infiammazione a lvello del rivestimento interno dell'intestino...no il pattern granulare non c'entra nulla con il pattern Vascolare...
4)l'HDL basso significa che i tuo colesterolo buono è basso, ma puo' essere dovuto a dieta, predisposizione genetica, oppure alla patologia intestinale...la transferrina è la proteina che trasporta il ferro...puo' diminuire al diminuire delle proteine... e' da mettere in relazione al minimo deficit di beta globuline, delle quali rappresenta una frazione...il deficit puo' essere messo in relazione alla patologia intestinale.comunque il deficit é minimo
5) il titolo anticorpale anti Helicobacter non è significativo per infezione da Helicobacter Pylori, un germe che causa gastrite ed Ulcera Duodenale ed in minor misura Gastrica...in definitiva vuol dire che non hai infezione da parte di questo batterio...
6) un Aumento di Albumina si puo' avere in varie patologie o causata da alcuni sintomi quali diarrea, vomito o sudorazione eccessiva...anche in questo caso pero' il valore è alterato in modo assai poco consistente e significativo...idem dicasi per il lievissimo decremento delle beta globuline...comunque una enteropatia (patologia intestinal) le puo' far diminuire...
6)L'aumento delle IGE, puo' essere spia di allergia, di infezioni parassitarie, peraltro escluse all'esame delle feci (parassitologico)...
7) il test del citomegalovirus , indica che potresti aver contratto un'infezione a causa di quel virus (infezione diffusa nella grande maggioranza della popolazione ma quasi sempre senza sintomi)...recettivo significa che non hai una copertura sufficiente di anticorpi...potresti reinfettarti...comunque, niente paura...il Citomegalovirus, diventa cattivo solo nei pazienti immunodepressi...E non è affatto il tuo caso
(8 nel referto MICROSCOPICO della Esofagogastroduodenoscopia, si cita il "Piccolo Intestino"....frammenti di mucosa del piccolo intestino,(il cosiddetto Tenue), con edema (rigonfiamento, succulenza, tanto per intenderci) e lieve Flogosi (termine tecnico dell'infiammazione)...vuol dire che tanto o poco il piccolo intestino, risultava infiammato...nel tuo caso ,poco infiammato...
9) rifarei: Autoanticorpi, con particolare riguardo agli Antinucleo, gli anticorpi antiendomisio e soprattutto Antigliadina (per il morbo Celiaco), l'elettroforesi, per scrupolo, per valutare Albumina e Beta Globuline...ripeto sono anomalie minime e trascurabili, pero' per scrupolo..., Emocromo,ves, Esame Parassitologico...ed aggiungerei un'eco delle Anse Intestinali,(é un esame relativamente recente e non invasivo)il Test al D xilosio , per valutare un malassorbimento, un esame chimico delle feci,la Chimotripsina Fecale,......poi se vuoi informazioni dettagliate circa Morbo di Crohn, Colite Ulcerosa o dieta per l'intestino irritabile, fammi sapere... Comunque, a mio avviso piu' che al Crohn, propenderei per una forma minima di Celiachia(semplice supposizione...le diagnosi serie non si fanno via Internet)...spero di averti risposto in maniera sufficiente, altrimenti richiedi...per cio' che concerne la componente nervosa; questa, gioca un ruolo importante, molto importante nell'estrinsecazione di una patologia intestinale (essendo ormai noti gli strettissimi legami tra cervello ed intestino, non a caso definito il secondo cervello...solo che, in primo luogo bisogna stare attentissimi, ad attribuire una causa psichica ad una malattia organica, in secondo luogo, alla luce delle recentissime scoperte, anche la Sindrome dell'Intestino Irritabile, da sempre prototipo di malattia Psicosomatica, non è piu' cosi' certo, anzi , non è per nulla certo che abbia una causa nervosa...i nuovi studi stanno rivolgendo le loro attenzioni ad altre cause...certamente una condizione di stress psicofisico, fa senza dubbio peggiorare i sintomi di queste patologie intestinali...

Medico Moderatore
Torna all'inizio della Pagina

veneziano
Membro Attivo

Città: ve


204 Messaggi

Inserito il - 28 marzo 2004 : 22:43:21  Mostra Profilo Invia a veneziano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
grazie mille.anch'io escluderei del tutto il crohn.grazie mille faccio gli esami e vediamo di escludere (o forse meglio speriamo di TROVARE)questa celiachia,almeno so cos'ho.ciao grazie ancora.
Torna all'inizio della Pagina

veneziano
Membro Attivo

Città: ve


204 Messaggi

Inserito il - 28 marzo 2004 : 23:13:50  Mostra Profilo Invia a veneziano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
a dimenticavo:per quanto riguarda il ferrograd lo assumo da 1 mese, mai assunto prima in vita mia,quindi gli esami nn ne erano influenzati.
Torna all'inizio della Pagina

giampaolo
Medico Moderatore

vento nei capelli


Regione: Lombardia


1604 Messaggi

Inserito il - 29 marzo 2004 : 16:07:37  Mostra Profilo Invia a giampaolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
...spero che i tuoi esami siano Tutti negativi...che sia stato un episodio transitorio...meglio l'Intestino Irritabile della Celiachia...non si sa quale sia la causa, con buona pace dei sostenitori delle teorie "nervose", non esistono cure risolutive, è assai fastidiosa, ma è anche assolutamente benigna, ovvero non evolve verso complicazioni piu' impegnative...tra i due mali meglio l'inestino "arrabbiato"...ciao...a presto

Medico Moderatore
Torna all'inizio della Pagina

veneziano
Membro Attivo

Città: ve


204 Messaggi

Inserito il - 22 aprile 2004 : 01:14:18  Mostra Profilo Invia a veneziano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ciao rieccomi qua.ho fatt gli esami per escludere la celiachia:(fra 10 gg vado a ritirare anche i risultati di un breath test che ho fatto x valutare l'intolleranza al lattosio)

Esami del 30/03/04

Dosaggio delle immunoglobuline sieriche:

S-igG 1160 mg/dL (700-1500)
G-IgA 257 mg/dL (75-380)
S-IgM 48 mg/dL (40-220)
S-IgE totali * 196 UI/ml (<100)

Immunologia

Ricerca aac anti endomisio-IGA(if):negativa

Dosaggio anticorpi anti-gliadina (elisa):

ac anti gliadina IgG 4.5 U/mL adulti<30

ac anti gliadina IgA 5.0 U/mL adulti<15

Dosaggio anticorpi anti transglutaminasi(elisa)

Anticorpi Iga 6.0 U/ml (0-25)

Risultato del test per la ricerca in biologia molecolare dell’associazione col morbo celiaco
(il test è specifico e ricerca gli eterodimeri HLA di II classe più frequentemente associati alla malattia celiaca):

Risultato:

assenza degli eterodimeri specifici SI

presenza dell’eterodimero DQB1*0201/DQA1*0501 NO

presenza dell’eterodimero DQB1*0202/DQA1*0201 NO

presenza dell’eterodimero DQB1*0302/DQA1*03 NO

1)con questi esami posso escludere assolutamente di essere celiaco?ho letto sulle FAQ di www.celiachia.com :
"Ho letto su un giornale che si esegue un nuovo test per diagnosticare la celiachia (tramite prelievo di sangue dal dito)."
Può essere utile per diagnosticare anche una celiachia latente in una bambina di 7 anni?
Risposta medica: "In effetti esiste un test con prelievo di una piccola goccia di sangue dal dito. Il test che utilizziamo è la ricerca di anticorpi anti-transglutaminasi di classe IgA e IgG. La maggior parte dei laboratori del nostro paese esegue test di analogo significato, anche se non sempre vengono ricercati gli anticorpi di classe IgG, che possono permettere di riconoscere qualche raro caso di celiachia negativo al test IgA. "

Nel mio caso non sono state rilevate le igG della transglutaminasi!!sarebbe meglio che le facessi?ma quell'esame sul dito equivale al prelievo del sangue o e' diverso?se e' diverso sai dove lo fanno?

2)cosa sarebbe il test al d xilosio x il malassorbimento di cui mi aveva scritto su? e' tramite esame del sangue?

grazie saluti






Torna all'inizio della Pagina

giampaolo
Medico Moderatore

vento nei capelli


Regione: Lombardia


1604 Messaggi

Inserito il - 22 aprile 2004 : 02:44:31  Mostra Profilo Invia a giampaolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ciao Veneziano...i tuoi esami escluderebbereo, allo stato attuale una celiachia...a parte la debole positivita' degli antigliadina, peraltro non specifici al 100% per la celiachia, eseguite alcuni anni fa, le indagini successive e le ultime, non depongono per malattia celiaca...probabilmente o uno stress, od una infezione virale o batterica, hanno slatentizzato qualche situazione dormiente, che poi è rientrata ma ha lasciato un intestino ipersensibile...a questo punto, e con esami tutti negativi, la ricerca delle igG antitransglutaminasi, sarebbero proprio una "finezza"...si', l'esame è l'equivalente dei soliti esami del sangue...non saprei dirti in quale laboratorio lo eseguono...prova a chiedere in qualche sito dedicato alla Celiachia...li', dovrebbero darti tutte le informazioni circa gli ospedali ed i laboratori di analisi che eseguono quel test in Italia...il test al D Xiloso, è un test generico, per valutare le capacita' di assorbimento dell'intestino, e non è specifico per celiachia...si bevono 25gr di Xiloso, uno zucchero e poi si fanno 2 prelievi del sangue a distanza rispettivamente di 1ora e 2 ore dall'assunzione dello zucchero e si dosa questo nel sangue...dopo 5 ore si valuta la quantita' eliminata con le urine...a questo punto, pero', direi che si tratti di un esame praticamente inutile...avrebbe un senso, se associato ad una indagine bioumorale piu' completa, e non ristretto alla sola Celiachia...direi che questi esami da te eseguiti, abbiano fugato i dubbi circa la presenza di malattia Celiaca, ed i precedenti circa il M.di Crohn...temo proprio (per tua fortuna), si tratti di una Sindrome dell'Intestino Irritabile...dico temo, perche' pur essendo una patologia assolutamente benigna, è una patologia cronica estremamente fastidiosa e contro la quale non esistono terapie veramente efficaci...la causa è sconosciuta, i fattori nervosi giocano un loro ruolo, che pero', alla luce delle attuali conoscenze sta perdendo sempre piu' importanza...pare siano in causa fenomeni allergici od infettivi, ma tutto è ancora in fase di studio...in definitiva ti trovi nella frustrante situazione di non stare bene, ma di non rilevare ai vari esami nulla di significativo...tipico della sindrome del Intestino irritabile...si continua a cercare qualche cosa che non si trova...e allora si cambia medico, si cambia ospedale, sino ad entrare in un circolo vizioso dal quale è difficile uscirne...sintomi-accertamenti, poi non ancora convinti, altri accertamenti, per non approdare a nulla...e l'intestino continua a non funzionare...e non trovando nulla si incolpa il sistema nervoso...il quale spesso va in tilt per il disturbo, e non è la causa, o almeno la sola causa della patologia...tuttavia, pur non essendo un Celiaco, l'assunzione di alimenti a base di frumento od affini puo' peggiorare la sintomatologia, quindi, direi di ridurre il piu' possibile l'assunzione di cerali a base di glutine...poi fammi sapere il risultato del breath test... una volta esclusa l'intolleranza al lattosio, se ti va, vediamo, di impostare, a grandi linee, una "terapia" almeno sintomatica, attingendo ai vari farmaci che ho citato in uno dei post precedenti...ciao...a presto

Medico Moderatore
Torna all'inizio della Pagina

veneziano
Membro Attivo

Città: ve


204 Messaggi

Inserito il - 27 luglio 2004 : 00:09:50  Mostra Profilo Invia a veneziano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ho fatto anche un breath test all'idrogeno per intolleranza al lattosio.il risultato e' il seguente:

Il test di tolleranza al lattosio è risultato patologico per presenza di un doppio picco a 8 e 25 ppm con deflessione intermedia a 3 ppm,su una linea basale di 3.
Prima di concludere per intolleranza al lattosio utile eseguire un lattulosio H2 BT per escludere la presenza di una contaminazione batterica intestinale.

Ho eseguito quindi il H2 lattulosio BT il cui risultato e':

Il test per ricerca di contaminazione batterica intestinale è risultato negativo con un singolo picco di 16 ppm su una linea basale di 1
Conclusioni:Esame normale. Alla luce di questo esame si puo’ concludere che il precedente H2 lattosio era compatibile con l’intolleranza al lattosio

sono affidabili secondo lei questi risultati?ma dovro' elimininare il lattosio per sempre?perche' un medico mi ha detto di si' un altro di no stavo facendo una statistica....grazie saluti...
Torna all'inizio della Pagina

giampaolo
Medico Moderatore

vento nei capelli


Regione: Lombardia


1604 Messaggi

Inserito il - 28 luglio 2004 : 02:21:29  Mostra Profilo Invia a giampaolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
SI', Veneziano, gli esami eseguiti sono piuttosto attendibili...la negativita' del test al lattulosio, esclude automaticamente una contaminazione batterica o sovracresita batterica intestinale (situazione possibile in alcune patologie intestinali con alterazioni del transito)...pertanto é positivo l'esame per l'intolleranza al lattosio...spesso in corso di patologie infiammatorie intestinali, di intestino irritabile, compare intolleranza ai latticini, o viceversa, un'intolleranza puo? causare sintomi che simulano un intestino irritabile...direi che sia opportuno stare alla larga per un po'di tempo da latte e derivati...piu' avanti si puo' a titolo di prova reintrodurre piccole quantita' di latticini, nel tentativo di "rigenerare" l'enzima lattasi, deputato alla scissione del lattosio...in alcuni casi, l'intolleranza é transitoria, in altri é devinitiva, dovendosi pertanto escludere per sempre il consumo di latte e derivati...Ciao

Medico Moderatore
Torna all'inizio della Pagina

veneziano
Membro Attivo

Città: ve


204 Messaggi

Inserito il - 29 settembre 2004 : 20:49:42  Mostra Profilo Invia a veneziano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Fatta la dieta per il lattosio ma nessun risultato.
Un mese fa la mia ragazza si è presa la candida e ho pensato:e se l'avessi trasmessa io a lei?ho fatto gli esami delle feci con risultati:

esame colturale delle feci: numerose colonie di Candida Albicans

ricerca campylobacter feci: negativa

esame culturale delle feci(ricerca dei miceti) POSITIVA

esame parassitologico delle feci: negativa

Il dottore mi ha dato come cura sporanox 100mg una pastiglia al giorno dopo i pasti.

Quindi:

può essere che questa colite che ho da 4 anni sia dovuta alla Candida,cioè che mi porto dietro questo fungo da 4 anni?O è più probabile che la candida sia una cosa recente che nn abbia niente a cui vedere?

Inoltre:

volevo chiederle una cosa: può essere che questa dermatite che ho da 4 anni (che nn mi va via in nessuna maniera ne' con locoidon e menovis ne' con altre lozioni e neanche cambiando shampoo) sia dovuta alla Candida?cioè secondo lei può esserci correlazione tra candida sulle feci e dermatite e tra candida sulle feci e colite?

saluti e grazie mille!!
Torna all'inizio della Pagina

Claudia
Mentor

garfield


Regione: Estero


17213 Messaggi

Inserito il - 30 settembre 2004 : 14:13:59  Mostra Profilo Invia a Claudia un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Caro Veneziano,
la Candida è una brutta bestia, soprattutto se diventa sistemica.
Credo che possa benissimo essere la causa di tutti i tuoi guai..
leggi questo link:
http://www.lauraquinti.net/Articoli/Candida%20albicans.htm
baci
Claudia

Ricordatevi di consultare la homepage www.calvizie.net
e di leggere la Netiquette http://www.ieson.com/topic.asp?TOPIC_ID=46233
Torna all'inizio della Pagina

Cleopatra
Moderatore

Cleopatra_pensa


Regione: Campania


8821 Messaggi

Inserito il - 01 ottobre 2004 : 01:28:27  Mostra Profilo Invia a Cleopatra un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Caro veneziano
come ha detto Claudia la candida è davvero un "nemico" insidioso e fastidioso...
Non molto tempo fa ho letto un articolo in cui si asseriva che la dermatite, specie nelle forme a tipo intertrigine, si può complicare con infezioni da Candida...in questi casi la terapia è di solito più soppressiva che curativa...

Riguardo la correlazione tra candida e colite ho trovato questo articolo nel quale viene proprio evidenziato il rapporto tra il fungo ed il colon irritabile...

http://www.sindromecolonirritabile.org/candida.html

in bocca al lupo e tienici informati...

Cleop..

- Solo chi ha il caos dentro di se può generare una stella -
Torna all'inizio della Pagina

giampaolo
Medico Moderatore

vento nei capelli


Regione: Lombardia


1604 Messaggi

Inserito il - 07 ottobre 2004 : 00:50:15  Mostra Profilo Invia a giampaolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
concordo assolutamente,con Claudia e Cleopatra, nonche', con il tuo sospetto...la Candida Albicans, è uno dei patogeni sospettati nella genesi della Sindrome dell'Intestino Irritabile...non ci sono ancora certezze assolute su questa fastidiosa patologia, che man mano passa< il tempo e si approfondiscono e conoscenze, appare assai meno imputabile solo a cause nervose...

Medico Moderatore
Torna all'inizio della Pagina

Cleopatra
Moderatore

Cleopatra_pensa


Regione: Campania


8821 Messaggi

Inserito il - 14 ottobre 2004 : 21:24:28  Mostra Profilo Invia a Cleopatra un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Veneziano
non ci hai fatto più sapere nulla... come va la tua colite? hai risolto almeno in parte il problema??

A presto
Cleop...

- Solo chi ha il caos dentro di se può generare una stella -
Torna all'inizio della Pagina

omega
Membro Attivo

hamilton_3_alto


Regione: Marche


380 Messaggi

Inserito il - 23 ottobre 2004 : 21:55:20  Mostra Profilo Invia a omega un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ciao
concordo sulla possibile influenza della candida sulla patogenesi della tua colite

vai a vedere anche questo sito www.psoriasi.org

ho letto molte pubblicazioni su questo parassita

io ti consiglio di fare una dieta ad eliminazione di carboidrati raffinati e lieviti per qualche settimana e di assumere due prodotti del Dr Giorgini:
il LICHENE, che contiene estratti di lichene islandico e usnea barbata, che contengono acido usnico ad azione antibatterica ed antimicotica

ed un prodotto specifico per la colite che è AGARVIS

per la componente psichica di dovresti trovare bene con un supplemento a base di magnesio tipo MAGNESIUM COMPOSITUM o MAGNESIO CLORURO sempre del Dr. Giorgini

ciao e fammi sapere
Torna all'inizio della Pagina

giampaolo
Medico Moderatore

vento nei capelli


Regione: Lombardia


1604 Messaggi

Inserito il - 26 ottobre 2004 : 01:25:22  Mostra Profilo Invia a giampaolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
nella genesi della colite spstica, o colite nervosa o sindrome del colon irritabile oppure, come si etichetta oggi "sindrome dell'intestino irritabile", sono sospettati vari fattori, dei quali, nessuno, ha fino ad ora trovato una conferma definitiva...sino a pochi anni or sono, si attribuiva questa fastidiosissima ed invalidante, quanto assolutamente benigna patologia, una causa nervosa...ovvero, gli stress psichici, si "scaricavano" sull'intestino, causandone il malfunzionamento cronico...alla luce delle nuove conoscenze, il fattore nervoso, sta perdendo sempre piu' valore, mentre si stanno ipotizzando altre cause . Tra queste:
1) disordini della motilita' gastrointestinale legati a deficit di serotonina, un mdiatore chimico, presente nel sistema nervoso centrale e nei nervi dell'apparato digerente
2) infezione da Mycobatteri atipici
3)infezione da Candida Albicans
4)Stato di intossicazione cronica da mercurio contenuto nelle amalgame dentarie
4)Intolleranze ed allergie ad alimenti o sostanze varie
5)Intolleranza al fruttosio
6)Disbiosi intestinale, con sovvertimento della normale flora batterica
7)Alterazioni neuroendocrine e alterazione degi ormoni deputati al controllo dell'apparato gastrointestinale
8)misconosciute parassitosi intestinali...questo per citare solo alcune cause sospette della patologia, che va affrontata da piu' angolazioni...la Candidosi, comunque, a mio pare, puo' giocare un ruolo importante, se non assoluto...ciao

Medico Moderatore
Torna all'inizio della Pagina

Cleopatra
Moderatore

Cleopatra_pensa


Regione: Campania


8821 Messaggi

Inserito il - 27 ottobre 2004 : 16:30:28  Mostra Profilo Invia a Cleopatra un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grazie giampaolo
per gli "aggiornamenti" di cui ci rendi sempre partecipi con la tua professionalità!

Un abbraccio
Cleop...

- Solo chi ha il caos dentro di se può generare una stella -
Torna all'inizio della Pagina

giampaolo
Medico Moderatore

vento nei capelli


Regione: Lombardia


1604 Messaggi

Inserito il - 28 ottobre 2004 : 00:30:01  Mostra Profilo Invia a giampaolo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
grazie a te, Cleopatra, che hai la cortesia, di leggere i miei spesso noiosissimi posts...un carissimo saluto ed un bacio

Medico Moderatore
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
IESON - la community anticalvizie © 2000-2002 Snitz Communications Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 1,14 secondi. Versione 3.4.07 by Modifichicci - Herniasurgery.it | PlatinumFull - Distribuito Da: Massimo Farieri - www.snitz.it | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.07