IESON - la community anticalvizie - La calvizie aumenta rischio malattie cardiache
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Sanbimu
Nuovo Membro



31 Messaggi

E' una notizia di poco fa che un gruppo di scienziati Giapponesi avrebbe scoperto che chi soffre di calvizie androgenetica avrebbe un rischio maggiore di sviluppare problemi cardiaci.
In particolare si è trattato di sei studi uniti che hanno coinvolto circa 37000 persone ed ha dimostrato che chi sviluppa una calvizie, principalmente nella zona del crown (il frontale sembrerebbe non essere determinante) ha un aumento di rischio che va dal 32% all'84% di soffrire di problemi cardiovascolari (la diversa percentuale a quanto ho capito dipende dalla "ferocia" della calvizie, più ce l'hai da giovane peggio è).
Tomohide Yamada, responsabile dello studio, dice: "Abbiamo trovato un legame significativo, benché modesto, legame tra la calvizie e la cardiopatia coronarica. Pensiamo che ci sia un'associazione ma non così forte come altre già note quali fumo, obesità, elevati livelli di colesterolo e pressione sanguigna alta", inoltre pur affermando che sono necessari ulteriori studi sulla questione suggerisce a chi è affetto da calvizie di darci dentro maggiormente rispetto a chi non ne soffre con uno stile di vita sano.

bb
Membro Attivo



405 Messaggi

Inserito il - 05 aprile 2013 : 22:07:22 Invia a bb un Messaggio Privato Rispondi Quotando
questo come andrebbe inteso? "Abbiamo trovato un legame significativo, benché modesto".
in definitiva, a noi poveri agati, non resta che metterci il cuore in pace. è proprio il caso di dirlo.
Torna all'inizio della Pagina

foxtròt
Membro Senior



514 Messaggi

Inserito il - 05 aprile 2013 : 23:04:51 Invia a foxtròt un Messaggio Privato Rispondi Quotando
mica tanto in pace...
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31279 Messaggi

Inserito il - 06 aprile 2013 : 11:02:57 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
La notizia non è nuova, o meglio, gli studi c'erano già in questo senso, però mi pare che ora sia stata enfatizzata, forse perché l'allarmismo ui media paga sempre in termini di "audience".

Più che altro bisogna mettersi l'animo in pace perché alla fine si muore quasi sempre di 2-3 cause principali e questa è una di quelle...ma i grandi vecchi sono in larghissima maggioranza calvi....

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Sanbimu
Nuovo Membro



31 Messaggi

Inserito il - 06 aprile 2013 : 18:35:41 Invia a Sanbimu un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ho anche trovato che secondo alcuni questo legame tra aga e rischio malattie cardiovascolari ci sono diverse tra possibili cause come la possibilità di resistenza all'insulina, un precursore del diabete, un possibile stato d'infiammazione cronica, l'aumento alla sensibilità al testosterone.
Io so che sul legame aga e diabete se ne era già discusso, o sbaglio? Mentre questa cosa dell'infiammazione cronica non l'avevo mai sentita.
Girando sulla rete però ho trovato questo: http://www.hairloss-research.org/february1.html
Voi che ne pensate?
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31279 Messaggi

Inserito il - 07 aprile 2013 : 12:15:34 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Sì la calvizie è stata collegata a un sacco di problemi, ma sono anche un po' delle forzature medico-statistiche, chiaro che essendo di origine genetica sono coinvolti geni che hanno ricadute anche in altri campi, non puramente estetici. Va anche detto che però questi studi di solito parlano di "calvizie precoce" e penso intendano una calvizie avanzata che si attua a vent'anni, non i diradamenti che avvengono quasi sempre più i là negli anni.

Ad ogni modo la prevenzione è sempre una buona cosa e non bisogna aspettare di essere calvi per farla

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Marmotta
Membro Attivo

marmotta



446 Messaggi

Inserito il - 21 aprile 2013 : 22:10:48 Invia a Marmotta un Messaggio Privato Rispondi Quotando
c'è anche lo stress che incide sui capelli e quello è considerato?
Torna all'inizio della Pagina

Jackbrown
Membro Senior

riporto



598 Messaggi

Inserito il - 23 aprile 2013 : 22:27:21 Invia a Jackbrown un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Secondo me perchè molti calvi soffrendo della loro calvizie vivono in una specie di costante depressione favorendo l'insorgenza di problemi cardiaci.
sto cercando i miei capelli
Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata