IESON - la community anticalvizie - i capelli fanno la differenza
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva

Nico Problem
Membro Attivo


Regione: Umbria


342 Messaggi

Guardando la notte degli Oscar mi sorge uno spunto per una riflessione. Brad Pitt 50 anni ancora immortale soprattutto nella capigliatura che può fare e cambiare a suo piacimento, pensare che tra lui e Toni Servillo ci sono 4 anni di differenza fa rabbrividire. Jared Leto 42 anni e capelli da 18enne, John Travolta anche se con un vistoso parrucchino sembra ancora decente,senza dubbio al naturale rasato perderebbe molto del suo fascino, Ewan McGregor con capelli lunghi e folti a 43 anni sarebbe anonimo e brutto senza. Se fossero stati calvi come Servillo, Verdone o il giovane Vaporidis sarebbero ancora li ad interpretrare qualsiasi personaggio e a rappresentare uomini che invecchiano ma non cambiano nella sostanza? ... Pensarmi e vedermi completamente calvo a 30 anni mi toglierà molte possibilità? Mantenere la propria capigliatura nel tempo è si questione di fortuna ma anche un vantaggio per rilanciarsi sempre nella vita. Se la calvizie fosse "debellata" molti di noi avrebbero più possibilità. E' l'anonimato di una rasatura la cosa che più mi spaventa, la perdita di parte della propria personalità esteriorizzata.

Nico Problem
Membro Attivo


Regione: Umbria


342 Messaggi

Inserito il - 04 marzo 2014 : 20:43:01 Invia a Nico Problem un Messaggio Privato Rispondi Quotando
...dimenticavo il vincitore Matthew McConoughey che senza trapianto di capelli e toppik a manciate non so se sarebbe riuscito ad alzare la statuetta ma credo che non avrebbe neanche più lavorato prprio come attore.
Torna all'inizio della Pagina

nonlosoaaa
Membro Senior

pollo



696 Messaggi

Inserito il - 05 marzo 2014 : 00:45:46 Invia a nonlosoaaa un Messaggio Privato Rispondi Quotando
in parte magari è anche vero, però allora con questo discorso perchè non ti compri una bella parrucca come fanno i tuoi miti di hollywood?
Torna all'inizio della Pagina

ilkraken
Mentor

The Kraken



1480 Messaggi

Inserito il - 05 marzo 2014 : 18:48:28 Invia a ilkraken un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Non sono d'accordo, secondo me leto e mcconoughey avrebbero vinto l'oscar in ogni caso, in Dallas Buyers Club sono entrambi incredibili. E penso anche che l'Accademy e,piu in generale, il cinema, non snobbi le persone tricologicamente sfortunate. È vero per un cinema d un certo tipo, è chiaro se si vuole girare un film romantico o commerciale per la parte del bello non verra mai scelto un calvo. Ad esempio uno dei miei attori preferiti è Kevin Spacey che è stato premiato con ben 2 statuette. Toni Servillo è stato pluripiemato diverse volte anche se nn agli oscar. Diverso è il discorso del mesaggio che riceviamo dal mondo delle star. Se infatti unofa il terribile errore di pensare che gli attori siano i rappresentanti sullo schermo delle persone realipensa che la calvizie sia assolutamente da nascondere come conferma l'alto numero di trapianti e parrucche. Inoltre fate caso alla grande bellezza se l'avete visto. Toni servillo che fa la parte dell uomo consumato dalla bella vita, uomo carismatico e attraente anche a una certa età e che riesce ancora a sedurre donne piu ggiovani con facilità. Beh se ci fate caso nel film ha una parrucca(bianca). Diverso è il caso della parte di verdone, impacciato con le donne, il classico 50enne "affamato di xxxx", beh secondo me non è un caso che l'abile Sorrentino non l'abbia dotato di parrucca come nel caso di Jep Gambardella (toni servillo).
Torna all'inizio della Pagina

Nico Problem
Membro Attivo


Regione: Umbria


342 Messaggi

Inserito il - 05 marzo 2014 : 19:47:53 Invia a Nico Problem un Messaggio Privato Rispondi Quotando
è lo stereotipo contemporaneo di bellezza che va rivisto. Le stelle del cinema passato invecchiavano naturalmente anche nella capigliatura rimanendo comunque molto affascinanti e divenendo un esempio dignitosissimo da seguire per il pubblico che invecchia assieme a loro. Ora l'involucro da rappresentare è più importante del carisma del personaggio e della sua bravura. Ora chi invecchia naturalmente non fa più film. Ditemi un attore di fama calvo al di sotto dei 30 anni.
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8468 Messaggi

Inserito il - 06 marzo 2014 : 13:45:09 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
concordo con Ilkraken e inoltre mi riservo di chiedere che significa "invecchiare naturalmente"? che se si mantengono i capelli si è "innaturali", ma per favore...
Chapeau per Leto, è un bell'uomo e un attore talentuoso, buon per lui.
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31279 Messaggi

Inserito il - 06 marzo 2014 : 14:21:14 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Guardare al mondo dello spettacolo è fuorviante per definizione...

Ricordo uno dei primi manuali di medicina che ho avuto tra le mani 30 e passa anni fa, contro la calvizie consigliava il trapianto dei capelli per "esigenze professionali"...

Nel mondo dello spettacolo ci si trucca normalmente e si aggiungono parrucche e toppik a seconda delle esigenze, proprio Verdone è stato maestro, nonostante l'aga, nel dar vita a tanti personaggi alcuni anche con molti capelli (li ricorderete certamente, erano i più "tarri"...).

Credo che per queste loro caratteristiche professionali gli attori siano quelli che si preoccupano meno della propria calvizie, a meno che non siano condannati a recitare sempre il ruolo di "belli", ma questi sono una minoranza.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Nico Problem
Membro Attivo


Regione: Umbria


342 Messaggi

Inserito il - 06 marzo 2014 : 14:27:43 Invia a Nico Problem un Messaggio Privato Rispondi Quotando
invecchiare naturalmente significa mantenere i propri tratti caratteristici immutati nel tempo anche se leggermente variati (incanutimento, rughe, stempiatura) ma non perderli del tutto o modificarli o addirittura nasconderli, dopo c'è chi ha più fortuna genetica non lo escludo. E' l'accettazione dell'esteriorità e l'elevazione dell'interiorità che manca. Purtroppo la calvizie, patologia genetica ereditaria, toglie una caratteristica somatica visibile e importante che contraddistingue oltre alla giovinezza di una persona la propria riconoscibilità e esteriorizzazione di personalità. Caparezza con problemi di calvizie e quindi costretto a rasarsi sarebbe lui?, Thor interpretato da un attore calvo o al massimo con capelli "naturali" per un 40enne sarebbe lui? ecc ecc. Il mio discorso era cmq un altro; io intendevo far notare come la perdita dei capelli soprattutto in giovane età sia nel XXI secolo motivo di mancanta presa in considerazione per molti ruoli nella vita sociale. Io non vedo nella vita reale così tanti capelloni dopo i 30 anni, anzi. Oltre questo c'è anche molta disinformazione a riguardo. E' una problematica grave soprattutto psicologicamente che tende ad essere nascosta piuttosto che affrontata con sincerità ed accettata, è un taboo anche perchè purtroppo irrisolvibile? Il popolo dei calvi che comprende quasi la metà degli uomini in generale nel mondo, è forse una categoria da scartare? Anche in politica purtroppo l'immagine sta battendo di gran lunga il contenuto, figuraìiamoci nel mondo dello show business.
Scusate ragazzi forse sto andando fuori tema, la mia era solo una costatazione dovuta alla frustrazione. Fatto sta che una trasmissione radiofonica come The Bald Truth in Italia non esiste e credo che mai si farà!
Torna all'inizio della Pagina

Nico Problem
Membro Attivo


Regione: Umbria


342 Messaggi

Inserito il - 06 marzo 2014 : 15:10:38 Invia a Nico Problem un Messaggio Privato Rispondi Quotando
resta il fatto che tutti noi, discorsi filosofici e constatazioni elevate a parte, vorremmo che il forum chiuda definitivamente perchè la calvizie non esiste più o che almeno si trasformi in un forum di parrucchieri :D...
Credo che non vi dispiacerà neanche a voi admin. se il forum fosse inutile e poco frequentato come un forum che parla del vaiolo :D
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8468 Messaggi

Inserito il - 06 marzo 2014 : 15:11:19 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
>>la calvizie, patologia genetica ereditaria, toglie una caratteristica somatica visibile e importante che contraddistingue oltre alla giovinezza di una persona la propria riconoscibilità e esteriorizzazione di personalità. Caparezza con problemi di calvizie e quindi costretto a rasarsi sarebbe lui?

é un ragionamento che non tiene. Tu citi Caparezza, io potrei citarne altri pelati e felici (beninteso io so per certo che non lo sarei ma sarebbe un mio problema soggettivo, non oggettivo). Citi Thor, ma anche li ci sono esempi di attori con pochi capelli e molto carisma (Marlon Brando in Apocalypse now)
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

Nico Problem
Membro Attivo


Regione: Umbria


342 Messaggi

Inserito il - 06 marzo 2014 : 15:24:09 Invia a Nico Problem un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marlon Brando rientra in quella tipologia di attori che dicevo appunto del passato che vista l'immenso fascino, personalità e bravura non ha dovuto mascherare il proprio naturale invecchiamento e la propria calvizie, accettandola e divenendo un icona al pari di Sean Connery ed altri. Ora chi lo può fare? Di Caprio senza capelli, Brad Pitt? ... Jude Law forse è l'unico che mostra una stempiatura evidente senza vergogna e riesce a fare più ruoli. Sono cambiati gli uomini e le donne reali oltre agli attori e nel XXI secolo non c'è interesse per i calvi.
Torna all'inizio della Pagina

ilkraken
Mentor

The Kraken



1480 Messaggi

Inserito il - 06 marzo 2014 : 17:00:25 Invia a ilkraken un Messaggio Privato Rispondi Quotando
penso che i capelli siano una parte del nostro corpo molto comunicativa. Acconciandoli diversamente si possono trasmettere diverse caratteristiche dell'individuo. L'attore è colui che deve comunicare con il pubblico e i capelli in molti casi sono importantissimi a questo fine. Il mondo del cinema non ci aiuta affatto a far sembrare la calvizia una cosa normale e "buona". Non è un caso che molti cattivi del cinema e nei romanzi siano calvi secondo me: Voldemort, il cattivo di GuerreStellari, Lex Luthor...
Torna all'inizio della Pagina

ilkraken
Mentor

The Kraken



1480 Messaggi

Inserito il - 06 marzo 2014 : 17:03:12 Invia a ilkraken un Messaggio Privato Rispondi Quotando
ma poi avete visto il cartone d'animazione "Cattivissimo Me" 1 e 2 chi sono i cattivi in tutti e 2 i film???
http://www.pianetahobby.it/blog/wp-content/uploads/2013/11/cattivissimo-me-gru.jpg
e
http://blog.chili-tv.it/wp-content/uploads/2013/03/megamind.jpg
Torna all'inizio della Pagina

More88
Membro Attivo



114 Messaggi

Inserito il - 06 marzo 2014 : 20:27:41 Invia a More88 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Matthew McConoughey parla di sto prodotto regenix (mi pare) qualcuno ne sa qualcosa? scusate l'OT
Torna all'inizio della Pagina

Nico Problem
Membro Attivo


Regione: Umbria


342 Messaggi

Inserito il - 07 marzo 2014 : 00:15:10 Invia a Nico Problem un Messaggio Privato Rispondi Quotando
i calvi sono tutti cattivi negli stereotipi perchè effettivamente soffrono di una grande privazione senza possibilità di farci niente :( ... IO NON SONO CATTIVO ma rischio di diventarci!
Torna all'inizio della Pagina

jamesflipper
Mentor

Actor


Regione: Veneto


3244 Messaggi

Inserito il - 07 marzo 2014 : 08:04:37 Invia a jamesflipper un Messaggio Privato Rispondi Quotando
ilkraken ha scritto:

penso che i capelli siano una parte del nostro corpo molto comunicativa. Acconciandoli diversamente si possono trasmettere diverse caratteristiche dell'individuo. L'attore è colui che deve comunicare con il pubblico e i capelli in molti casi sono importantissimi a questo fine. Il mondo del cinema non ci aiuta affatto a far sembrare la calvizia una cosa normale e "buona". Non è un caso che molti cattivi del cinema e nei romanzi siano calvi secondo me: Voldemort, il cattivo di GuerreStellari, Lex Luthor...

Quoto e quindi i capelli la differenza, in un senso o nell'altro, la fanno eccome!
No fina no party
Torna all'inizio della Pagina

kakaroth86
Mentor


Regione: Veneto


2956 Messaggi

Inserito il - 13 marzo 2014 : 11:05:21 Invia a kakaroth86 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
ilkraken ha scritto:

penso che i capelli siano una parte del nostro corpo molto comunicativa. Acconciandoli diversamente si possono trasmettere diverse caratteristiche dell'individuo. L'attore è colui che deve comunicare con il pubblico e i capelli in molti casi sono importantissimi a questo fine. Il mondo del cinema non ci aiuta affatto a far sembrare la calvizia una cosa normale e "buona". Non è un caso che molti cattivi del cinema e nei romanzi siano calvi secondo me: Voldemort, il cattivo di GuerreStellari, Lex Luthor...


Esatto.
Chiaro che il mondo dello spettacolo NON dev'essere visto come una rappresentazione della realtà... ma finchè vedi che il "cattivo" di turno viene spesso rappresentato pelato al quale gli si contrappone SEMPRE il "buono" capellone è chiaro che a livello inconscio ti viene da pensare che essere calvi sia un male o comunque una cosa difficilissima da accettare nella società.

Che poi per me in realtà non è solo un discorso del "cattivo calvo vs buono capellone" ma più che altro lo spettacolo ti va vedere il calvo come fosse quasi un oggetto di derisione da essere preso per i fondelli a vita.
Mi viene da pensare allo show di circa una ventina d'anni fa "Benny Hill" dove il calvo si beccava sempre sberle sulla pelata...
+--- Terapia Attuale ---+

* Finasteride (0,5 mg al giorno dal 15/01/2015)
* Minoxidil 5% + Antiandrogeni topici (7 gg la settimana dal 20/04/11)


Torna all'inizio della Pagina

kakaroth86
Mentor


Regione: Veneto


2956 Messaggi

Inserito il - 13 marzo 2014 : 11:08:50 Invia a kakaroth86 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Messaggio di Nico Problem

Guardando la notte degli Oscar mi sorge uno spunto per una riflessione. Brad Pitt 50 anni ancora immortale soprattutto nella capigliatura che può fare e cambiare a suo piacimento, pensare che tra lui e Toni Servillo ci sono 4 anni di differenza fa rabbrividire. Jared Leto 42 anni e capelli da 18enne, John Travolta anche se con un vistoso parrucchino sembra ancora decente,senza dubbio al naturale rasato perderebbe molto del suo fascino, Ewan McGregor con capelli lunghi e folti a 43 anni sarebbe anonimo e brutto senza. Se fossero stati calvi come Servillo, Verdone o il giovane Vaporidis sarebbero ancora li ad interpretrare qualsiasi personaggio e a rappresentare uomini che invecchiano ma non cambiano nella sostanza? ... Pensarmi e vedermi completamente calvo a 30 anni mi toglierà molte possibilità? Mantenere la propria capigliatura nel tempo è si questione di fortuna ma anche un vantaggio per rilanciarsi sempre nella vita. Se la calvizie fosse "debellata" molti di noi avrebbero più possibilità. E' l'anonimato di una rasatura la cosa che più mi spaventa, la perdita di parte della propria personalità esteriorizzata.


Sarà anche brutto da dire ma per me hai azzeccato in pieno.
Alcuni attori che hai citato sono bravi effettivamente eppure scommetto che molti di essi senza la loro famosa chioma non avrebbero mai avuto lo stesso successo Brad Pitt in primis.

E fai un'osservazione importante... quale attore famoso calvo conoscete che abbia meno di 30 anni? io zero... e parlo di PELATI e non di RASATI.

Che poi se guardiamo anche i calvi famosi dopo i 30 anni non è che ce ne siamo poi molti nel mondo dello spettacolo che vengano al tempo stesso considerati affascinanti...
il primo che mi viene in mente è Bruce Willis e (forse) Jason Statham ma poi?
+--- Terapia Attuale ---+

* Finasteride (0,5 mg al giorno dal 15/01/2015)
* Minoxidil 5% + Antiandrogeni topici (7 gg la settimana dal 20/04/11)


Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8468 Messaggi

Inserito il - 13 marzo 2014 : 11:31:59 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
john Malkovich? comunque ce ne sono moltissimi. Alcuni hanno anche usato il parrucchino.
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

Nico Problem
Membro Attivo


Regione: Umbria


342 Messaggi

Inserito il - 13 marzo 2014 : 12:17:17 Invia a Nico Problem un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ragazzi dopo i 40 la calvizie è più accettata e compresa e ci credo che Bruce Willis, Jason Statham, John Malcovich e co. sono ben accettati e considerati. Ma provate a lanciarvi nel show bussines a 25 anni già calvo. Ditemene uno!
Torna all'inizio della Pagina

kakaroth86
Mentor


Regione: Veneto


2956 Messaggi

Inserito il - 13 marzo 2014 : 17:18:28 Invia a kakaroth86 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Nico Problem ha scritto:

Ragazzi dopo i 40 la calvizie è più accettata e compresa e ci credo che Bruce Willis, Jason Statham, John Malcovich e co. sono ben accettati e considerati. Ma provate a lanciarvi nel show bussines a 25 anni già calvo. Ditemene uno!


quoto.
+--- Terapia Attuale ---+

* Finasteride (0,5 mg al giorno dal 15/01/2015)
* Minoxidil 5% + Antiandrogeni topici (7 gg la settimana dal 20/04/11)


Torna all'inizio della Pagina

Nico Problem
Membro Attivo


Regione: Umbria


342 Messaggi

Inserito il - 13 marzo 2014 : 20:01:30 Invia a Nico Problem un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Adesso azzardo con una triste cavolata e verrò massacrato per questo: nella vita normale, semplice, felice e spensierata la calvizie non conta poi tanto, è naturale, è irreversibile e ti permette di fare comunque qualsiasi cosa tu voglia. La calvizie è un problema serio e non trascurabile per chi vuole qualcosa di più nella vita per chi ha una sensibilità più marcata e una fragilità diversa. Per quelli a cui piace piacersi e piacere sempre in ogni situazione. Per coloro che fanno dei capelli uno status simbol personale, una caratteristica irrinunciabile un motivo di bellezza e una corazza da esibire. Perdere i capelli è un pò come scoprirsi improvvisamente spacciati, vecchi, chiusi in una gabbia, non potersi rinnovare mai ma accettare la normalità. E' standardizzarsi in un contesto che magari non ci rispecchia come quello dignitosissimo dell'uomo rasato. Tutto questo magari è valido per chi non ha una personalità spiccata al di là dell'aspetto e non affronta le cose con coraggio. Ma guardarsi allo specchio e scoprirsi cmq immutati da una forza in più per poter affrontare la vita. E' questo non avere le stesse possibilità degli altri che fa rabbia il sentirsi leggermente più sxxxxti, è entrare in una condizione fantozziana della vita che di certo non fa piacere... Poi ripeto questo è solo uno sfogo.
Torna all'inizio della Pagina

ilkraken
Mentor

The Kraken



1480 Messaggi

Inserito il - 13 marzo 2014 : 21:39:11 Invia a ilkraken un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Nico Problem ha scritto:

Adesso azzardo con una triste cavolata e verrò massacrato per questo: nella vita normale, semplice, felice e spensierata la calvizie non conta poi tanto, è naturale, è irreversibile e ti permette di fare comunque qualsiasi cosa tu voglia. La calvizie è un problema serio e non trascurabile per chi vuole qualcosa di più nella vita per chi ha una sensibilità più marcata e una fragilità diversa. Per quelli a cui piace piacersi e piacere sempre in ogni situazione. Per coloro che fanno dei capelli uno status simbol personale, una caratteristica irrinunciabile un motivo di bellezza e una corazza da esibire. Perdere i capelli è un pò come scoprirsi improvvisamente spacciati, vecchi, chiusi in una gabbia, non potersi rinnovare mai ma accettare la normalità. E' standardizzarsi in un contesto che magari non ci rispecchia come quello dignitosissimo dell'uomo rasato. Tutto questo magari è valido per chi non ha una personalità spiccata al di là dell'aspetto e non affronta le cose con coraggio. Ma guardarsi allo specchio e scoprirsi cmq immutati da una forza in più per poter affrontare la vita. E' questo non avere le stesse possibilità degli altri che fa rabbia il sentirsi leggermente più sxxxxti, è entrare in una condizione fantozziana della vita che di certo non fa piacere... Poi ripeto questo è solo uno sfogo.


belvpost. Quoto e aggiungo che mi sento di far parte della prima categoria d persone, quelle cge vogliono sempre piacersi e piacere. L'alopecia mi sta forzando a cambiare visione, forse mi sta facendo ceescere, forse mi sta rendendo fragile e insicuro, non lo so ancora nn l'ho capito. So solo che mi sembra di avere un costume nuovoma che cerco di recitare la stessa parte e mi accorgo sempre di piu chhe non è congruente con il personaggio.
Torna all'inizio della Pagina

reflex5
Membro Senior

pic 1



687 Messaggi

Inserito il - 13 marzo 2014 : 21:45:33 Invia a reflex5 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
raga, io non so ma solo il fatto di essere stempiato mi da un sacco di casini, un giorno una tipa mi disse che non gli piacciono i ragazzi con la testa grossa
Torna all'inizio della Pagina

Raviolo
Membro Senior

Grr



621 Messaggi

Inserito il - 13 marzo 2014 : 23:05:09 Invia a Raviolo un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ma in fondo queste preoccupazioni non nascondono forse persone che dentro sono anche belle? Pensiamo a quelli che pensano che l'unica cosa che conta nella vita è la macchina e il gonfio conto in banca. Il talento non si compra... Un grande compositore... un artista... ma anche la bellezza... non si risolvono solo con i soldi.
Torna all'inizio della Pagina

reflex5
Membro Senior

pic 1



687 Messaggi

Inserito il - 13 marzo 2014 : 23:43:49 Invia a reflex5 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
eh, certo se i calvi fossero il 50% dei maschi, il problema non si porrebbe, pari opportunita' per tutti
Torna all'inizio della Pagina

Nico Problem
Membro Attivo


Regione: Umbria


342 Messaggi

Inserito il - 14 marzo 2014 : 09:26:18 Invia a Nico Problem un Messaggio Privato Rispondi Quotando
più che altro se la calvizie iniziasse per tutti dopo i 50 anni sarebbe meno frustrante
Torna all'inizio della Pagina

reflex5
Membro Senior

pic 1



687 Messaggi

Inserito il - 14 marzo 2014 : 09:41:02 Invia a reflex5 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
la calvizia e'; il pregio dei ricci, la rovina dei poveri
Torna all'inizio della Pagina

Nico Problem
Membro Attivo


Regione: Umbria


342 Messaggi

Inserito il - 14 marzo 2014 : 09:44:46 Invia a Nico Problem un Messaggio Privato Rispondi Quotando
credo che qualsiasi ricco scambierebbe la propria Ferrari e anche un paio di ville con una bella chioma. Quella non si può comprare ( autotrapianto escluso che in fine dei conti è sempre un rattoppo che non soddisfa dove li trovano 20.000 bulbi da trapiantare???)
Torna all'inizio della Pagina

reflex5
Membro Senior

pic 1



687 Messaggi

Inserito il - 14 marzo 2014 : 10:20:38 Invia a reflex5 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
ti dico che chi ha molti soldi o occupa una buona posizione sociale, "se ne frega" dell'estetica, a meno che non sia uno showman
Torna all'inizio della Pagina

kakaroth86
Mentor


Regione: Veneto


2956 Messaggi

Inserito il - 14 marzo 2014 : 11:35:08 Invia a kakaroth86 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Nico Problem ha scritto:

più che altro se la calvizie iniziasse per tutti dopo i 50 anni sarebbe meno frustrante


gia...
+--- Terapia Attuale ---+

* Finasteride (0,5 mg al giorno dal 15/01/2015)
* Minoxidil 5% + Antiandrogeni topici (7 gg la settimana dal 20/04/11)


Torna all'inizio della Pagina

nonlosoaaa
Membro Senior

pollo



696 Messaggi

Inserito il - 14 marzo 2014 : 16:42:47 Invia a nonlosoaaa un Messaggio Privato Rispondi Quotando
è la cruda realtà, bravo nico
per il discorso dei 50 anni, ma anche fossero 40 andrebbe bene uguale
Torna all'inizio della Pagina

reflex5
Membro Senior

pic 1



687 Messaggi

Inserito il - 14 marzo 2014 : 19:01:54 Invia a reflex5 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
nonlosoaaa ha scritto:

è la cruda realtà, bravo nico
per il discorso dei 50 anni, ma anche fossero 40 andrebbe bene uguale


forse 30 e un discorso valido, molte persone sono condizionate dalla vita familiare, parenti, non sempre e' facile accettare. Infatti oggi la maggioranza degli interventi, e sui 20-30, e quasi tutti sono studenti universitari residenti fuori casa!
Torna all'inizio della Pagina

Raviolo
Membro Senior

Grr



621 Messaggi

Inserito il - 14 marzo 2014 : 20:14:11 Invia a Raviolo un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Io direi MAI. Il Papa insegna (Ratzinger)
Torna all'inizio della Pagina

reflex5
Membro Senior

pic 1



687 Messaggi

Inserito il - 14 marzo 2014 : 21:41:56 Invia a reflex5 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
mai che cosa il trapianto? conosco gente che a 21 anni si e rifatto naso e orecchie, il capello e' solo una copertura.
Torna all'inizio della Pagina

ilkraken
Mentor

The Kraken



1480 Messaggi

Inserito il - 15 marzo 2014 : 00:21:39 Invia a ilkraken un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Cmq uno che nel mondo dello spettacolo è riuscito nell'incredibile impresa di mantenere nonostante l'aga un fascino indiscutibile è il nostro Celentano. Addirittura cè un film dove visibilmente diradato fa la parte del playboy, e dove invece Renato Pozzetto, capellonissimo, fa il povero sxxxxto. E dire che la parte di Celentano è riuscita benissimo. Certo però bisogna possedere il carisma di celentano...
Torna all'inizio della Pagina

reflex5
Membro Senior

pic 1



687 Messaggi

Inserito il - 15 marzo 2014 : 10:21:23 Invia a reflex5 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
meno male che il mondo non e tutto a senso unico
Torna all'inizio della Pagina

Nico Problem
Membro Attivo


Regione: Umbria


342 Messaggi

Inserito il - 15 marzo 2014 : 14:48:48 Invia a Nico Problem un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Celentano è uno di quei brutti con tanto carisma che piacevano alle donne... purtroppo erano altri tempi. Oggi esistono i boytoy da portare in giro come cani e ho detto tutto. Sono cambiati anche i gusti delle donne. Il calvo fa vecchio... nn può fare i capelli 2 volte a settimana come loro! Deve stare zitto, ma fare figura. Questo conta purtroppo in un mondo che sta andando verso lo sfascio.
Torna all'inizio della Pagina

Raviolo
Membro Senior

Grr



621 Messaggi

Inserito il - 15 marzo 2014 : 19:06:34 Invia a Raviolo un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Oltre alla bellissima moglie, pare che avesse un flirt con Ornella Muti. Comunque non contano solo i capelli... il suo vantaggio era di essere magro. Lui è pugliese, giusto? Ma sbaglio o non c'é un pugliese che non soffra di capelli?
Torna all'inizio della Pagina

jamesflipper
Mentor

Actor


Regione: Veneto


3244 Messaggi

Inserito il - 16 marzo 2014 : 09:48:05 Invia a jamesflipper un Messaggio Privato Rispondi Quotando
nonlosoaaa ha scritto:

è la cruda realtà, bravo nico
per il discorso dei 50 anni, ma anche fossero 40 andrebbe bene uguale

Ne ho quasi 42, e ti assicuro che a 40 non va bene
Certo, collgandomi all'ottimo post di nico, la cosa cambia da persona a persona; dipende da chi sei e come sei, a me per esempio credo darebbe fastidio avere la pelata anche dopo i 50, come mi dà fastidio avere capelli bianchi. Se accettassi in maniera diversa che si invecchia, allora forse il problema dei capelli non sarebbe più un gran problema. Ma in un mondo come il nostro, dove l'estetica e l'apparire stanno diventando ormai la base del successo, essere spelacchiati significa nella maggioranza dei casi essere un outsider.
No fina no party
Torna all'inizio della Pagina

ilkraken
Mentor

The Kraken



1480 Messaggi

Inserito il - 16 marzo 2014 : 12:43:12 Invia a ilkraken un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Probabilmente dipende anche dalla situazione in cui c si trova. Un mio amico norwood 5 dai 20 anni,in una relazione stabilissima con una donna che lo accetta cosi come è, un lavoro stabile (non è ricco o strapagato) mi ha confessato che per lui adesso non ha più importanza l'alopecia.
Dipende molto da se dobbiamo essere giudicati: chi una donna deve cercarla ci soffre per la paura d essere respinto, chi deve inserirsi in un nuovo ambiente, sociale o lavorativo, ha paura del giudizio altrui.
Scommetto che tu james fai parte del secondo tipo...
Torna all'inizio della Pagina
 
Pagina Successiva
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata