IESON - la community anticalvizie - Genetica e alopecia riguardo all'età d'insorgenza
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Saisontor
Membro Attivo



478 Messaggi

Osservando in giro mi sono fatto un'idea di quanti uomini hanno l'alopecia, e dopo i 50/60 anni almeno un uomo su due ha una forma di alopecia più o meno estesa. Tra i giovani questa percentuale è molto più bassa, questo significa che gli uomini che iniziano a sviluppare alopecia a 40/50 anni sono molti di più di quelli che iniziano ad averla a 25/30. Io ho un parente che a 60 anni ha una calvizie da alopecia completa nel senso nelle zone tipiche e con la corona d'ippocrite ma a 40 anni aveva una folta chioma e nessun problema di alopecia.

Questo è dovuto al fatto che i secondi, più precoci, hanno una predisposizione genetica maggiore, cioè che la predisposizione genetica non è uguale per tutti?
Oppure vuol dire che ci sono fattori ambientali, che in presenza di predisposizione genetica, fanno in modo che l'alopecia si scateni precocemente o in maniera più veloce?
Fattori come ipertensione, stress, fumo, uso di certi farmaci, alimentazione sbagliata ed altri.

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31287 Messaggi

Inserito il - 19 settembre 2014 : 22:56:18 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Diciamo che questi fattori non genetici, incidono secondo almeno 2 studi esaustivi condotti sui gemelli omozigoti, per il 20%, mentre il restante 80% è genetico. La differenza quindi non è molta livello estetico e visivo, per esempio può a mala pena rappresentare un grado della solita scala Hamilton.

Peraltro si distingue tra alopecia androgenetica vera e propria e alopecia senile, anche se la seconda dovrebbe essere più una forma diffusa che localizzata su alcune aree.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Saisontor
Membro Attivo



478 Messaggi

Inserito il - 20 settembre 2014 : 08:50:17 Invia a Saisontor un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marlin ha scritto:

Diciamo che questi fattori non genetici, incidono secondo almeno 2 studi esaustivi condotti sui gemelli omozigoti, per il 20%, mentre il restante 80% è genetico.


Quella è una media statistica che hanno fatto, ci saranno eccezioni, altrimenti non si spiegano le calvizie precoci.
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31287 Messaggi

Inserito il - 20 settembre 2014 : 22:18:19 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Non è una media statistica è uno studio sulla genetica, le calvizie precoci si spiegano: due gemelli omozigoti le hanno nello stesso momento, uno dei due può ritardare di poco e seguire l'evoluzione tricologica del fratello a breve distanza.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

alexlabrie
Nuovo Membro

Città: roma


32 Messaggi

Inserito il - 21 settembre 2014 : 01:16:45 Invia a alexlabrie un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Stavo per aprire un post simile
Quindi nei geni "c'è scritto" che, ad esempio, la calvizie inizia a manifestarsi ad un'età di 34 anni? Però non capisco come sia possibile visto che i recettori degli androgeni, la 5ar e il dht erano presenti già da molto tempo prima. Io mi ero fatto un'idea diversa, e cioè che chi la sviluppa più tardi ha sempre avuto i capelli "sotto attacco", esattamente come i casi lampanti in cui l'aga si manifesta prima dei 30, ma con una minore sensibilità dei follicoli, determinata geneticamente. In altre parole, il dht (tralasciando, per ora il discorso sulle pgd2, che cmq credo si scatenino "a valle" del processo) ci mette più tempo a danneggiare il follicolo. Per questo sono interessanti gli studi postati da te, Marlin, se non sbaglio, sui fattori scatenanti. Altrimenti tutte le persone geneticamente predisposte perderebbero i capelli non appena il fattore "andro" raggiunga la piena potenza (quindi a 18 anni tutti pelati). Non so se sono stato chiaro.
Torna all'inizio della Pagina

Saisontor
Membro Attivo



478 Messaggi

Inserito il - 21 settembre 2014 : 03:08:44 Invia a Saisontor un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marlin ha scritto:

Non è una media statistica è uno studio sulla genetica, le calvizie precoci si spiegano: due gemelli omozigoti le hanno nello stesso momento, uno dei due può ritardare di poco e seguire l'evoluzione tricologica del fratello a breve distanza.


Potresti linkare questi studi?

La cosa che non mi torna è che ci sono studi che mettono in relazione calvizie e ipertensione, quindi o le persone che ereditano geneticamente l'alopecia non hanno pure una predisposizione genetica all'ipertensione, ma questo non è dimostrato, oppure c'è un'incongruenza. Del resto non basta uno studio a dire l'ultima parola su un argomento, dato che spesso uno studio ne smentisce un altro.
Torna all'inizio della Pagina

reflex5
Membro Senior

pic 1



687 Messaggi

Inserito il - 21 settembre 2014 : 07:51:13 Invia a reflex5 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
posso parlare personalmente io che ho iniziato a diradarmi a 36 anni, (a parte le stempiature) penso sia anche dovuto a un aumento del testo, che puo variare in base a fattore genetici o comportamentali.

Riguardo alla calvizia senile, il discorso mi e' poco chiaro, puo svilupparsi fra i 35-40 anni, o solo nella vecchiaia?
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31287 Messaggi

Inserito il - 21 settembre 2014 : 21:33:41 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ne abbiamo parlato qui, non molto tempo fa:

http://www.calvizie.net/documento.asp?args=4.1.1150

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Danmailand
Membro Junior


Regione: Lombardia
Città: Milano


84 Messaggi

Inserito il - 21 settembre 2014 : 21:43:02 Invia a Danmailand un Messaggio Privato Rispondi Quotando
i primissimi segni nel mio caso si sono manifestati intorno ai 30 anni e quando me ne sono accorto il vertex era già bello evidente, il resto ha perso corpo e volume che in seguito, grazie all' uso di shampoo e lozioni varie (no minox) ha recuperato non al 100% ma piuttosto decentemente.
Torna all'inizio della Pagina

Dr.Paolo Gigli
Medico Dermatologo

Gigli


Regione: Toscana
Città: Pescia Pt


31315 Messaggi

Inserito il - 21 settembre 2014 : 22:15:29 Invia a Dr.Paolo Gigli un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Il 50 per cento dei casi di calvizie esordusce dopo i 30 anni il resto tra 18 e 25
Saliti
Ogni Androgenetica ha la sua storia....

http://www.paologigli.it
Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata