IESON - la community anticalvizie - Julien: olio di cocco?
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Orion
Membro Senior



547 Messaggi


Stavo leggendo qualche tuo post di 2-3 anni fa e ho notato che diverse volte hai affermato che l'olio di cocco è inefficace per i capelli.
Ma dato che l'olio di cocco e il saw palmetto contengono gli stessi acidi grassi, dunque secondo te anche quest'ultimo è inefficace?

Orion

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 28 aprile 2015 : 22:39:28 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
>> dato che l'olio di cocco e il saw palmetto contengono gli stessi acidi grassi

non contengono esattamente la stessa forma chimica di sostanze, nel cocco c'é monolaurina, nel palmetto acidi grassi liberi e esteri differenti, comunque l'estratto con più studi è il palmetto non il cocco. Se fossero equivalenti perché continuano a prescrivere il primo e non il secondo?
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31291 Messaggi

Inserito il - 28 aprile 2015 : 22:47:40 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
...marketing

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

ossafosfoetano
Membro Attivo


Regione: Lombardia
Città: milano


303 Messaggi

Inserito il - 28 aprile 2015 : 23:16:52 Invia a ossafosfoetano un Messaggio Privato Rispondi Quotando
basta far agire per bene la saliva sull'olio di cocco , ed ecco che i monogliceridi degli acidi grassi laurico e miristico( i 2 più potenti sulla 5ar) tornano in forma libera.inoltre essendo tali grassi a media catena, hanno vie metaboliche tutte loro , che prevedono la non assimilazione come grassi , favorendo ancor di più la "liberazione" degli acidi.
Torna all'inizio della Pagina

francescob
Membro Attivo



317 Messaggi

Inserito il - 28 aprile 2015 : 23:25:14 Invia a francescob un Messaggio Privato Rispondi Quotando
ossafosfoetano ha scritto:

basta far agire per bene la saliva sull'olio di cocco , ed ecco che i monogliceridi degli acidi grassi laurico e miristico( i 2 più potenti sulla 5ar) tornano in forma libera.inoltre essendo tali grassi a media catena, hanno vie metaboliche tutte loro , che prevedono la non assimilazione come grassi , favorendo ancor di più la "liberazione" degli acidi.


Cosa intendi per "basta far agire per bene la saliva sull'olio di cocco"?
grazie
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31291 Messaggi

Inserito il - 29 aprile 2015 : 00:08:00 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Diciamo che la "leggenda" degli acidi grassi liberi nel saw è stata inventata appositamente quando si sono accorti (quelli del Permixon) che il precedente studio che individuava gli attivi nell'acido laurico e miristico avrebbe portato i più avveduti all'utilizzo diretto del cocco...

Poi è notorio che con l'uso sistemico gli acidi grassi liberi non restano liberi e viceversa i gliceridi vengono liberati dalle lipasi.

Comunque queste sono le schede delle due piante, giudicate da voi stessi:

http://sun.ars-grin.gov:8080/npgspub/xsql/duke/plantdisp.xsql?taxon=288

http://sun.ars-grin.gov:8080/npgspub/xsql/duke/plantdisp.xsql?taxon=927

...la monolaurina, propriamente detta, appare solo nel saw palmetto, per il resto gli acidi grassi sono identici (anche se il cocco è messo meglio col laurico che è il più potente).

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Comeon
Membro Attivo



221 Messaggi

Inserito il - 29 aprile 2015 : 10:27:21 Invia a Comeon un Messaggio Privato Rispondi Quotando
In soldoni il cocco sarebbe più o meno potente del Saw Palmetto ?
Torna all'inizio della Pagina

ossafosfoetano
Membro Attivo


Regione: Lombardia
Città: milano


303 Messaggi

Inserito il - 29 aprile 2015 : 13:02:19 Invia a ossafosfoetano un Messaggio Privato Rispondi Quotando
la saliva contiene la lipasi, la quale scinde le lmolecole di acido grasso dalla glicerina.
Torna all'inizio della Pagina

ossafosfoetano
Membro Attivo


Regione: Lombardia
Città: milano


303 Messaggi

Inserito il - 29 aprile 2015 : 13:03:56 Invia a ossafosfoetano un Messaggio Privato Rispondi Quotando
marlin ma il più potente(anche se non molto salutare, ma visto le dosi di utilizzo non c'è da preoccuparsi) non è il miristico?
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 29 aprile 2015 : 14:03:34 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
>> hanno vie metaboliche tutte loro , che prevedono la non assimilazione come grassi

Non so cosa intendi con "vie metaboliche tutte loro", è abbastanza documentato che questi acidi grassi del cocco, a catena corta, siano in grado di diffondere nei mitocondri anche senza lo "shuttle malato-asportato" (http://it.wikipedia.org/wiki/Sistema_shuttle_del_malato-aspartato)
e qui vengono convertiti prefernzialmente in acetyl-CoA (che serve come substrato energetico o in alternativa come componente per la lipidogenesi, ma non ha altri ruoli).
I grassi a catena lunga invece vengono preferenzialmente ossidati nei perossisomi. (http://it.wikipedia.org/wiki/Perossisoma).
Questi secondi sono anche utilizzati come componenti strutturali per le membrane biologiche. In alcuni lavori si legge che l'incorporazione dei PUFA nel reticolo Endoplasmatico (http://it.wikipedia.org/wiki/Reticolo_endoplasmatico) modifichi la fluidità della membrana del reticolo e indirettamente la cinetica enzimatica dell'enzima qui presente (5 AR ma anche altri enzimi) e sia questo fatto il responsabile dell'inibizione della 5AR.
quindi io pesonalmente ho dato sempre più credito ai PUFA che agli acidi grassi saturi. Gli attivi del palmetto non sono ben chiari, come dicevo non continene solo acidi grassi ma anche esteri (molecole complessi costituite di grassi e altre componenti attaccati a questi con legame covalente).
Peraltro il ruolo del palmetto nel migliorare i sintomi di BHP potrebbe essere non del tutto attribuibile all'effetto anti-androgeno ma anche legato al ruolo anti-infiammatorio e alpha-litico (http://it.wikipedia.org/wiki/Alfabloccanti)
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31291 Messaggi

Inserito il - 29 aprile 2015 : 14:14:49 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Beh, le lipasi non stanno solo nella saliva...ci mancherebbe.

In soldoni sulla carta dovrebbe essere meglio il cocco, ma quando parliamo di naturali che servono più che altro a bloccare l'aga, le differenze non sono apprezzabili, per questo si dovrebbe scegliere il più economico (ossia il cocco, ma inteso come derivati lipidici, perché la noce costicchia).

Quanto alla maggiore potenza tra laurico e miristico, vado a memoria, ma mi pare che sia proprio il laurico, ad ogni modo il cocco abbonda di entrambi.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

ossafosfoetano
Membro Attivo


Regione: Lombardia
Città: milano


303 Messaggi

Inserito il - 29 aprile 2015 : 14:39:26 Invia a ossafosfoetano un Messaggio Privato Rispondi Quotando
so benissimo cosa sono gli esteri, infatti i trigliceridi sono i triesteri degli acidi grassi( non sono molecole così complesse, sono in sostanza 2 catene alifatiche, legate tra loro con un gruppo carbossile). E' vero che la serenoa contiene altri componenti oltre ai grassi( magari intendevi terpeni) ma sono in quantità minima. inoltre lo studio fina vs serenoa come si potrebbe giustificare se non con la minor inibizione dei grassi della serenoa rispetto a fina?inoltre in quello studio è stato usato proprio un estratto al 90% di acidi grassi.
Torna all'inizio della Pagina

robbi76_
Membro Attivo


Regione: Piemonte


468 Messaggi

Inserito il - 14 maggio 2015 : 21:57:24 Invia a robbi76_ un Messaggio Privato Rispondi Quotando
quindi alla fine il latte di cocco qualcosa fa? perchè io lo uso da 6 mesi e sembrano più spessii capelli....
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 14 maggio 2015 : 22:17:11 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
"sembrano"
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

angelamar
Nuovo Membro


Regione: Campania
Città: Napoli


41 Messaggi

Inserito il - 15 maggio 2015 : 02:25:00 Invia a angelamar un Messaggio Privato Rispondi Quotando
JulienSorel ha scritto:

>> hanno vie metaboliche tutte loro , che prevedono la non assimilazione come grassi

Non so cosa intendi con "vie metaboliche tutte loro", è abbastanza documentato che questi acidi grassi del cocco, a catena corta, siano in grado di diffondere nei mitocondri anche senza lo "shuttle malato-asportato" (http://it.wikipedia.org/wiki/Sistema_shuttle_del_malato-aspartato)
e qui vengono convertiti prefernzialmente in acetyl-CoA (che serve come substrato energetico o in alternativa come componente per la lipidogenesi, ma non ha altri ruoli).
I grassi a catena lunga invece vengono preferenzialmente ossidati nei perossisomi. (http://it.wikipedia.org/wiki/Perossisoma).
Questi secondi sono anche utilizzati come componenti strutturali per le membrane biologiche. In alcuni lavori si legge che l'incorporazione dei PUFA nel reticolo Endoplasmatico (http://it.wikipedia.org/wiki/Reticolo_endoplasmatico) modifichi la fluidità della membrana del reticolo e indirettamente la cinetica enzimatica dell'enzima qui presente (5 AR ma anche altri enzimi) e sia questo fatto il responsabile dell'inibizione della 5AR.
quindi io pesonalmente ho dato sempre più credito ai PUFA che agli acidi grassi saturi. Gli attivi del palmetto non sono ben chiari, come dicevo non continene solo acidi grassi ma anche esteri (molecole complessi costituite di grassi e altre componenti attaccati a questi con legame covalente).
Peraltro il ruolo del palmetto nel migliorare i sintomi di BHP potrebbe essere non del tutto attribuibile all'effetto anti-androgeno ma anche legato al ruolo anti-infiammatorio e alpha-litico (http://it.wikipedia.org/wiki/Alfabloccanti)

Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata