IESON - la community anticalvizie - La mia esperienza con i metodi della sezione
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Josh95
Membro Attivo



129 Messaggi

Salve a tutti, forse qualcuno già mi conosce per i miei interventi. In ogni caso, ci tenevo a tracciare un resoconto della mia esperienza, un po' per dare un aiuto ad orientarsi ai nuovi utenti, un po' per motivarmi. Vi avverto fin da ora, sarà un post lungo diviso in tre parti, l'ultima è forse la più interessante, la seconda la più utile per la pratica.
Mi viene diagnosticata aga a gennaio 2012, all'età di sedici anni. Ci tengo a precisare però che la mia capigliatura era praticamente perfetta, il dermatologo stesso mi disse che per un po' di tempo non sarei peggiorato.
Io però mi vedevo malissimo e le paranoie mi hanno sempre accompagnato in questi ultimi anni, pensavo che tutti si accorgessero della mia situazione e nessuno dicesse niente per non darmi dispiacere.
Nel luglio 2012 scopro la sezione, inizio a leggere mischiando tutto (Pili, Hagerty ecc), a livello di pratica faccio sessioni da dieci minuti di Scalp Exercise (Hagerty), e anche quando ho tempo, ad esempio nei viaggi in macchina, riuescendo però a muovere solo il frontale. Ora, tenete presente che i miei capelli erano praticamente perfetti, avevo poco e niente da migliorare, figuriamoci ricrescere, tuttavia posso assicurare che dopo un tre settimane di Hagerty con le tempistiche di cui sopra i capelli mi stavano veramente benissimo e, portando un taglio lungo ai tempi, non si trattava di sensazioni. Tornato a scuola a settembre, mi facevano i complimenti.
Negli ultimi mesi del 2012 inizio a praticare il movimento rallentato (Fo), solo con il frontale, solitamente prima di addormentarmi, a dicembre intorno a Natale ottengo il controllo di occipitali e auricolari (facendo Fo). Nel mentre continuo con Hagerty come già facevo.

Josh95
Membro Attivo



129 Messaggi

Inserito il - 04 maggio 2015 : 22:09:31 Invia a Josh95 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ad aprile 2013 un amico a scuola fa un commento sui miei capelli, in una giornata in cui non stavano propriamente bene. E' incredibile come in quei momenti, soprattutto se sei giovane, lasci da parte la ragione e ti lasci andare. In preda all'ansia, torno a casa e decido di seguire alla lettere il metodo Pili. Prima però vorrei fare un appunto, riguardo al commento dell'amico. I miei capelli in quel periodo erano ancora completamente a posto, anzi, proprio poche settimane prima un amico, un amico di quelli che vanno proprio pazzi per i capelli fra tinte, tagli strani ecc mi aveva fatto i complimenti per i capelli, e non era il solo. Ancora una volta, nella mia testa vedevo una situazione disperata mentre invece non avevo nulla di cui preoccuparmi. Lo stress sale.
Recupero l'ottimismo e cerco di CAPIRE (prima) e seguire (poi) Pili. Inutile dire che inizio a corrugare ogni volta che ne ho modo. Soprattutto, però, curo la postura. Nei primi tempi mi riusciva impossibile, poi pian piano la mia testa non è mai ricurva in avanti, la mia schiena è sempre dritta. Due precisazioni riguardo a come applicavo Pili. La mattina, a scuola, curavo la postura, praticavo ogni tantum accenno di movimento rallentato, corrugavo se dovevo andare ad esempio in bagno. Il pomeriggio, per motivi logistici, mi trovavo ad affrontare camminate anche lunghe delle volte, ovviamente curavo la postura, tenevo il baricentro indietro e mi muovevo. Prima di dormire, mi tiravo leggermente i capelli, oppure spazzolavo. Nel tempo libero, leggevo libri tenendo la testa in alto e inclinata, nel tardo pomeriggio praticavo circa un quarto d'ora di movimento rallentato, ponendomi con la testa solo leggermente sporgente dal letto. Ora, ci tengo a far notare un due cose ai nuovi iscritti che tempestano di domande la sezione, ricevendo risposte sempre diverse. L'essenza del metodo Pili è usta. A leggerle sembrano tantissime cose, sembra quasi che una persona debba sacrificare la sua vita per i capelli, e in parte è vero: il metodo va applicato 24 ore su 24, la chiave è questa. Però c'è dell'altro: i più svegli si saranno accorti che, magari spazzolate a parte, nessuna delle attività che facevo per i capelli mi portava via tempo. Il metodo veniva applicato sempre sfruttando le situazioni, in tale maniera ero sempre coperto a costo non dico zero, l'impegno ci vuole e pure la costanza, però senza mai perder tempo. Concludendo i consigli, ripeto ai nuovi utenti di leggersi i post. Leggetevi i post di jtelmas, in particolare sul gruppo di allenamento e su serri pili, leggete i suoi post e non quelli scritti da utenti che non capivano e poi parlavano male del metodo. Leggetevi i post d ginnastica facciale parte seconda in cui ale parla della postura e della distensione degli occipitali. Bisogna fare economia: non serve leggere tutti i post, anche perché molto sono scritti da utenti che non sanno, parlano per sentito dire, non hanno mai avuto risultati. Risalite alla fonte, a Pili, a jtelmas che l'ha conosciuto, leggete la parte sul movimento rallentato nel sito di Fo. Sull'altro forum inoltre ci sono gli interventi di un certo Happy100. Chi è interessato potrà cercare. Concludo con un piccolo consiglio psicologico: non pensate al metodo come ad una imposizione. Certo, pesa a tutti fare questo e quello, tuttavia ricordo l'estate della quarta superiore, applicavo il metodo tutto il giorno e ne ero contento, perché per ogni secondo di pratica pensavo al beneficio che questo mi avrebbe portato. E' questa la psicologia che funziona.
Domani la terza parte.
Torna all'inizio della Pagina

Erminio
Nuovo Membro



47 Messaggi

Inserito il - 05 maggio 2015 : 10:51:40 Invia a Erminio un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Grazie, ottimo post, mi piace perchè incoraggi e spingi a conoscere e questo è fondamentale. Molti vorrebbero risultati in 4 mesi ma serve molto più tempo... ma i risultati arrivano (salute del cuoio capelluto, maggiore ossigenazione e nel tempo anche ricrescita)
Torna all'inizio della Pagina

Obrero79
Membro Senior



526 Messaggi

Inserito il - 05 maggio 2015 : 10:56:45 Invia a Obrero79 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Erminio ha scritto:

Grazie, ottimo post, mi piace perchè incoraggi e spingi a conoscere e questo è fondamentale. Molti vorrebbero risultati in 4 mesi ma serve molto più tempo... ma i risultati arrivano (salute del cuoio capelluto, maggiore ossigenazione e nel tempo anche ricrescita)

figuriamoci, i risultati in 4 mesi non li hai nemmeno con l'autotrapianto...ma la gente proprio non se ne convince!
non fare della tua CALvizie un CALvario!
Torna all'inizio della Pagina

Josh95
Membro Attivo



129 Messaggi

Inserito il - 05 maggio 2015 : 13:58:21 Invia a Josh95 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Autunno 2013. Inizia un bel periodo della mia vita: ho tanti amici, esco con le ragazze, ho tempo per viaggi, feste, prendo la patente. Nel mentre continuo ad applicare il metodo, ormai completamente integrato con la mia giornata. Con l'anno nuovo, 2014, qualcosa però cambia, non mi preoccupo più dei capelli credendo che fossero solo paranoie, mi lascio andare ad una vita abbastanza sregolata (torno tardi, spesso non dormo, sono sempre in giro, mangio male, in generale non mi impegno più nelle cose, che siano la scuola o il metodo e penso solo a divertirmi). Nel frattempo ho seri problemi d'umore, legati probabilmente allo stile di vita, che mi portano a frequentare uno psicologo. Nonostante tutto ciò, verso aprile 2014 ho ancora dei capelli veramente fantastici, mai avuti così belli, mia madre addirittura mi chiede se ci ho fatto qualcosa.
L'abbandono del metodo però inizia a farsi sentire, in un modo particolare. I capelli continuano ad essere i soliti, però noto che devo lavarli più spesso, noto che, ad esempio, in una settimana mi stanno alla grande sei giorni su sette, ma spunta quel giorno in cui proprio non stanno. Le cose continuano a peggiorare, da maggio in poi è una parabola discendente. Verso settembre non ci capisco più niente, un giorno stanno bene, l'altro male. Verso novembre/dicembre la situazione peggiora fortemente: mi vergogno ad andare in giro, ragazze neanche a parlarne, mi dico che non posso andare avanti così. Mi guardo indietro e mi rendo conto di aver completamente lasciato da parte i metodi contro la caduta, senza però accorgermene, difatti il passaggio era stato graduale e sul momento non me ne ero reso conto. Con il nuovo anno 2015 decido di diventare veramente matto per i capelli: metodo pili, movimento rallentato, mangiare frutta tanta frutta, eliminare completamente i dolciumi e le cose del genere, andare a dormire presto, svegliarmi presto, non essere sedentario. Verso fine gennaio ho una piccola "premonizione", tre giorni in cui i capelli mi son stati bene come non stavano da quasi un anno, per il resto la situazione rimane critica. Con il passare dei mesi però le cose stanno lentamente migliorando e mi sto riavvicinando alla situazione che avevo a settembre. Certo, è ancora presto per cantare vittoria, ma se vado a guardare come ero a dicembre e come sono adesso il miglioramento è evidente, se non altro per il fatto che se ai tempi non c'era un giorno uno in cui i capelli mi stessero bene, adesso riesco sempre più frequentemente ad avere condizioni accettabili, addirittura qualche ragazza torna a mostrare interesse (senza conoscermi, quindi non è ustione di saperci fare :) ) co, mentre i mesi scorsi ridevano di me.
Non voglio insegnare niente a nessuno, i consigli per la pratica gli ho già dati nel secondo post, ma lasciatemi dire che, se potessi tornare indietro non mollerei mai e poi mai. Questo però sta anche a dimostrare come, NEL MIO CASO, li metodi proposti nella sezione funzionassero. In ogni caso auguro buona fortuna a tutti quelli che cercano con le proprie forze di risolvere la loro situazione, sperando di averne un po' anche io e di raggiungere un buon compromesso per quest'estate.
Torna all'inizio della Pagina

VidaLoca
Membro Senior

Charlie drugo


Regione: Lazio


750 Messaggi

Inserito il - 05 maggio 2015 : 14:54:43 Invia a VidaLoca un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Io aggiungerei anche e vissero tutti felici e contenti
Eta:22
Stempiatura fisiologica
Grado nw 1 _ 1.2
Terapia llt casco Noel : 01/2014
Serenoa 10/09/2015 prevenzione
Torna all'inizio della Pagina

Josh95
Membro Attivo



129 Messaggi

Inserito il - 05 maggio 2015 : 15:52:17 Invia a Josh95 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
VidaLoca ha scritto:

Io aggiungerei anche e vissero tutti felici e contenti

Hai ragione, sarebbe stato meglio scrivere "praticando gf avevo dei bei capelli, smettendo hanno iniziato a fare schifo". Con il piccolo problema che 1-ogni utente avrebbe inteso cose diverse per gf 2-sarebbe stato impossibile capire come applicavo in pratica.
Comunque ci vorrebbero più interventi costruttivi come il tuo .
Torna all'inizio della Pagina

Davids234
Membro Senior


Regione: Lombardia
Città: Milano


587 Messaggi

Inserito il - 06 maggio 2015 : 11:22:03 Invia a Davids234 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ciao,

letto tutto il romanzo. Mi pare di capire che tu (fortunello),sei ancora in una situazione dove da recuperare non hai niente,sei ad un livello primordiale,dove magari non hai i capelli di un 13enne,passi periodi di alti e bassi,ma clinicamente sei un Hamilton 1 ( o neanche), sbaglio?
Per il resto sono daccordo su molte cose....in primis l'aspetto psicologico di fare una cosa che credi ( anzi ti convinci ) ti porterà ad un risultato,tu fai il metodo Pili pensando " Sicuramente mi fa ottenere risultati,sto sereno,è automatico" e questo anche se non funzionasse,ti fa passare un periodo di serenità a prescindere dal risultato. Nella mia personalissima esperienza,posso confermare che i periodi dove ho eseguito un metodo con maggiore intensità sono stati quelli che hanno portato effettivamente qualche risultatino, parlo di Hagerty,Fò,inversione ed infine Pili,il metodo Pili è stato quello che di sicuro mi ha portato più risultati,evidenti tanto da suscitare " Ammirazione" dal parrucchiere..il mio problema è che da sempre,quando ho raggiunto l'apice ho vacillato psicologicamente " E se li perdo? E se tutto questo lavoro adesso finisce in malora?" E tutto ciò unito ad un rilassamento post risultato ottenuto me li ha fatti sempre perdere....diciamo che sono uno che do il meglio spalle al muro,quando la situazione si fa critica.

Conclusione: io se dovessi consigliare a qualcuno che mi chiede dei metodi,consiglierei il Pili e gli direi pure che a me ha dato risultati reali.

PS Josh una cosa che sto iniziando a capire,forse xkè sono leggermente più grande di te ( tu sei 95 giusto?), i capelli danno punti in più per carità,ma fidati che non sono l'ago della bilancia nella società,più che i capelli siamo noi a perdere sicurezza e personalità,di conseguenza risultiamo meno attraenti, e parlo di ragazze,ma anche delle altre persone che notano l'insicurezza.
Questo prendilo come un parere personale,non come una legge scritta,ma sono molto convinto sia così ;)
La sconfitta non esiste nel cuore di chi lotta
Torna all'inizio della Pagina

Josh95
Membro Attivo



129 Messaggi

Inserito il - 06 maggio 2015 : 17:20:29 Invia a Josh95 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
David ti ringrazio per il messaggio. Riguardo all'importanza della sicurezza e della personalità, concordo in pieno, l'ho dovuto imparare con le cattive e per motivi che con i capelli non c'entrano. a dire il vero, se avessi una brutta situazione non starei neanche a perderci tempo, tuttavia fino a poco più di sei mesi fa erano ancora a posto e sono assolutamente convinto che, come nel tuo caso, la situazione sia dovuta all'aver lasciato andare tutto. Per questo motivo, sono convinto che il passo sia più corto di quello che sembra (e un po', ad essere sincero, è anche una questione di soddisfazione personale :))
Il romanzo l'ho scritto per dare un appoggio agli utenti più giovani, sicuramente ricalca le loro esperienze, e anche perchè ho deciso di lasciare il forum per un po'. Nel caso, spero di tornare con buone notizie.
Bon voyage!
Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata