IESON - la community anticalvizie - Considerazioni LLLT |*|*|*|*|
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

luDoc
Membro Attivo



126 Messaggi

Ciao a tutti!
Prima di tutto vorrei congratularmi con tutto lo staff di ieson e con tutti i ragazzi che con passione e pazienza hanno cercato di dare una risposta concreta nel trattamento dell'AGA attraverso la LLLT.
Premetto che sono un utilizzatore della Hairmax da piu di un anno, e ne sostengo la validità dei prodotti e la coerenza della Lexington come scriverò più avanti.
Sono un estimatore della LLLT in generale e il casco mi sembra un ottimo prodotto, e non escludo che possa prenderlo in considerazione anche in futuro prossimo.

Tuttavia apro questo topic (senza inquinare quelli dedicati ai risultati del casco) perchè finalmente ho avuto modo di poter scrivere quello che ho in testa da mesi e condividerlo scambiandoci delle idee intorno a questa terapia che è tanto discussa e al centro di numerose controversie anche tra gli specialisti.

La LLLT sappiamo non possa essere la panacea e la cura miracolosa soprattutto in aga datate e che non può agire su follicoli ormai danneggiati/morti. Ottimo il suo abbinamento con le altre terapie farmacologiche o anche come unico trattamento nei casi di entità non ancora drammatica.
Le spazzole ci sono da molto e sono sempre state prese in considerazione in maniera leggera e scherzosa....forse imputabili per la "scarsa" energia che forniscono o anche per il fatto che il loro uso può diventare pesante nel tempo. (Ma questo è un altro discorso). Personalmente mi da fastidio ogni volta che si parla di questi prodotti, anche nel forum, di essere considerato come il solito allocco che abbocca ad un trattamento ormai datato e superato.
Il casco Laser ha la sua fondatezza nel cercare di offrire il trattamento più strong possibile della LLLT considerando i famosi 5J prodotti nei 20 minuti di uso.
Tutto liscio e sono d'accordo..il problema è checché se ne dica nessuno ancora sa esattamente le giuste modalità di impiego e dosaggio del trattamento laser.
Mi spiego meglio: come più volte riportato in tutte le pagine web dell'argomento il famoso diagramma Arndt-Schultz presenta l'intervallo tra 1-4J come quello ottimale alla stimolazione cellulare. Nuerose ricerche hanno mostrato come densità di energia tra 0,5 e 4J/cm2 favoriscano una biostimolazione dei tessuti.
Quello che mi sembra poco chiaro è che si spinga a dire che senza dubbio questi 4-5J offrano il massimo livello di foto stimolazione, ma siamo sicuri che il troppo vada sempre bene?!
Magari all'inizio si possano ottenere maggiori risultati...ma nel lungo periodo come possiamo essere sicuri di non creare una eccessiva stimolazione dei tessuti e dei follicoli?! Oppure troppa energia non sia solo di troppo e quindi non utile per i nostri scopi?
Nelle ricerche si è evidenziato come i diversi tessuti, pelle e fibroblasti ad esempio, hanno un dosaggio ottimale che è dose dipendente.

Ora io penso che una multinazionale con anni e anni di ricerche e studi clinici anche se un pò ci lucra sopra alla fine della fiera un pò di verità la dica...tanti degli strombazzati studi che vengono presi a favore della LLLT provengono dalla Lexington International ed io non penso proprio che nessuno di loro non conosca la famosa curva del famoso grafico ecc...e penso anche che un'azienda del genere non resti a guardare il suo mercato dividersi tra prodotti di dubbia efficacia e caschetti messi appunto da noi o altri utenti in giro per il mondo. (Ma tutto questo, come detto, è lodevole e mettere un pò di pepe al c**o alle grandi aziende come la Lexington può far solo smuovere il mercato e creare più concorrenza.)

Non voglio screditare nessun prodotto, infatti quello che vorrei sottolineare è che anche i caschi o altri dispositivi hanno studi clinici che ne provano l'efficacia...per questo in ogni pubblicazione scientifica a riguardo della LLLT come già detto viene specificato che si renderanno necessari ulteriori studi per stabilirne l'esatto meccanismo e dosaggio per un trattamento ottimale. Questo a dimostrazione che la LLLT funziona indipendentemente dal dispositivo.

Alla Hairmax sostengono che il laser debba essere applicato sulla cute e non ostacolato dai capelli (ora ditemi tutto ma io posso scommettere che su chi ha ancora capelli abbastanza folti l'energia che arriva sul cuoio capelluto non è come se lo si facesse su zone glabre) e quindi i dentini permettono di aprire le ciocche e cosa non meno importante di mantenere sempre una distanza costante...e su quella distanza credo che alla Lexington siano abbastanza sicuri e qualche prova in tutti questi anni magari l' hanno anche fatta.
Come dicevo all'inizio la loro coerenza sta anche in questo: la dipartizione dei capelli è premessa fondamentale ai loro dispositivi, e per assicurare il massimo dosaggio di energia, inoltre i tempi di trattamento sono rimasti sempre più o meno gli stessi.

Quello che ho capito è che la LLLT ha tempi lunghissimi che dipendono dai diversi individui e i risultati possono variare dal semplice mantenimento/rallentamento, alla ricrescita super incredibile, al nulla...come tutte le cure del resto...i sondaggi che sono stati fatti sul forum mi spingono a credere ancora nella LLLT ma le percentuali sembrano essere quelle che ha ottenuto anche la Hairmax negli anni...ricrescite, poco nulla e il nulla. Ci vuole anche la fortuna...ma credo ance che la risposta non sia solo sulla mera questione dei Joules e appoggiare il casco sopra la testa per dire che è finita...troppo bello!!

Da un pò mi domando: come mai la Hairmax resti a guardare il mercato della LLLT ormai invaso dai famosi elmetti, non facendo nulla a riguardo? Ho anche scritto direttamente a loro e cercato di far luce sulla questione ma la loro posizione è sempre ferma sui propri dispositivi.
Eppure dovrà pure rispondere in qualche modo...seguendo gli sviluppi e le ultime da casa hairmax ecco cosa ho trovato:
“We have devoted a considerable amount of developmental time in designing the new enhanced hands-free HairMax with a world renowned Industrial Design Group in Italy. We believe that the these new devices are the most efficacious hands-free design for offering ease of compliance, to enhance the user experience."

Sono due nuovi dispositivi...nessun casco ma una nuova spazzola soltanto rinnovata nel design (firmata pininfarina) e una "banda laser" hand-free...che propone tempi di trattamento di 90 secondi per ogni zona e le modalità di trattamento restano fedeli a quelle sempre propagandate dalla Lexington.
http://hairmaxpro.com/science-html/lasercomb-models/

Solo marketing, il canto del cigno oppure un piccolo asso nella manica che sorprende la concorrenza?! Insomma..la strada per la LLLT credo che abbia in serbo ancora delle sorprese.

Scusatemi per la lunghezza del post!

france74
Membro Attivo

William Hurt



498 Messaggi

Inserito il - 18 maggio 2015 : 07:54:50 Invia a france74 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
ciao ludoc,
personalmente credo che se non si sono evoluti a dispositivi realmente migliori tipo i caschi che sappiamo essere draticamente meglio per potenza ma anche banalmenteper comodità d'uso,i motivi possono essere molti..scelte strategiche,economiche o tecniche che noi non conosciamo.

innanzitutto progettare un casco è più complicato e costoso di una spazzola,considerando che quest ultima viene venduta a un costo più accessibile ma i margini per il produttore sono enormi,chi glielo fa fare di cambiare?..la massa è attratta dalla bella comunicazione,dal design pininfarina e dal prezzo..la gran parte della gente non ha modo di approfondire nei forum e quindi si lascia attirare dal marketing appunto.
sono tutte considerazioni che butto lì, dovresti conoscere qualcuno all'interno dell'azienda per avere risposte ma credo di esserci andato vicino

per quel che riguarda il dosaggio i 5joule non sono ''troppo'' ma è una somministrazione media che va bene per la maggior parte degli utilizzatori,se nel lungo termine ci sia assuefazione o sovrastimolazione è difficile stabilirlo,l'ideale è provare questa ''potenza'' per qualche anno e vedere come va,non essendoci comunque effetti collaterali se non il progredire dell'aga
Per la totalità dei dispositivi in commercio il rischio è sempre stato il contrario se mai,cioè che non fossero sufficientemente potenti:

'' laser therapy has been shown to be VERY dose dependent, this means that 6-7 joules is going to be more effective than 3 or 4.
Anything more than about 7 joules and the benefits start becoming a little less. The tissue has a “saturation point” of the maximum amount of stimulation that it can take before it just “shuts down”. At about the 10-12 joules range is when this “shut-down” point occurs, and anything beyond will make the whole session pointless and negate any results.''

' La terapia laser ha dimostrato di essere dose dipendente , ciò significa che 6-7 joules è più efficace di 3 o 4 .
andando oltre i 7 joule i benefici cominciano a scemare perchè Il tessuto ha un " punto di saturazione " che è la massima energia che può assorbire: questo shut-down è a circa il 10-12 joule,andare oltre renderà la sessione inutile riducendo i risultati. ' '

Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata