IESON - la community anticalvizie - Lattoferrina
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31267 Messaggi

Categoria:
I Migliori prodotti

Titolo:
Lattoferrina

Link:
http://www.calvizie.net/documento.asp?args=1.1.1312

NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 16 gennaio 2016 : 10:50:51 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Questa mi interessa. La lattoferrina quindi aumenta l'assimilazione del ferro introdotto con la dieta?

Avevo letto che si assorbe al massimo il 20-30% del ferro introdotto, quindi questa proteina aumenta questa percentuale?

Io ho ferritina bassa e nemmeno il ferrograd mi ha alzato molto i valori.. forse giusto l'ultima integrazione di 3 mesi + 2 di mantenimento (1 cpr a settimana) mi ha dato un valore accettabile (52 ng) ma risultati tangibili non li ho visti. Ho integrato anche vit. d ad alte dosi quindi difficile dire quale delle due ha dato il maggior beneficio.

Qualche prodotto a base di lattoferrina? Il Dr. Gigli in un altro post mi aveva consigliato subferrina ma non é proprio economico. Mi pare 22 euro per 30 cps. Qualche altro prodotto simile?
Torna all'inizio della Pagina

xxenergyxx
Biologo


Regione: Lombardia


1973 Messaggi

Inserito il - 16 gennaio 2016 : 12:18:03 Invia a xxenergyxx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Mi permetto di intervenire:

come hai ben compreso dall'articolo la lattoferrina agisce andando a diminuire i livelli di epcidina, proteina che legandosi alla ferroportina, canale adibito al trasporto del ferro al di fuori della cellula, va a degradarlo e a bloccare di conseguenza i depositi di ferro a livello intracellulare.

Quindi anzichè addizionare ferro, con gli effetti ossidanti che ne conseguirebbero, la lattoferrina sblocca questo meccanismo e rende disponibile il ferro cellulare.

Nel mondo occidentale infatti introduciamo un adeguato quantitativo di ferro con la dieta ( salvo situazioni particolari di malnutrizione) quindi non ci sarebbe bisogno di integrarlo.

Il problema principale è invece la massimizzazione del suo utilizzo.

Il Dr Gigli ti ha suggerito subferrina poichè tutti gli altri prodotti a base di lattoferrina sono assimilati a livello intestinale, dove in concomitanza di una dieta che prevede anche l'introduzione di frutta e verdura, i fitati in esse contenuti portano ad una degradazione del ferro.

La forma farmaceutica sublinguale bypassa questo problema e quindi a prescindere dal tipo di dieta che uno fa si è sicuri di raggiungere il risultati.

Puoi vedere informazioni sull'effetto deleterio dell'interazione fitati ferro da questo articolo:

Phytate – an undesiderable constituent of plant-based food? Greiner R, Konietzny U, Jany K-D; Journal fur Ernahrungsmedizin 2006; (8) 3, 18-28)



http://www.kup.at/kup/pdf/6239.pdf

A great deal of controversy exists regarding the effect of phytate on the availability of dietary iron [ 14, 21 ].
Much of this controversy may be due to the low absorption of iron in general, the presence of different iron-phytates with different solubility, and the existence of two types of food iron, heme and nonheme iron.
Heme iron is better absorbed and its absorption is little affected by dietary factors; nonheme iron, however, is less easily absorbed, and its absorption is affected by other dietary factors. Since many human studies indicate that phytate has a very strong inhibitory effect on iron absorption, it is well accepted today, that phytate appears to be the major but not the only contributor to the reduction in iron availability in man.
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 16 gennaio 2016 : 18:49:39 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Grazie xxenergyxx.

Quindi la lattoferrina può essere una valida alternativa al ferrograd o
simili?

Ho dato una lettura veloce in giro e sembra avere anche proprietà antifungine, antinfiammatorie, antibatteriche.

Ha qualche controindicazione?

Quindi favorisce l'assorbimento del ferro ma al tempo stesso evita l'accumulo nei tessuti con effetti ossidanti, ho capito bene?

Sicuramente la terrò in considerazione, magari mi alza la ferritina in tempi più ragionevoli che col ferrograd.
Torna all'inizio della Pagina

xxenergyxx
Biologo


Regione: Lombardia


1973 Messaggi

Inserito il - 16 gennaio 2016 : 19:45:54 Invia a xxenergyxx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Koz, dire che la lattoferrina è una valida alternativa al ferro è sbagliato per due motivi:

1- immaginati la laffoferrina come una proteina che trasporta il ferro.
Non è un sostituto del ferro, ma è in grado di captarlo e trasportarlo, proprio come una transferrina ( infatti appartiene a questa classe di molecole).

2- agisce a livello dell'epcidina e della modulazione di citochine infiammatorie, responsabili del blocco del ferro al di fuori della cellula, quindi agisce a monte e sopratutto agisce SUL problema.


Ti faccio io una domanda per rendere ancor più chiare le cose:

immaginiamoci la situazione di un paziente che presenta livelli di ferro totale normali, o anche elevati, e livelli di ferritina bassi.
Come ci spieghiamo questa situazione?

Essendoci alti livelli di ferro anche i depositi dovrebbero essere adeguati.
Questo non avviene poichè il ferro rimane intrappolato all'interno della cellula poichè un'eccesso di ferro circolante va ad alimentare ulteriormente lo sviluppo di uno stato infiammatorio ( produzione di ROS) e di conseguenza l'organismo non riescie a uscire dalla stasi data dal meccanismo di blocco conseguente la degradazione del canale di traporto del ferro, degradato dall'epcidina, il cui aumento è a sua volta dovuto alla presenza di uno stato infiammatorio.

Se in una situazione con ferro normale e ferritina bassa diamo ulteriore ferro tramite ferrograd rischiamo soltanto di vedere a distanza di tempo un'ulteriore abbassamento dei livelli di ferro e ferritina.

I vantaggi della lattoferrina ( specie quella sublinguale) sono dovuti anche ad un'assoluta tolleranza e possibilità di perpetuare il trattamento nel tempo, senza alcun effetto collaterale.

Le proprietà antibatteriche sono dovue al fatto che molte specie batteriche utilizzano il ferro come substrato per la crescita.
La lattoferrina avendo proprietà di legare il ferro va a sottrarlo a queste specie che quindi perdono la loro capacità replicativa ( per fare un esempio la lattoferrina viene prescritta anche in caso di acne).
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 16 gennaio 2016 : 21:41:38 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Grazie mille xxenergy per la spiegazione semplice ma dettagliata, sei preparato al riguardo.

E' esattamente il mio caso, sideremia normale e ferritina bassa. Per due anni (contando solo il periodo in cui ho tenuto monitorata la situazione) ho avuto ferritina sempre sotto il limite minimo di 30 ng/ml. Solo nelle ultime analisi (ottobre 2015) era salita a 52 ng/ml dopo 3 mesi di ferrograd (1 cpr al giorno) e poi ho fatto un ulteriore integrazione di "mantenimento" di mia volontà (1 cpr ogni settimana circa per altri 2-3 mesi) perché temevo che se no i valori scendessero nuovamente. Il mio obiettivo era portare la ferritina sopra i 70 ng/ml perché secondo alcune ricerche era la soglia minima per far si che i capelli tornassero a riprendersi da un effluvio cronico. Onestamente però a seguito di questa integrazione (e delle precedenti) non ho notato miglioramenti significativi, forse perché oltre a portare il livello sopra i 70 è anche importante che rimanga tale per il giusto periodo. Non so, sono sole mie supposizioni da non addetto ai lavori.

"Se in una situazione con ferro normale e ferritina bassa diamo ulteriore ferro tramite ferrograd rischiamo soltanto di vedere a distanza di tempo un'ulteriore abbassamento dei livelli di ferro e ferritina."

Ma allora a cosa serve prescrivere ferrograd? Un medico non dovrebbe sapere quello che hai detto? Eppure la somministrazione di ferro è la prassi. Consigli per ristabilire i livelli di ferritina?

Volevo chiederti inoltre, secondo te avendo preso preso ferrograd per un 6 mesi di fila (3 mesi di ciclo + 2-3 mesi di mantenimento) posso aver rischiato qualcosa? Il mio medico mi aveva detto che potevo fare qualche ciclo all'anno ma che era importante fare delle pause. Io però ho continuato con una dose di mantenimento..

Intendo dire, eventuali effetti collaterali dell'assunzione di ferro si verificano solo quando si supera il limite max di ferritina (400 ng)? Quindi prendendo ferro negli ultimi mesi non ho fatto altro che creare infiammazione?

Ottima dritta questa lattoferrina, soprattutto per il fatto che si possa perpetuare nel tempo senza effetti collaterali. Proprio nessun effetto collaterale?

Scusa il bombardamento di domande ma ho visto che sei preparato.

Mi sono appena accorto che ho intasato questo post quindi se i moderatori lo riterranno opportuno poiché off topic possono spostarlo dove meglio credono.



Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 17 gennaio 2016 : 09:54:35 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
pure io ho carenze di ferro ........anzi ferritina (i depositi del ferro) e assumo ferrotone (acqua a base di ferro) ogni giorno, non ha effetti collaterali e mi ha portato la ferritina a 40 ........oltre i 40 non ho mai avuto miglioramenti dei capelli (se ti puo interessare), la lattoferrina l'ho pure provata ed è ottima ......
Torna all'inizio della Pagina

xxenergyxx
Biologo


Regione: Lombardia


1973 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2016 : 14:18:08 Invia a xxenergyxx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
@ Koz:

1) "Il mio obiettivo era portare la ferritina sopra i 70 ng/ml perché secondo alcune ricerche era la soglia minima per far si che i capelli tornassero a riprendersi da un effluvio cronico"

Su questo concordo pienamente con te: infatti uno studio condotto in corea del sud, tra l'altro piuttosto di recente, ha messo in evidenza come i livelli di ferritina non solo sia assodato siano strettamente correlati con l'innesco o la cronicizzazione dell'effluvio nella donna, ma possano rappresentare anche un fattore di rischio effluvio anche nell'uomo ( nello studio nel 22,7% dei pazienti) quando i valori sono più bassi di 70 ug/L.

Si diceva inoltre che essendo la ferritina implicata nei meccanismi che coinvolgono l'ossigenazione ed il metabolismo dei tessuti, specie quelli in rapido differenziamento come il follicolo pilifero, valutarla negli uomini e tenerla a livelli ottimali può anche migliorare l'esito delle terapie in atto.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3678013/pdf/jkms-28-934.pdf

2)"Ma allora a cosa serve prescrivere ferrograd? Un medico non dovrebbe sapere quello che hai detto? Eppure la somministrazione di ferro è la prassi. Consigli per ristabilire i livelli di ferritina?"

Tieni presente che i medici che gesticono maggiormente la somministrazione di ferro sono i ginecologi, che ne usano moltissimo proprio in gravidanza per lo sviluppo ottimale del feto.
Anche i dermatologi non sono da meno, infatti la Dott.ssa Bini, già nel 2008 ( http://www.sitri.it/public_html/wp-content/uploads/2014/07/gitri-27.pdf vedi pag. 23 dell'articolo)ne parlava.

Tieni conto che le scoperte sulle implicazioni dell'epcidina nell'omeostasi del ferro, e della capacità di lattoferrina di interferire con queste vie, sono piuttosto recenti, quindi i più aggiornati ( vedi Dr Gigli) iniziano ad impiegare tali terapie.

L'unico consiglio che torno a dare per risollevare rapidamente e senza effetti collaterali la ferritina, alla luce di tutto ciò che è stato detto, è l'assunzione di lattoferrina sublinguale.

3)avendo preso preso ferrograd per un 6 mesi di fila (3 mesi di ciclo + 2-3 mesi di mantenimento) posso aver rischiato qualcosa?

Beh, il rischio è che si faccia qualcosa di inutile più che altro.
Pensa una cosa: quando assumi ferro le feci diventano scure.
Ti sei chiesto perchè? La risposta è che la maggior parte del ferro introdotto tramite questa supplementazione viene espulso.

Oltretutto se hai una sideremia normale ed una ferritina bassa vuole dire che il problema non sta in una carenza di questo elemento di per se, quanto piuttosto ad un blocco del suo metabolismo ad un certo livello.


4)effetti collaterali dell'assunzione di ferro si verificano solo quando si supera il limite max di ferritina (400 ng)?

Tieni conto che andare incontro ad una situazione di siderosi non è semplicissimo, ma assumere ferro senza che ve ne sia una ragione è senza dubbio inutile.
I livelli di ferritina vanno poi dosati insieme alla proteina c reattiva, poichè talvolta una ferritina alta può essere associata guardacaso ad una situazione infiammatoria, e quindi non significa necessariamente che una persona con ferritina nel range indichi una situazione di normalità.
In presenza di una proteina c reattiva normale si possono fare le considerazioni del caso sui livelli di ferritina.

La ferritina raggiunge valori come quelli da te menzionati in situazioni di patologie gravi.

5)Proprio nessun effetto collaterale?

Esatto, la lattoferrina sublinguale si contraddistingue proprio per l'assenza di effetti collaterali.

Questo studio fa una comparazione fra effetti collaterali di lattoferrina, ferro solfato e ferro fumarato, e puoi farti un'idea:

http://www.smartscitech.com/index.php/JANHM/article/view/740/pdf

Comunque l'aspetto più interessante di tutti a mio modo di vedere è il fatto che mentre il ferro solfato e fumarato tendono a non avere influenza sui parametri ematologici come ematocrito, emoglobina e globuli rossi, la lattoferrina invece va ad influenzarli positivamente in maniera statisticamente significativa.

Questo significa che agisce in maniera molto completa a livello metabolico.
Torna all'inizio della Pagina

xxenergyxx
Biologo


Regione: Lombardia


1973 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2016 : 14:25:31 Invia a xxenergyxx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
@mary7876: quando parli di carenze di ferro intendi sideremia bassa, ferritina bassa, o entrambe?

Ho provato ad informarmi e a vedere che lavori fossero pubblicato sull'impiego del Ferrotone e ciò che ho trovato è il seguente studio:

http://www.pubfacts.com/detail/12641613

Compliance in the intervention group was 57% compared with 67% in the control group, P = 0.22. Dyspepsia scores, as determined by a recognized and well-validated questionnaire, did not differ between the two groups. During the trial period, mean ferritin levels fell by 24% in the Spatone Iron-Plus group compared with a mean fall of 51% in ferritin levels among the control group, P = 0.016.

La compliance nel gruppo che ha assunto Ferrotone era del 57%, comparata al 67% del controllo, con un indice statisticamente non significativo.
Il grado di dispepsia non è risultato differente fra i due gruppi.
Inoltre i livelli di ferritina nel gruppo trattato con Ferrotone sono diminuiti del 24%, mentre sono diminuiti del 51% nel gruppo di controllo, con un valore P ancora non statisticamente significativo.

Diciamo che l'obiettivo è di far salire in maniera decisa i livelli di ferritina, e questo lavoro sul Ferrotone che tengo come riferimento non me lo farebbe consigliare ad un paziente che presenta problemi nel metabolismo del ferro.

Sembra quasi che si voglia perseguire un concetto di somministrazione "omeopatica" di ferro che di conseguenza ha effetti collaterali inferiori ma anche terapeutici a mio modo di vedere.

Per curiosità da che livelli di ferritina partivi per veder poi aumentare il suo valore fino a 40 ug/L ?

Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2016 : 14:38:22 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
guarda ti posso dire la mia esperienza : partivo da 12 ferritina e dopo 3 mesi sono arrivata a 40 .......e considera tra ciclo e ferrotone ho mantenuto la ferritina sempre sui 40-44-50 non di più a volte scende e poi ritorna a sui 40 ........mentre con gli altri integratori avevo sempre problemi gastrointestinali, diarrea, oppure acne .......ho provato tutti i tipi di ferro (i migliori erano sideral, sideral forte gli altri un delirio), poi un bel giorno ho provato questo ferrotone assunto assieme ad una aranciata (spremuta vera fatta in casa non succo di frutta comprato)e zero effetti collaterali e il ferro aumentava riuscivo ad assimilarlo molto bene!La sideremia l'ho sempre portata bene ma quella che conta di più è la ferritina.....se non hai riserve prima o poi si abbasserà il ferro in circolo.Questa è la mia esperienza!
Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2016 : 14:40:42 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
con gli altri integratori non riuscendo ad assimilarlo a causa di problemi gastrointestinali il ferro non aumentava.......anzi la ferritina non mi aumentava!considera che assumo 2 bustine di ferrotone al giorno sempre!!!!
Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2016 : 14:45:45 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
poi non ti nego che la mia ex conquilina assumenva le normali compresse di ferro effervescenti e dopo 6 mesi ha portato la ferritina a 79 io non ci sono mai riuscita!!!! Lei non aveva nessun tipo di problemi gastrointestinali......con il ferrotone mi fermo sui 40-44-50 mai di più
Torna all'inizio della Pagina

xxenergyxx
Biologo


Regione: Lombardia


1973 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2016 : 15:00:37 Invia a xxenergyxx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ma sia tu che la tua coinqulina che tipo di dieta fate?
Una dieta vegetariana o normale ( quindi con assunzione anche di carni rosse)?

Lo chiedo perchè se vi è appunto una carenza dovuta alla dieta, e quindi anche la sideremia è bassa, allora introdurre anche del ferro ha senso.
Se invece la sideremia ha valori normali, alla luce di questi nuovi lavori, l'assunzione di ferro non ha razionale.

Torna all'inizio della Pagina

alec
Mentor



1256 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2016 : 17:25:45 Invia a alec un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Quale prodotto potrebbe essere papabile a base di lattoferrina?
Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2016 : 17:37:27 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
non seguo nessuna dieta.......mangio tutto tranne i latticini (solo yogurt), mangio carne rossa ogni giorno........la sideremia è normale perché assumo ferro con la dieta ma come tutti sanno il ferro lo si elimina con le feci eccecc (cioè molto facilmente) e sicuramente quello che assumo con la dieta non è sufficiente per creare dei buoni depositi di ferro preciso sideremia è il ferro in circolo ferritina sono i depositi di ferro 2 cose diverse.....allora integro con il ferrotone
Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2016 : 17:42:11 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
ho preso pure la lattoferrina .....e compravo lattoglobina 100mg capsule......mi sono trovata bene e mi migliorava anche la pelle........poi sono passata a ferrotone per una questione di costi e perché il ferrotone è proprio naturale.......risultano identico con entrambi
Torna all'inizio della Pagina

xxenergyxx
Biologo


Regione: Lombardia


1973 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2016 : 17:57:36 Invia a xxenergyxx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Il Dott Gigli consiglia un prodotto che si chiama Subferrina, che è una lattoferrina sublinguale, che garantisce risultati standardizzati.

@mary: visto che i lavori scientifici mettono in evidenza un miglioramento anche di parametri ematologici ( emoglobina ed ematocrito) , tu hai riscontrato un beneficio su questo fronte?

Una connessione fra lattoferrina e capelli emerge da un lavoro in cui viene utilizzata topica, ma ciò non toglie che anche sistemica possa avere simili effetti, pubblicato sul Journal of Investigative Dermatology:

http://www.nature.com/jid/journal/v132/n2s/full/jid2012304a.html

Lactoferrin Promotes Hair Growth and Enhances Dermal Papilla Cell Proliferation
H Huang,1 M Huang,2 M Che2 and L Ho1
1 Animal Technology Institute Taiwan, Chunan, Taiwan and 2 Institute of Anatomy and Cell Biology, College of Medicine, National Taiwan University, Taipei, Taiwan

Alopecia is a common hair loss problem that affects many people. Current therapies for alopecia are limited by low efficacy and undesirable side effects. Lactoferrin, an 80-kDa iron-binding glycoprotein, provides not only antimicrobial activity but anti-inflammation effect. Several lines of evidence suggest that lactoferrin is a growth factor for a variety of cell types. However, roles of lactoferrin in hair growth are still unclear. In this study, we found that topical application of bovine lactoferrin to C57/BL6 mice stimulated hair growth in vivo. In hair follicle organ cultures of rat vibrissa, lactoferrin significantly increased hair shaft growth. Moreover, our results showed that lactoferrin was able to promote cell proliferation of dermal papilla cells. Our findings suggest that lactoferrin is a novel growth factor for dermal papilla cells and that the hair growth promoting activity of lactoferrin can be applied for developing novel drugs for treating alopecia.


Si dice che promuove la crescita dei peli e la proliferazione delle cellule della papilla dermica ( studio condotto sempre su modello murino) caratterizzando in un certo qual modo la lattoferrina come un possibile "fattore di crescita" da utilizzare per via sistemica.

D'altra parte si trova anche nel colostro, che era utilizzato qualche tempo fa in maniera un po' aspecifica proprio come fonte di fattori di crescita ( nella fattispecie IGF-1 se non vado errato).

Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2016 : 20:24:42 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
in verità non ho avuto nessun miglioramento in fase di ricrescita con la lattoferrina, ti posso dire che avevo una pelle più bella, meno acne, un po meno grassa ma proprio sui capelli zero.......con il ferrotone non ho la pelle come con la lattoferrina questo si ........a me non ha apportato benefici in termini di crescita( considera che io l'ho usata per un anno intero la lattoferrina poi sono passata al ferrotone e ogni ormai ogni anno faccio le analisi prima le facevo ogni 3-6 mesi )......
Torna all'inizio della Pagina

xxenergyxx
Biologo


Regione: Lombardia


1973 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2016 : 21:34:57 Invia a xxenergyxx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
E' curioso ed interessante al contempo vedere come un patent ne abbia valutato la capacità di riduzione del sebo mettendo a confronto l'attività dello spironolattone:
http://www.faqs.org/patents/imgfull/20130224834_03

http://www.faqs.org/patents/app/20130224834
Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 19 gennaio 2016 : 10:02:46 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
guarda hai postato degli articoli interessanti però io non ho notato dei miglioramenti dei capelli quando assumevo lattoferrina , solo la pelle era più bella del tipo (prima del ciclo mi vengono due brufoli) con la lattoferrina mai .......i capelli diventavano grassi dopo 4 giorni come sempre ........e il ferro aumentava ......ma niente di veramente significativo, non ti so dire, i miglioramenti con me ci sono stati solo con serenoa alta titolazione, isoflavoni di soia, pueraria mirifica e alfa alfa ...poi le altre cose mi evitavano cadute copiose .....dovute a carenze alimentari ........
Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 19 gennaio 2016 : 14:20:52 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
cmq voglio provare questa lattoferrina di gigli e vi farò sapere
Torna all'inizio della Pagina

xxenergyxx
Biologo


Regione: Lombardia


1973 Messaggi

Inserito il - 19 gennaio 2016 : 15:29:47 Invia a xxenergyxx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Mary, concordo con te, nel senso che è effettivamente plausibile che la lattoferrina che hai provato non abbia sortito su di te effetti tangibili a livello della capigliatura.

Infatti anche dagli studi che descrivono una stretta correlazione fra telogen effluvium ( innesco o cronicizzazione dello stesso) si parla sia di "teoria della soglia" ( descritta da Cotsarelis), vale a dire che i livelli di ferritina unitamente ad una predisposizione genetica possono essere causa di innesco di un effluvium.
In sostanza la teoria della soglia afferma che in un soggetto altamente predisposto un effluvium in telogen si sarebbe potuto verificare a prescindere dalla ferritina bassa così come in un soggetto non predisposto geneticamente anche in presenza di una ferritina bassa può non verificarsi alcun problema a livello tricologico.

Inoltre non tutte le donne che hanno ferritina bassa presentano problemi di capelli ( anche se una percentuale piuttosto elevata li manifesta).

Ovviamente se fai parte del gruppo di donne che pur avendo ferritina bassa non hanno problemi di capelli, vorrà dire che anche integrandola e risollevando i livelli di ferritina alla normalità ( intorno ai 40 ug/L) potresti non riscontrare qualcosa di particolarmente tangibile.

Se invece la ferritina bassa è stata la causa dell'innesco di un effluvium e quindi di una riduzione di densità della capigliatura, allora plausibilmente riportando la ferritina ad un range di normalità anche i capelli ne beneficeranno inequivocabilmente.

Fai bene in ogni caso ad aver attestato i livelli di ferritina su valori ottimali affinchè anche le terapie concomitanti che stai facendo diano un esito terapeutico ottimale.

Se si riuscisse ad introdurre il prodotto Subferrina nello shop collegato a ieson penso che si riuscirebbe anche a risparmiare qualcosina rispetto al prezzo di listino che si trova in farmacia, e in questo modo un'integrazione di questo tipo risulterebbe più accessibile a chi desidera utilizzare un prodotto che sicuramente si contraddistingue dagli altri.
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 03 giugno 2016 : 17:57:14 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Energy, è quasi 3 mesi che sto assumendo Subferrina alla dose di 1 cpr al giorno (dose di mantenimento).

Voglio proseguire fino a settembre e poi fare le analisi. Spero davvero di portare la ferritina oltre i 70ng/ml e notare qualche miglioramento.
Torna all'inizio della Pagina

xxenergyxx
Biologo


Regione: Lombardia


1973 Messaggi

Inserito il - 04 giugno 2016 : 13:46:05 Invia a xxenergyxx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Koz, ma la tua ferritina a quant'è?
Immagino che tu abbia deciso di assumere 1 cps di subferrina al giorno per un discorso di costo, però se fosse stato possibile la scelta ideale sarebbe stata quella di fare una terapia d'urto assumendo 200 mg di lattoferrina/die, come d'altronde supportato da tutta la letteratura inerente l'argomento.

Poi saresti potuto passare a 1 cps al giorno, facendo dei cicli magari, per attestarti sul valore raggiunto.

Temo che con 1 sola cps/die rischi di rendere "meno ripida" la cura di risalita del tuo valore di ferritina, senza riuscire a vedere magari il raggiungimento del tuo plateau fisiologico.

Ad ogni modo meglio così che niente.

Quando farai le analisi tienici al corrente ok?
Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 04 giugno 2016 : 14:37:12 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
la ferritina mi rimane cmq stabile sui 40-44 è normale il ferro in circolo è alto .......cmq ferro e capelli non camminano assieme! miglioramento capelli zero, per me è un problema ormonale- genetico
Torna all'inizio della Pagina

Dr.Paolo Gigli
Medico Dermatologo

Gigli


Regione: Toscana
Città: Pescia Pt


31309 Messaggi

Inserito il - 04 giugno 2016 : 15:43:29 Invia a Dr.Paolo Gigli un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Se la ferritina e' stabile su tali valori da tempo Ricercherei le cause altrive, si faccua visitare e valutare obiettivamente.
Saliti
Ogni Androgenetica ha la sua storia....

http://www.paologigli.it
Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 04 giugno 2016 : 15:51:48 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
si il problema che non rispondo al minoxidil (su di me non ha nessun effetto di ricrescita solo caduta) con la pillola boh non ho tanti risultati e ora ho anche aggiunto la finasteride........non so più cosa fare
Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 04 giugno 2016 : 15:52:40 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
e il problema che ormai sono anche psicologicamente provata dall'aga .........rivoglio i miei capelli in un anno sono peggiorata troppo
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 04 giugno 2016 : 20:20:26 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
xxenergyxx ha scritto:

Koz, ma la tua ferritina a quant'è?
Immagino che tu abbia deciso di assumere 1 cps di subferrina al giorno per un discorso di costo, però se fosse stato possibile la scelta ideale sarebbe stata quella di fare una terapia d'urto assumendo 200 mg di lattoferrina/die, come d'altronde supportato da tutta la letteratura inerente l'argomento.

Poi saresti potuto passare a 1 cps al giorno, facendo dei cicli magari, per attestarti sul valore raggiunto.

Temo che con 1 sola cps/die rischi di rendere "meno ripida" la cura di risalita del tuo valore di ferritina, senza riuscire a vedere magari il raggiungimento del tuo plateau fisiologico.

Ad ogni modo meglio così che niente.

Quando farai le analisi tienici al corrente ok?


Ciao Energy, esatto, ho deciso per 1 cpr per questione di costi purtroppo. Ho messo in conto che in tal modo ci avrei messo di più.

ferritina 12.29 ng/ml (28 maggio 2013)
ferritina 25.09 ng/ml (12 ottobre 2013)
ferritina 8.21 ng/ml e vit.D 5.9 ng/ml (28 febbraio 2015)
ferritina 27.74 ng/ml e vit.D 48.8 ng/ml (28 luglio 2015)
ferritina 52.28 ng/ml e vit.D 26 ng/ml (21 ottobre 2015)

I vari innalzamenti sono dovuti a cicli con ferrograd e con dibase

Come vedi, a parte l'ultima analisi le altre hanno sempre evidenziato ferritina sotto il limite minimo di riferimento (30ng/ml). Questo solo considerando quest'arco di tempo in cui ho monitorato la situazione ma credo che abbia sempre avuto ferritina bassa perchè la mia alimentazione è sempre stata la stessa (anzi da piccolo e adolescente mangiavo pochissima carne).

Ecco perchè penso che oltre aga abbia anche un effluvio cronico chissà da quanto tempo che peggiora ulteriormente il quadro. Con questi dati non posso pensare che nonostante le carenze queste non abbiano influito.. poi è vero che ognuno è un caso a se ma il mio dubbio è legittimo.
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 04 giugno 2016 : 20:22:07 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Mary ti sei affidata ad un dermatologo esperto? Deve esserci pure una causa ai tuoi problemi..
Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 04 giugno 2016 : 20:53:42 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Lo nessuno l ha capito....Ho degli effluvio fortissimi che durano 3 mesi....2 volte l anno
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 18 giugno 2016 : 11:29:15 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Energy secondo te può essere utile affiancare ferrotone (5mg di ferro) per sopperire al fatto che prendo solo 1 cpr di Subferrina invece che 2?

Mi è venuto un dubbio. La subferrina è ottima per regolare il ferro già presente nell'organismo ma non lo apporta giusto?

Quindi nelle persone che non apportano il giusto quantitativo con la dieta è difficile portare i valori ad ottimi livelli?

Torna all'inizio della Pagina

xxenergyxx
Biologo


Regione: Lombardia


1973 Messaggi

Inserito il - 18 giugno 2016 : 14:53:36 Invia a xxenergyxx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Usare un integratore di ferro ed al contempo subferrina lo trovo controproducente.

Ma quali sono i tuoi livelli di ferro?

Inoltre scusa la domanda, ma se sei consapevole che la tua alimentazione è incompleta, perchè non provvedi a migliorarla?

Gli integratori non sono da considerarsi una scorciatoia.

Comunque è corretto dire che la subferrina non apporta ferro:
se hai livelli di ferro normali e ferritina bassa vuol dire che questo ferro rimane bloccato nella cellula dell'enterocita e non riescie a passare tramite la ferroportina.

Somministrare ferro quando i valori di ferro sono già normali e la ferritina è bassa può andare a peggiorare ulteriormente il valore di quest'ultima, poichè il ferro ossidando può creare specie reattive dell'ossigeno, amplificare l'IL-6 ed incrementare le cause del blocco .

Comunque immagino che un medico ti abbia visto e ti abbia consigliato, oppure ti stai "autocurando"?
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 18 giugno 2016 : 15:40:55 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
xxenergyxx ha scritto:

Usare un integratore di ferro ed al contempo subferrina lo trovo controproducente.

Ma quali sono i tuoi livelli di ferro?


Ciao. I livelli di ferritina delle ultime analisi fatte li avevo postati qualche commento sopra. Li riporto.

ferritina 12.29 ng/ml (28 maggio 2013)
ferritina 25.09 ng/ml (12 ottobre 2013)
ferritina 8.21 ng/ml e vit.D 5.9 ng/ml (28 febbraio 2015)
ferritina 27.74 ng/ml e vit.D 48.8 ng/ml (28 luglio 2015)
ferritina 52.28 ng/ml e vit.D 26 ng/ml (21 ottobre 2015)

I vari innalzamenti sono dovuti a cicli con ferrograd e con dibase

Inoltre scusa la domanda, ma se sei consapevole che la tua alimentazione è incompleta, perchè non provvedi a migliorarla?

Gli integratori non sono da considerarsi una scorciatoia.


Perchè è più facile dirsi che a farsi. Io mangio carne 3 o 4 volte a settimana ma solo pochissimi tipi (fettine sottili di vitello, macinato e hamburger e petto di pollo) e in quantità modeste. In un'intervista una nutrizionista diceva che in 100 gr di carne di cavallo (la più ricca in ferro) ci sono solo 3.9 mg di ferro quindi viene da se che solo dalla carne che mangio ne introduco giusto un terzo (ma anche meno) di ferro rispetto al fabbisogno giornaliero (15 mg?). Quando non mangio carne o mangio un uovo oppure fagioli o piselli come contorno (1 volta a settimana circa). Non mangio pesce quindi niente ferro da questo. Verdure a foglie non ne mangio. Considera che il ferro che assumo è con la cena perchè a pranzo mangio solo un piatto di pasta. Quindi è difficile coprire il fabbisogno giornaliero. Anche se lo traggo dall'uovo o dai legumi questo non è pienamente disponibile.

Comunque è corretto dire che la subferrina non apporta ferro:
se hai livelli di ferro normali e ferritina bassa vuol dire che questo ferro rimane bloccato nella cellula dell'enterocita e non riescie a passare tramite la ferroportina.


Si è cosi. il ferro è nel range mentre la ferritina bassa.

Somministrare ferro quando i valori di ferro sono già normali e la ferritina è bassa può andare a peggiorare ulteriormente il valore di quest'ultima, poichè il ferro ossidando può creare specie reattive dell'ossigeno, amplificare l'IL-6 ed incrementare le cause del blocco .

Comunque immagino che un medico ti abbia visto e ti abbia consigliato, oppure ti stai "autocurando"?


Ok con ferrograd ti darei ragione ma ferrotone ha solo 5 mg di ferro, sarebbe giusto per avvicinarmi al fabbisogno giornaliero no?

Quindi il fatto di avere preso subferrina da 3 mesi (sto continuando ancora) non è servito a nulla? Cavolo spero di no..

Si certo, il ferrograd me lo aveva prescritto il mio medico curante ma più che farmi fare cicli di questo non può fare altro.. non ci sono molte soluzioni.. o mi faccio prescrivere ancora ferrograd oppure vado avanti con subferrina ma qualche integratore devo affiancarlo altrimenti ferro non ne apporto.

Ho fatto pure l'esame per la celiachia ma è tutto ok.
Torna all'inizio della Pagina

xxenergyxx
Biologo


Regione: Lombardia


1973 Messaggi

Inserito il - 18 giugno 2016 : 15:50:26 Invia a xxenergyxx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
koz ha scritto:

[quote]xxenergyxx ha scritto:

Usare un integratore di ferro ed al contempo subferrina lo trovo controproducente.

Ma quali sono i tuoi livelli di ferro?

Ciao. I livelli di ferritina delle ultime analisi fatte li avevo postati qualche commento sopra. Li riporto.

ferritina 12.29 ng/ml (28 maggio 2013)
ferritina 25.09 ng/ml (12 ottobre 2013)
ferritina 8.21 ng/ml e vit.D 5.9 ng/ml (28 febbraio 2015)
ferritina 27.74 ng/ml e vit.D 48.8 ng/ml (28 luglio 2015)
ferritina 52.28 ng/ml e vit.D 26 ng/ml (21 ottobre 2015)

I vari innalzamenti sono dovuti a cicli con ferrograd e con dibase




A dire il vero ho chiesto se potevi riportare i valori di ferro, non di ferritina.

Se il ferro è nel range non devi porti il problema,tra l'altro il fatto che mangi carne, seppur poca, addirittura 3-4 volte a settimana ( anche fosse 1 hamburger ogni volta) è più che sufficiente.

Non hai bisogno di integrare ferro in alcun modo.

Il fatto che non mangi pesce e verdura è un peccato per altri motivi, ma non quello del ferro.
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 18 giugno 2016 : 17:07:03 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Questi i valori della sideremia relativi alle analisi sopra.

ferritina 12.29 ng/ml (28 maggio 2013) --> SIDEREMIA NON EFFETTUATA
ferritina 25.09 ng/ml (12 ottobre 2013) --> SIDEREMIA 131 µg/dl (59-158)
ferritina 8.21 ng/ml e vit.D 5.9 ng/ml (28 febbraio 2015) --> SIDEREMIA NON ESEGUITA
ferritina 27.74 ng/ml e vit.D 48.8 ng/ml (28 luglio 2015) --> SIDEREMIA 89 µg/dl (59-158)
ferritina 52.28 ng/ml e vit.D 26 ng/ml (21 ottobre 2015) --> SIDEREMIA 134 µg/dl (59-158)

Ok ma allora se introduco sufficiente ferro con la dieta perchè la mia ferritina è sempre sotto il limite? Quali potrebbero essere le cause?

Cmq non mi tornano i conti.. Se mangio solo un hamburger non arrivo neppure a 4 mg di ferro. Metti che qualcosina la prenderò da altri alimenti ma credo sia difficile ad arrivare anche solo a metà del fabbisogno giornaliero. Poi ci sono sere che magari non mangio ne carne ne legumi ma cose che non hanno molto ferro..

Poco ferro oggi, poco ferro domani e cosi via per anni è plausibile che la carenza sia dovuto a ciò.

Non saprei che altro fare.
Torna all'inizio della Pagina

xxenergyxx
Biologo


Regione: Lombardia


1973 Messaggi

Inserito il - 18 giugno 2016 : 18:15:54 Invia a xxenergyxx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Se fosse come dici tu avresti una sideremia bassa.
Ma la tua sideremia è normalissima.

Se hai ferritina bassa e sideremia normale, questo significa che c'è qualcosa che non consente al ferro, una volta arrivato all'interno dell'enterocita, di uscire e raggiungere il torrente circolatorio.

Hai difficoltà nella digestione forse? soffri di dispepsia?

Comunque il meccanismo che blocca il ferro nell'enterocita è dovuto ad uno stato d'infiammazione di basso grado che induce un elevata sintesi di epcidina che va a degradare la ferroportina.


In questo modo il ferro assimilato non riescie ad essere utilizzato opportunamente e ad essere stoccato sottoforma di ferritina.
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 19 giugno 2016 : 10:38:15 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
No non ho problemi di digestione, almeno credo.

Fine estate ripeterò le analisi e spero davvero di trovare valori di ferritina piu alti altrimenti tornerò a ferrograd.. non c'è molto altro da fare.

Cmq con i cicli di ferro la ferritina saliva quindi non capisco perchè con la sola dieta non dovrebbe farlo se è vero che assumo abbastanza ferro dai cibi. Solo che non è proponibile andare avanti con ferrograd.
Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 19 giugno 2016 : 10:49:54 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
ma secondo me sono buoni i tuoi livelli di ferritina.....cmq non facciamo confusione ferritina =deposito del ferro; ferro nel sangue= il ferro che si circola nel sangue; quella più importante è la ferritina perché il ferro circolante si elimina facilmente durante il giorno (anche tramite le feci)......secondo me non hai problemi io continuerei solo con una bustina di lattoferrina senza ferrotone , la mia ferritina non supera mai i 40 -44 per via del ciclo (abbondante)
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 19 giugno 2016 : 11:17:05 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Mary ma come buoni? A parte l'ultima analisi le altre sono tutte sotto il limite minimo di 30 ng/ml. Da quando ho iniziato a fare le analisi sono passati due anni, quindi due anni con ferritina bassa significa effluvio cronico, almeno sulla carta. Senza contare tutti gli anni in cui non sapevo niente dei problemi di capelli.. infatti la prima volta che feci le analisi avevo 26 anni ma avevo problemi di capelli già da qualche anno. Posso certamente dire che rispetto a 23-24 anni la capigliatura ha perso senza esagerare almeno la metà della densita. Prima avevo ciocche adesso non riesco nemmeno a tirarli con le mani, sono troppo sottili e la consistenza inesisitente. Come detto è un mix nocivo.. effluvio da stress + carenze da anni e aga. Quest'ultima ci si puó far poco ma almeno vorrei provare a risolvere l'effluvio cronico (perchè dopo tutto sto tempo è per forza cronico) e sistemare la ferritina è il primo passo.
Torna all'inizio della Pagina

mary7876
Mentor


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: trieste


1543 Messaggi

Inserito il - 19 giugno 2016 : 12:04:50 Invia a mary7876 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
si ma l'ultimo valore delle analisi è ottimo ........non penso che sia diminuita cosi radicalmente ......poi l'effluvio cronico , mah se ti puo consolare io ho un effluvio cronico e sicuramente è dovuto all'aga ..........non ho carenze
Torna all'inizio della Pagina
 
Pagina Successiva
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata