IESON - la community anticalvizie - effluvio cronico, ferritina, vit.D, nuove molecole
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

koz
Membro Senior



880 Messaggi

Ciao,

Ho posto altre volte questi quesiti ma vorrei riproporli con domande più dirette per il dottore pur rimanendo più sul generale quindi non mi aspetto risposte al mio singolo caso.

1) Avere ferritina e vitamina D entrambe sotto i limiti minimi per un periodo superiore ai 3 mesi innesca inevitabilmente un effluvio cronico?

2) Se si, quale è l'impatto massimo che possono provocare? Non mi riferisco ad una concomitante aga (perché è ovvio che i problemi si sommerebbero) bensì al solo effluvio cronico. Mettiamo il caso di una carenza dei due elementi che perdura da parecchi mesi se non anni. In questo caso potrebbero incidere maggiormente nelle zone aga-dipendenti in quanto già di per loro con minor densità?

3) Nella sua esperienza ha avuto casi di questo tipo cioè effluvi cronici cosi ingenti da sembrare androgenetiche? Glielo chiedo perché ho letto molte testimonianze di persone a cui era stato detto di aver aga ma che poi altri pareri hanno detto essere effluvio cronico. Ho anche letto di come possa essere sottile la linea di confine tra le due alle volte.

4) Carenza di omega3 come si manifesta a livello tricologico? Essendo acidi grassi essenziali che vanno introdotti con la dieta perché non sintetizzabili dal corpo, e avendo tra l'atro una blanda azione come anti-dht e un'azione antinfiammatoria sono importanti per la pelle e quindi presumo anche per gli annessi cutanei.. Lei, ad uno che non mangia pesce e praticamente nemmeno le poche altre fonti(vegetali) consiglierebbe l'integrazione di omega3 per evitare problemi alla pelle e capelli?

5) Cosa ne pensa di prodotti che agiranno su altre componenti dell'aga? Mi riferisco al setipiprant che agirebbe sulle pgd2 (si è visto come nelle zone affette da aga ci siano più alti livelli di questo tipo di prostaglandine) e alla lozione di Brotzu che agirebbe sulle pge1 per aumentare il microcircolo se non ho capito male.
Tra le tante molecole future, secondo lei (azzardando una ipotesi) quale sarà la più promettente?

6) Lunedi prenderò Subferrina dato che dalle molte analisi ho sempre avuto ferritina bassa (ho fatto l'esame della celiachia ma non ci sono valori sballati). Di solito usavo ferrograd ma la lattoferrina sembra più promettente per vari motivi tra cui l'assenza di effetti collaterali (non che ne abbia avuti con ferrograd, a parte all'inizio) e inoltre dovrebbe regolarne anche eventuali eccessi. Mi conferma tutto ciò? La mia intenzione è di prendere 1 cpr al giorno (terapia di prevenzione) per un periodo di 6 mesi e poi effettuare le analisi per vedere se finalmente riuscirò a portarla oltre i 70ng/ml come è indicato in certi studi e vedere di conseguenza se noterò miglioramenti significativi che con ferrograd non ho mai notato.

Siccome ho avuto anche carenza di vitamina D (nelle ultime analisi portata ad un decente livello --> 58 ng) integro sempre con dibase che mi ha dato il mio medico. Adesso ne sto prendendo 1 fiala da 100.000 UI ogni 2 mesi diciamo come prevenzione per tenere i valori nella norma dato che mi espongo poco al sole. Può andare secondo lei come dose?

7) Ho scritto per avere un appuntamento con Lei a Milano a settembre.. Mi è stato detto solo che ci sarà a settembre ma non le date..

Dr.Paolo Gigli
Medico Dermatologo

Gigli


Regione: Toscana
Città: Pescia Pt


31317 Messaggi

Inserito il - 12 marzo 2016 : 13:27:23 Invia a Dr.Paolo Gigli un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Non necessariamente
-
L' effluvio cronico e' differente dall' aga se present da solo
Si usano solo come antiossidanti
Le prostaglandine sono certamente una strada molyo inteessante per ora prematuro entrare nel merito dell singole molecole
Va bene, le disi le deve stabilire chi la segue comunque
Parli cn la segretaria
Saluti
Ogni Androgenetica ha la sua storia....

http://www.paologigli.it
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



880 Messaggi

Inserito il - 15 marzo 2016 : 18:41:25 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
La subferrina la devo far sciogliere sotto la lingua?
Va presa lontano dai pasti o durante?

Scusi se chiedo ma non c'è un foglietto illustrativo.

Ps: per l'appuntamento tutto ok. Confermato a settembre.
Torna all'inizio della Pagina

Dr.Paolo Gigli
Medico Dermatologo

Gigli


Regione: Toscana
Città: Pescia Pt


31317 Messaggi

Inserito il - 15 marzo 2016 : 19:21:38 Invia a Dr.Paolo Gigli un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Si
Indifferente
Saluti a presto
Ogni Androgenetica ha la sua storia....

http://www.paologigli.it
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



880 Messaggi

Inserito il - 30 marzo 2016 : 20:39:01 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Buonasera Dottore (e a tutti quanti), vorrei porre altre domande perché anche se sono iscritto sul forum da un po'e anche dopo aver letto di tutto e di più ci sono cose che ancora non mi sono chiare.

1) Quali sono le caratteristiche che l'effluvio (cronico) provoca? nel senso riduce i diametri, accorcia l'anagen, modifica la struttura (rendendo opachi i capelli, elettrizzati), porta a miniaturizzazione o cosa altro?

2) Gli effluvi, indipendentemente dal fattore scatenante, hanno le stesse caratteristiche oppure ad esempio un effluvio da carenza ha tratti distintivi da un effluvio da stress (psicologico)?

3) Quale è la differenza tra effluvio da stress e alopecia psicogena?

4) Ho letto più volte qui sul forum che il nesso tra caduta di capelli e carenza di ferro negli uomini non è cosi stretto come nelle donne. E' vero ciò? In effetti ho letto molti post di donne che lamentano caduta dovuta a carenza di ferro ma pochissimi di uomini. Secondo lei il ferro ha un ruolo determinante anche negli uomini, quando carenti, o ha un ruolo più marginale.

5) Ho letto quanto ferro e vitamina D siano importanti per i capelli.. eppure leggo e sento di persone con carenze ma che non hanno problemi.. per ultimo un mio collega che mi ha detto avere la vitamina D a 1 eppure ha un sacco di capelli.. In base a cosa per alcuni carenze possono essere disastrose per i capelli mentre altri sembrano non risentirne (almeno a livello capillifero)? Onestamente spero di essere nel primo gruppo almeno posso sperare di poter recuperare un pò con le integrazioni.

6) Indicativamente dopo quanto si dovrebbero notare miglioramenti delle assunzioni di ferro? Si parla sempre dei classici 6 mesi? Ora ho iniziato subferrina ma quando prendevo ferrograd non ho mai notato miglioramenti (quanto meno non apprezzabili).

7) Si può avere una percezione differente del grado delle stempiature in base all'angolazione da cui si guarda? So che potrebbe essere una domanda stupida ma ho notato che viste da 3/4 sembrano (o sono) peggiori di quando viste di lato.

Grazie.
Saluti.

Torna all'inizio della Pagina

Dr.Paolo Gigli
Medico Dermatologo

Gigli


Regione: Toscana
Città: Pescia Pt


31317 Messaggi

Inserito il - 30 marzo 2016 : 21:48:47 Invia a Dr.Paolo Gigli un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Modico sumentocaduta, modica riduzione dei diametri no ministurizzazione , rifuzione massa
Se cronici sono tutti uguali
La psicogena e' un aga con pattern particolare di diradamento non un effluvio
Il motivo e che gli uomini raramenye son carenti di ferro e ferritina rispetto alle donne
Bisogna valutare il singolo caso
Dipende se il suo problema diprmde solo dal ferro o meno
Lei deve starsene piu' sereno e guardarsi meno se accetta il consiglio.
Saluti
Ogni Androgenetica ha la sua storia....

http://www.paologigli.it
Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata