IESON - la community anticalvizie - Marlin e Julien: dieta senza glutine benefica?
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Orion
Membro Senior



547 Messaggi

Secondo voi una dieta senza glutine può apportare dei benefici anche per chi NON è intollerante a questa proteina?

Su Pubmed ho trovato parecchi studi che sembrano dimostrare di sì.
Voi cosa ne pensate?

Orion

M4X
Membro Senior



665 Messaggi

Inserito il - 02 aprile 2016 : 11:48:31 Invia a M4X un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Interessante, ma questi studi dicono quindi di consumare carbo senza glutine?
O proprio eliminare i carbo?
Seguo la discussione.
Mia Cura:
-Proscar 1/4 al giorno
-Minoxidill 5% galenico 2 applicazioni da 1,5 ml
-2 cps/die Omega3

Stato: Norwood 1
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31277 Messaggi

Inserito il - 02 aprile 2016 : 12:45:21 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Non lo sappiamo con precisione, ma per l'aga lo escluderei. Di sicuro la celiachia è meno diffusa di quanto si dica, ma ci deve essere una reazione negativa al glutine anche senza avere celiachia conclamata.

Coi carbo raffinati è meglio non darci troppo dentro per non sviluppare resistenza all'insulina che a livello locale significa non portare energia ai follicoli.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8468 Messaggi

Inserito il - 01 maggio 2016 : 20:23:30 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
il 6% dei caucasici è intollerante ai cereali con glutine senza avere celiachia (anche se non si capisce se è il glutine in sè o altri costituenti del grano), inoltre il grano sembra in grado di alterare il biota intestinale in senso sfavorevole (funge da filtro selettivo per l'attecchimento di batteri che favoriscono l'infiammazione). il glutine inoltre interagisce con particolari proteine presenti a livello intestinale (zonulina http://physrev.physiology.org/content/91/1/151.long " gliadin also affects the intestinal barrier function by releasing zonulin. This effect of gliadin is polarized, i.e., gliadin increases intestinal permeability only when administered on the luminal side of the intestinal tissue") aumentando la permeabilità (il chè è sempre sfavorevole eccetto in situazioni di stress acuto in cui c'é bisogno rapido di mobilizzare nutrienti. L'aumentata permeabilità lascia passare nel circolo non solo nutrienti ma anche batteri e molecole immunogene in grado di incrementare l'infiammazione sistemica, PAMP https://it.wikipedia.org/wiki/PAMP )
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

officinalis
Membro Attivo


Regione: Piemonte


339 Messaggi

Inserito il - 02 maggio 2016 : 22:52:57 Invia a officinalis un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ridurre l'apporto di glutine è utile a tutti.
Le farine "moderne" derivano da selezione "spinte" dei grani che vengono definite come miglioramento genetico della pinta. Per me non è un miglioramento, ma un peggioramento. Si spinge sulla selezione genetica per favorire, nello specifico, la produttività della pianta e per aumentare il contenuto di glutine nella farina. Questo per interessi economici, per guadagnare di più e per avere un impasto più elastico, che rende più facile ad esempio fare la pizza.(Il glutine è colloso)
Non ci si è però preoccupati di capire se l'eccesso di glutine presente nelle farine , visto che nello specifico stiamo parlando di questo aspetto, è dannoso per la salute. O forse si è sempre saputo o sospettato, ma era più conveniente tenerlo nascosto.
I nutrizionisti, anche alcuni di quelli più legati all'ufficiale, sono sempre più concordi nel dire che troppo glutine fa male.
Sarebbe quindi buona norma ridurre le farine di frumento moderne con quelle altri cereali e piante(miglio, quinoa, grano saraceno, amaranto...) e prediligere alimenti prodotti con farine di frumento come pasta e biscotti, derivate da grani antichi. Quersti prodotti si reperiscono molto bene nei negozi bio.
Torna all'inizio della Pagina

thecrow
Mentor



1911 Messaggi

Inserito il - 02 maggio 2016 : 23:01:30 Invia a thecrow un Messaggio Privato Rispondi Quotando
se pero'si usano farine tipo 1-2 bio,integrali e manitoba o ai cereali, dovrebbero essere piu'sane e naturali,anche se hanno un costo molo alto.
se corri come un fulmine,
ti schianti come un tuono...
Torna all'inizio della Pagina

officinalis
Membro Attivo


Regione: Piemonte


339 Messaggi

Inserito il - 02 maggio 2016 : 23:36:19 Invia a officinalis un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Anche le farine bio e manitoba se derivate da grani "moderni" contengono molto glutine.
I grani antichi non selezionati ne hanno poco. I grani antichi da quello che so io sono solo coltivati da aziende bio e vi è un incremeto nei consumi e relativa produzione. Anche il farro, che è dicoccum, contiene poco glutine, l'avena. Poi ci sono i cereali alternativi che ho elencato sopra, che per essere precisi non sono tutti cereali, ma che dal punto di vista nutritivo si comportano come i cereali.
Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata