IESON - la community anticalvizie - ennesimo estratto vegetale
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

lupo
Mentor

mister X

Regione: Calabria


1155 Messaggi

Febbraio 2016
Si tratta della forma più comune di perdita di capelli e costituisce una forte fonte di disagio psicologico. Parliamo dell’alopecia androgenetica, problematica che colpisce circa l'80% dei maschi ed il 50% delle femmine nel corso della vita. Come si può facilmente intuire dal nome, gli androgeni sono determinanti nell’instaurarsi di tale patologia, proprio per questo tali ormoni sono il principale target su cui la ricerca concentra i propri studi clinici. Recentemente sono stati testati in vitro su cellule di papilla del follicolo pilifero, diversi estratti vegetali per valutarne la capacità di inibire la 5#945;-reduttasi (5#945;-R), enzima chiave nella sintesi degli ormoni androgeni. Tra questi l’Avicennia marina, una mangrovia tipica delle coste dell’Africa orientale e del Pacifico occidentale, ha mostrato la più elevata attività inibitoria portando a una riduzione della produzione di diidrotestosterone del 52%. Questi dati indicano come questo estratto vegetale sia un promettente attivo nel trattamento dell’alopecia androgenetica.

Fonte: BMC Complement Altern Med. 2016

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31265 Messaggi

Inserito il - 15 aprile 2016 : 09:55:37 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Avevo letto anche questo, ma effettivamente ce ne sono diversi di studi così e propongono sostanze che non si sa quanto siano più efficaci di quelle naturali più usate oggi, in compenso sono spesso sostanze di difficile reperibilità, quindi si resta volentieri sulle cose che conosciamo o che sono più facili da reperire senza dover aspettare che esca un prodotto specifico che le contiene.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Tisch
Mentor

Us And Them live


Regione: Sicilia


1291 Messaggi

Inserito il - 15 aprile 2016 : 10:34:26 Invia a Tisch un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Quoto Marlin.
Avendo lavorato in passato nel settore delle sostanze naturali, ho letto centinaia di articoli in cui la pianta/foglia/alga vattelapesca mostra attività biologica, ma si tratta sempre di lavori fine a sè stessi, che servono solo a rimpolpare il curriculum del professore e dei ricercatori che lavorano sotto di lui. Non sono estratti che verranno prodotti su larga scala e commercializzati, anche per i problemi di approviggionamento cui accennava Marlin.

Tra l'altro, il 52% di inibizione della 5AR è pochino. Se non sbaglio, l'arcinota Serenoa Repens ha una % di inibizione molto più elevata.
Torna all'inizio della Pagina

thecrow
Mentor



1910 Messaggi

Inserito il - 15 aprile 2016 : 12:54:29 Invia a thecrow un Messaggio Privato Rispondi Quotando
per me il 52%non e'per nulla poca e poi bisogna vedere se davvero la serenoa inibisca per davvero e in modo superiore al 52% .
potrebbe sembrare poco il 52% solo a chi fa'uso della duta altrimenti per me il 52% sopratutto se ha un emivita lunga e non cortissima come la fina non e'per nulla poca sta percentuale,anche perche'inibire il 100% o quasi a chi perde i capelli a causa della sensibilita'al dht li recupera e'vero,ma questo comporta femminilizzarsi.
per chi li perde non per causa del dht anche se si femminilizza al massimo con o senza antiaromatasi ecc non avra'ricrescita.

Tisch ha scritto:

Quoto Marlin.
Avendo lavorato in passato nel settore delle sostanze naturali, ho letto centinaia di articoli in cui la pianta/foglia/alga vattelapesca mostra attività biologica, ma si tratta sempre di lavori fine a sè stessi, che servono solo a rimpolpare il curriculum del professore e dei ricercatori che lavorano sotto di lui. Non sono estratti che verranno prodotti su larga scala e commercializzati, anche per i problemi di approviggionamento cui accennava Marlin.

Tra l'altro, il 52% di inibizione della 5AR è pochino. Se non sbaglio, l'arcinota Serenoa Repens ha una % di inibizione molto più elevata.
se corri come un fulmine,
ti schianti come un tuono...
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31265 Messaggi

Inserito il - 15 aprile 2016 : 14:22:23 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Anche l'Ajuga mostrava attività inibitoria superiore a fina, ma il Tricovel non pare avere preso il posto della fina.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8468 Messaggi

Inserito il - 15 aprile 2016 : 16:32:11 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
>> attività inibitoria superiore a fina

in vitro. cosa resta degli attivi dopo il passaggio epatico? ci sono stati studi di farmaco-dinamica? macché...
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata