IESON - la community anticalvizie - integrazione Omega3 Omega6 oltre al cocco e semi
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

francescob
Membro Attivo



317 Messaggi

Ciao a tutti,
mi chiedevo se per assumere la quantità ideale di omega3 e omega6 basti un cucchiaino di olio di cocco + semi vari (lino,sesamo nero, chia, zucca decorticata).
Prima di tutto volevo sapere.. quanti semi si consiglia di assumere? di zucca una quindicina, degli altri invece che sono piu piccoli? io faccio mezzo cucchiaino di solito.

Ho letto che per preparare la pelle al sole è consigliato assumere omega6 quindi stavo pensando se oltre a cocco e semi io possa assumere omega6 tramite un integratore ( in particolare olio di borragine della vegetal progress http://www.macrolibrarsi.it/prodotti/__lesan-el-tour-olio-di-borragine.php )
Si consiglia di assumere dalle 7 alle 8 cps al di la settimana prima dell'esposizione al sole. Da quello che so troppo omega6 non va bene dunque mi chiedevo se basti quello che sto facendo con gli alimenti oppure se vada bene integrare con borragine.

Inoltre nei cambi stagionali è consigliato per i capelli il ribolio http://www.macrolibrarsi.it/prodotti/__ribolio-55-capsule.php Ricco di omega3.
Mi chiedevo anche qui se io ne abbia bisogno visto che gia assumo cocco e semi.

Grazie mille!

JulienSorel
Mentor

wilde



8468 Messaggi

Inserito il - 20 maggio 2016 : 15:43:35 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
idealmente è importante il rapporto 1:2-1:3, 2-3 grammi di omega 3, 4-9g di omega 6.
A fini antininfiammatori non è nemmeno necessario che siano sempre e solo olii di pesce. L'acido alpha linolenico (comtenuto nei semi di chia e nell'olio di lino) secondo recenti articoli ha un effetto anti-infiammatorio indipendente dalla conversione in EPA attraverso le desaturasi.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22669722
http://sci-hub.cc/10.1016/j.plipres.2009.07.002
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

laurenzio
Mentor



1861 Messaggi

Inserito il - 20 maggio 2016 : 16:18:45 Invia a laurenzio un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Se il rapporto è 1:2 2x2=4 3x2=6
Se è 1:3 2x3=6 3x3=9
Per dire, e
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8468 Messaggi

Inserito il - 20 maggio 2016 : 16:25:50 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
la conversione è comunque influenzata anche da altri micronutrienti e priobabilmente anche dal background genetico.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22647268
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31260 Messaggi

Inserito il - 20 maggio 2016 : 17:51:38 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Più che altro mangiando si introitano più omega6 con le nostre diete, però bisognerebbe calcolarli dai cibi assunti e quindi sono variabili, si possono giusto fare delle medie e integrare con gli omega 3 che pure però dovrebbero essere in qualche modo presente anche se spesso minoritari.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 25 maggio 2016 : 18:51:45 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Una carenza di omega3, essendo acidi grassi essenziali che vanno apportati con la dieta, come si riflettono sul versante tricologico?

Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8468 Messaggi

Inserito il - 25 maggio 2016 : 20:17:00 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
E' una evenienza assai rara, più che altro legata a malassorbimento.
comunque certamente implica: secchezza, fragilità, forfora, dermatite del cuoio capelluto, telogen effluvium.
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 25 maggio 2016 : 20:22:55 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ciao Julien, grazie della risposta.

Io non mangio pesce perché non mi piace e frutta secca molto raramente. É probabile una carenza?
O ricavo gli omega3 da altri cibi? Non saprei quali però...
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 25 maggio 2016 : 20:30:11 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Cmq sono sempre più convinto di avere anche un telogen effluvio cronico. Tra carenza di vitamina D, ferritina bassa e non apporto di omega3 per forza di cose devo averlo.

Le prime due sto cercando di rimediare (dibase 100.000 e subferrina). Dovrò aggiungere un'integratore di omega3.
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8468 Messaggi

Inserito il - 01 giugno 2016 : 18:17:05 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
>>avere anche un telogen effluvio cronico.

E' una entità molto rara e più frequente nel sesso femminile tra i 30-50 anni, in donne che in precedenza avevano una chioma rigogliosa e senza segni di aga. può essere innescato da un effluvio acuto o presentarsi cronico ab-initio, ma non si sa a tutt'oggi l'origine.
E' certo che è connesso a un ciclo angen più corto. Nell'uomo è una entità sicuramente più frequente di quanto non sia registrato in letteratura per 2 motivi. La sovrapposizione con l'aga (che lo maschererebbe), e il taglio corto (che lo rende meno evidente).
In pratica gli unici casi maschili descritti in letteratura erano su maschi con capelli lunghi.
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 01 giugno 2016 : 20:12:25 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Julien, tu credi che con le carenze postate sopra é probabile un effluvio cronico?

Ho avuto ferritina bassa, carenza di vitamina D, non credo di apportare il giusto quantitativo di omega 3 e sono soggetto a forti stress.

Solo negli ultimi 2 anni in cui ho tenuto monitorata la ferritina solo una volta é risultata superiore a 30ng (limite minimo) altrimenti sempre sotto (peggior valore é stato 8 ng). Ma il sospetto di averla sempre avuta bassa é alto dato che non mi é mia piaciuta molto la carne.

È come se avessi i capelli tutti displasici, al tatto sono incosistenti, sembrano appoggiati, senza forza. Da lavati hanno un aspetto secco, paglioso mentre al risveglio sono unti. Mi cadono praticamente solo capelli piccoli. A volte sembro avere più copertura mentre altre volte, inspiegabilmente sembro peggiorare di colpo. Nonostante Tutto non sono ancora in situazione critica.

1 cps al giorno di omega 3 (omegor vitality) copre il fabbisogno giornaliero?
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8468 Messaggi

Inserito il - 01 giugno 2016 : 23:50:04 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Secondo un noto dermatologo, Rushton, la ferritina bassa è all'origine del telogen effluvium. anche se non piace la carne il ferro è assumibile in quantità adeguate, occorre ad esempio consumare qualcosa che contenga vitamina c ai pasti con ferro non eme (legumi, spinaci). Inoltre il pesce contiene buone quantità di ferro e contiene pure gli omega 3.
Non mi trovo concorde - e ho citato più sopra alcuni studi - con la visione che solo gli omega 3 "marini" sono utili all'uomo. Quindi per integrare gli omega 3 ben venga l'olio di lino, le noci oltre ai prodotti ittici.
Secondo alcuni autori anche una bassa vitamina D sarebbe all'origine del CTE (chronic telogen effluvium) e vi sono case-reports di casi di CTE da eccesso di consumo di vitamina A (aneddoticamente anche casi di consumo di vegetali ad alto contenuto di beta carotene).
la vitamina A si lega a recettori nucleari condivisi dalla vit. D (detti "recettori orfani"), se sale troppo svolge un'azione antagonistica nei riguardi della vitamina D.
La diagnosi di certezza richiede la biopsia, anche se il sospetto è posto in tricoscopia, valutando la variabilità dei diametri dei capelli è che minore rispetto all'alopecia androgenetica. Se si ha il CTE i capelli se lasciati allungare non potrebbero farlo come può accadere ad esempio in una persona "normale", per via dell'anagen più breve.
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



878 Messaggi

Inserito il - 03 giugno 2016 : 17:42:24 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Il pesce non lo mangio Julien, quindi niente ferro e niente omega3 da questo alimento.
Dici che con un cucchiaio di olio di lino e qualche noce al giorno posso introdurre la giusta dose di omega3 senza ricorrere ad integratori?
I semi di lino vanno bene lo stesso o è meglio l'olio? Quest'ultimo lo avevo iniziato ma ha un sapore che non mi piace.

Julien secondo te l'effluvio cronico può portare a miniaturizzazione o comunque a capelli displasici?

Si legge sempre che nel effluvio i capelli che cadono sono ben formati ma se fai un giro su siti come alfemminile molte si lamentano di capelli piccoli. Io pure vedo capelli piccoli sia in testa sia quelli che rimangono sulle mani durante lo shampoo.
Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata