IESON - la community anticalvizie - CALVIZIE E IRSUTISMO
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

kenso
Membro Attivo


Regione: Campania
Città: napoli


264 Messaggi

vi riporto questo interessante articolo

La calvizie pur non essendo considerata una malattia vera e propria è una patologia del cuoio capelluto, che può dare luogo a problemi importanti a livello estetico e di conseguenza psicologico. Ne soffre un numero sempre maggiore di persone al punto che il 58% degli uomini ed il 25% delle donne che vivono nei paesi occidentali, dopo i 50 anni riscontrano problemi di calvizie.

Esistono due tipi di calvizie: quella androgenetica e quella così detta calvizie da invecchiamento.

La calvizie androgenetica colpisce principalmente gli uomini ed in forma minore le donne e compare già in età giovanile (sopra i 30 anni), dimostrandosi un fenomeno limitato a delle zone ben precise (sopra la testa).

La calvizie da invecchiamento colpisce dopo i 50 anni. Il fenomeno è distribuito uniformemente su tutto il cuoio capelluto.

L’irsutismo è invece quel fenomeno che riguarda la crescita dei peli corporei, che con l’avanzare dell’età aumentano di numero e di dimensione. L’irsutismo e la calvizie sono correlati da un rapporto inverso. Vi sarà capitato di notare che persone con una calvizie molto accentuata sono anche molto pelose.
Le cause della calvizie e dell’irsutismo

Le cause che portato alla calvizie ed all’irsutismo sono oramai note da tempo e sono di tipo ormonale. L’ormone incriminato si chiama diidrotestosterone (Dht), un metabolita del testosterone, che agisce in maniera negativa sui bulbi piliferi. In particolare esistono dei recettori nel bulbo pilifero che quando si legano al Dht iniziano a farlo crescere in maniera eccessiva (con un aumento del volume del 30%), causando una riduzione del sistema circolatorio e lo strozzamento del bulbo stesso. La cellula pelifera in assenza di ossigeno, incomincia a soffrire accumulando metaboliti tossici come i mediatori dell’infiammazione ed i radicali liberi. La sintomatologia è la produzione di capelli sempre più fini, l’aumento della caduta ed infine la morte della cellula che produce il capello.

Anche l’irsutismo dipende dall’azione del diidrotestosterone (Dht) sui recettori del bulbo pilifero. In questo caso stimola l’iper attività della cellula pelifera, inducendo la produzione di peli più grandi, più forti e più resistenti. Non a caso la prima peluria compare nella pubertà e nell’età di sviluppo dei bambini, quando cioè la presenza dell’ormone Igf-1 è maggiore (ricorderete la correlazione tra Igf-1 e diidrotestosterone Dht).

Il mondo scientifico sta affrontando il problema della calvizie utilizzando degli inibitori dell’enzima 5-alfa-reduttasi, proponendo integratori o pomate (da applicare localmente).

Il consumo di latte , amidi e zuccheri è la causa delle calvizie e dell'irsutismo

Nei capitoli precedenti abbiamo visto che la calvizie e l’irsutismo possono essere considerati stati patologici dei bulbi piliferi. Il responsabile di tale disequilibrio è l’enzima 5-alfa-reduttasi che trasforma il testosterone libero in Dht (diidrotestosterone), causa primaria delle calvizie.

Dovremmo domandarci per quale motivo ad un certo punto della nostra vita tale enzima inizia ad essere prodotto in maniera eccessiva. Moltissimi studi hanno verificato che l’ormone Igf-1 è il diretto promotore dell’enzima 5-alfa-reduttasi. Quindi più Igf-1 è presente nel sangue, maggiore sarà la quantità di testosterone libero che si trasformerà in Dht o diidrotestosterone.

Concludendo, maggiore sarà la quantità di Dht o diidrotestosterone, più complesso sarà il problema con la calvizie e l’irsutismo del soggetto in questione.

Come al solito la medicina ufficiale ha pensato bene di creare farmaci in grado d’inibire la funzione dell’enzima 5-alfa-reduttasi.

Ovviamente non conosceremo mai gli effetti collaterali di tale intervento chimico sul nostro corpo. Personalmente consiglio di cercare di diminuire la produzione di Gh (e quindi di Igf-1) in modo che il testosterone non sia trasformato in Dht o diidrotestosterone.

Riusciamo a raggiungere tale obiettivo non consumando carboidrati quali pasta, pane, pizza, riso, legumi e farinacei, perché questi alimenti aumentano notevolmente l’acidosi (con la produzione di acido lattico nella glicolisi), promuovendo l’attivazione del Gh. Un altro alimento da evitare è il latte e i suoi derivati freschi (latticini), i quali anche se non promuovono direttamente il Gh (percorso sopra descritto) contengono l’Igf-1 in grande quantità. Difatti il latte pur se prodotto da animali contiene un tipo di l’Igf-1 che registra effetti similari sulla salute umana.

Per confermare questa tesi, è interessante fare qualche esempio: il problema della calvizie e dell’irsutismo non riguarda assolutamente popolazioni come i neri africani (che vivono in africa), gli esquimesi o gli antichi indiani d’America (american natives). Ognuno di noi, spaziando con la memoria, ricorderà immagini di queste popolazioni con capelli folti anche in tarda età e senza un pelo sul corpo. Lo stesso, lo riscontriamo nella stragrande maggioranza di persone appartenenti ai paesi orientali (cinesi, indocinesi, giapponesi, etc.), i quali mangiano pochissimi carboidrati (a parte poco riso trattato con il metodo del lavaggio che permette di asportare parte dell’amido) ed assolutamente niente latte e latticini.

L’integrazione può essere un valido aiuto per prevenire l’irsutismo e la calvizie.

1) Si consiglia di integrare con i seguenti micronutrienti.

- La vitamina B 4 (adenina) migliora la formazione della cheratina (per la formazione di unghie e capelli) e l’attività del follicolo pilifero.

- La vitamina B 5 (acido pantotenico) è un’importante antiossidante che previene il canutismo e la calvizie.

- La vitamina B 7 (inositolo) viene usata per la cura della calvizie perchè migliora la crescita del capello.

- La N-acetil cisteina (Nac) è un aminoacido di cui sono composti i capelli e quindi la sua integrazione è consigliata in caso di calvizie.

L’integrazione può essere un valido aiuto per diminuire l’acidità che causa l’attivazione degli ormoni Gh e Igf-1 ed infine dell’enzima 5-alfa-reduttasi.

1) La diminuzione dell’acidosi tissutale.

Elenco dei nutrienti necessari: vitamina D, calcio.

Le spiegazioni sul loro effetto le trovate nel capitolo “L’acidosi tissutale e l’integrazione”.

2) Contrastando le malattie dell’intestino quali la disbiosi, la Sibo e la permeabilità intestinale, che promuovono la produzione di cortisolo e quindi delle scorie acide .

Elenco dei nutrienti necessari: vitamina B9, chiodi di garofano, origano, zenzero, cannella, pepe nero.

Le spiegazioni sul loro effetto le trovate nel capitolo “Le malattie intestinali e l’integrazione”.

3) Contrastare l’infiammazione cronica vista la diretta correlazione tra questo stato patologico e l’aumento del cortisolo.

Elenco dei nutrienti necessari: vitamina D, omega 3, potassio.

Le spiegazioni sul loro effetto le trovate nel capitolo “L’infiammazione cronica e l’integrazione”.

4) Diminuire la secrezione del cortisolo, per evitare la produzione di glucosio dalla massa magra e delle conseguenti scorie acide.

Elenco dei nutrienti necessari: cordyceps sinensis, schisandra, tribulus terrestris, ginseng, teanina, rhodiola rosea, magnonolo e onochiolo, tirosina, fosfatidilserina, melatonina, vitamina D.

thecrow
Mentor



1911 Messaggi

Inserito il - 08 luglio 2016 : 23:19:24 Invia a thecrow un Messaggio Privato Rispondi Quotando
grazie.lo trovo molto interessante e utile.
anche se io ho sempre bevuto e mangiato a tonnellate di latte e derivati amidi e zuccheri lavorati idem,pero' di capelli sono quello messo meglio dei miei fratelli,mentre il fratello che non ha mai mangiato zuccheri e li odia,idem il latte e'quello messo peggio,quindi bisogna vedere quanto ci sia di vero.
da dove hai preso l'articolo?grazie.
se corri come un fulmine,
ti schianti come un tuono...
Torna all'inizio della Pagina

kenso
Membro Attivo


Regione: Campania
Città: napoli


264 Messaggi

Inserito il - 08 luglio 2016 : 23:31:48 Invia a kenso un Messaggio Privato Rispondi Quotando
latte e derivati fanno malissimo ,e chi ha un minima sensibilita' predisposizione alla produzione del dht
i latticini nn fanno altro che aumentare la produzione del dht
quindi ragazzi non mangiate latte e derivati ,um mio amico solo cambiando l'alimentazione
ha visto recuperare la sua capigliatura senza l'utilizzo di farmaci
questo articolo è eccezionale dovrebbe essere divulgato
purtroppo dietro il problema capelli (cè il dio denaro)ed è per questo la comunita' scentifica tende sempre a produrre farmaci su farmaci lozioni su lozioni ,quando tutto puo' risolversi cambiando alimentazione .VEDETE I CINESI ,PAKISTANI sono tutti capelloni e quasi nessuno con i capelli bianchi .ve lo siete mai chiesti ?
la risposta è semplice,perchè non mangiano latte e derivati
ogni pietanza e condita solo con spezie essenziali e pesce
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31279 Messaggi

Inserito il - 08 luglio 2016 : 23:34:00 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Beh, qui per anni si è paralo di queste sostanze e altre e le si è anche provate, di certo la questione del latte e dei carbo è la solita "bufala", anche perché pure il capello cresce con l'IGF-1 e il GH. Troppe imprecisioni e "leggende", a cominciare dalle popolazioni che non avrebbero calvizie e invece ce l'hanno eccome e che non si nutrirebbero di latte e derivati e invece vivendo anche di pastorizia li usano eccome. Del resto il famigerato "China Study" diceva simili baggianate ma analizzando i cinesi, quelli che prendono latte e derivati e quelli che non li prendono, ma sui capelli non ci sono differenze, trattandosi di una questione genetica e non nutrizionale.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

kenso
Membro Attivo


Regione: Campania
Città: napoli


264 Messaggi

Inserito il - 08 luglio 2016 : 23:41:36 Invia a kenso un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marlin ha scritto:

Beh, qui per anni si è paralo di queste sostanze e altre e le si è anche provate, di certo la questione del latte e dei carbo è la solita "bufala", anche perché pure il capello cresce con l'IGF-1 e il GH. Troppe imprecisioni e "leggende", a cominciare dalle popolazioni che non avrebbero calvizie e invece ce l'hanno eccome e che non si nutrirebbero di latte e derivati e invece vivendo anche di pastorizia li usano eccome. Del resto il famigerato "China Study" diceva simili baggianate ma analizzando i cinesi, quelli che prendono latte e derivati e quelli che non li prendono, ma sui capelli non ci sono differenze, trattandosi di una questione genetica e non nutrizionale.

Ciao

MA - r l i n


mi spiace contraddirti ma in tutto cio' cè un fondamento di verita'
io penso che il miglior medico di noi stessi è L'ORGANISMO
Torna all'inizio della Pagina

thecrow
Mentor



1911 Messaggi

Inserito il - 09 luglio 2016 : 00:06:35 Invia a thecrow un Messaggio Privato Rispondi Quotando
a me piacerebbe diventare vegano ma non e'facile per uno nato in una famiglia carnivora.
poi mio padre consumava molti zuccheri ma era strapieno di capelli,i miei fratelli nulla di zuccheri,idem latte e derivati e son calvi,mio cognato odia latte e derivati e dice che ne e'cresciuto senza e ha una calvizie strana.
a parte la genetica per i casi gravi,i casi leggeri dipendono dallo stile di vita e anche dall'alimentazione secondo me,idem per la canizie.
se corri come un fulmine,
ti schianti come un tuono...
Torna all'inizio della Pagina

De Rossi
Mentor

y


Regione: Estero


4573 Messaggi

Inserito il - 09 luglio 2016 : 00:09:33 Invia a De Rossi un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Diamine, non consumando carboidrati (pasta, pane, pizza, riso, legumi e farinacei), di cosa ci si dovrebbe nutrire? Io se non mangio carboidrati almeno 1 volta al giorno sto male!

A change is as good as a rest
Torna all'inizio della Pagina

kiske202
Mentor

kiske


Regione: Lombardia
Città: varese


2657 Messaggi

Inserito il - 09 luglio 2016 : 00:46:17 Invia a kiske202 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
I carboidrati "migliori" per il ns corpo sono dati da riso (meglio se integrale) e patate...il gh purchè prodotto naturalmente fa solo bene e ciò che naturalmente lo fa aumentare sono sforzi anaerobici (meglio se a digiuno),pasti proteici,digiuno x l'appunto e l'integrazione di arginina (endovena) ne stimolano il rilascio.
Purtroppo anni fa avevo preso la brutta abitudine di bermi prima di dormire un litro di latte preso dai distributori (quello crudo non pastorizzato) e non lo scaldavo neppure...è stato un periodo dove riposavo come un ghiro e avevo i capelli in ottima salute (sarà per via dei fattori di crescita??),certo è che da buon vegetariano ho dovuto darci un taglio,ma secondo me ai capelli giovava
Torna all'inizio della Pagina

dodolandia
Membro Junior


Regione: Estero
Città: Madrid


52 Messaggi

Inserito il - 09 luglio 2016 : 12:55:48 Invia a dodolandia un Messaggio Privato Rispondi Quotando
mah dire che il "China Study diceva simili baggianate" forse é un pó azzardato, sebbene sia vero che la comunitá scientifica non ha accettato lo studio (la stessa comunitá scientifica che ci fa prendere finasteride, aspirine a mille e ci riempie di medicine senza curarci nulla tranne i sintomi...). La parte centrale dello studio era relativa al consumo di proteine animali e aumento di rischi cardiovascolari (cosa risaputa e quindi non "baggianata"), e soptrattutto era relativa al fatto che la CASEINA, proteina presente nel latte, fosse una specie di fertilizzante per certi tipi di tumore (cosa pure lei risaputa, tanto é vero che in Giappone dove bevono latte di soia hanno un incidenza molto piu bassa rispetto a noi per esempio nei tumori alla prostata e al seno).

Tutto ció senza poi citare un'ovvietá della natura, cioé che siamo l'unico mammifero che continua a bere latte dopo l'allattamento (e poi perche di bovino???perche non di topo allora??o di rinoceronte?) per il calcio, quando il calcio é contenuto in alimenti molto piu salutari come per esempio il sesamo. Detto ció, l'assunzione di proteine animali di allevamento ecologico o del pesce 3/4 volte a settimana é secondo me fondamentale, peró purtroppo non funziona cosí e ogni volta che apriamo il frigo (altra invenzione dell'uomo, che ci fa mangiare molto di piu di quello che dovremmo...) ci facciamo un panino al prosciutto, o ci mangiamo un hamburger o della coppa e alla fine abbiamo sempre carne in bocca, cosa che secondo me é una follia...

Sul fatto se sia buono o no per i capelli non lo so, anche se sappiamo che per il sebo é nocivo, quindi direi che se dovessi azzardare una conclusione sarebbe quella di eliminarlo dalla dieta.

Saluti
Torna all'inizio della Pagina

kiske202
Mentor

kiske


Regione: Lombardia
Città: varese


2657 Messaggi

Inserito il - 09 luglio 2016 : 13:29:39 Invia a kiske202 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Si si certamente se si soffre di dermatite e seborrea è fortemente sconsigliato...io non ho mai amato il latte (non lo bevevo nemmeno da bambino) e ho sempre evitato sia lui che i derivati proprio per una questione di gusti.Avrò fatto si e no giusto 2 mesi di assunzione del famoso litro serale non pastorizzato (non soffro di seborrea) e in quel perido posso garantire di aver notato i capelli i splendida salute (credo proprio per via dei fattori di crescita) e riposavo alla grande (dovrebbe promuovere il rilascio di serotonina se non erro)...sul fatto che sia un alimento da prendere una tantum non ci piove (quello dei nostri tempi poi ancor peggio)
Torna all'inizio della Pagina

thecrow
Mentor



1911 Messaggi

Inserito il - 09 luglio 2016 : 18:17:24 Invia a thecrow un Messaggio Privato Rispondi Quotando
nell'articolo dice che gli africani nati e cresciuti in africa non soffrono di calvizie,e questo?:

https://m.youtube.com/watch?v=w20vbWoL80k

oltre a diversi africani che ho visto arrivati da poco son calvi.
se corri come un fulmine,
ti schianti come un tuono...
Torna all'inizio della Pagina

dondon
Membro Senior

dondon


Regione: Abruzzo


980 Messaggi

Inserito il - 10 luglio 2016 : 11:32:16 Invia a dondon un Messaggio Privato Rispondi Quotando
io sono vegano etico da 5 anni ma anche andando incontro a "certi valori" la situazione dei capelli non cambia per niente... Anzi quando mangiavo un po di tutto i capelli stavano meglio sopratutto latte e uova mi ingrossavano i capelli, ma alla fine parliamo sempre di piccole differenze estetiche.
domenic
Torna all'inizio della Pagina

alecx
Membro Attivo



304 Messaggi

Inserito il - 10 luglio 2016 : 15:33:38 Invia a alecx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Mah secondo me se dietro é qustione genetica il resto é marginale, o meglio incide ma molto poco.
Torna all'inizio della Pagina

alecx
Membro Attivo



304 Messaggi

Inserito il - 10 luglio 2016 : 15:35:11 Invia a alecx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Dodolandia il chima study é stato smentito da tempo, anche la questione caseina non ha nessun fondamento scientifico
Torna all'inizio della Pagina

kenso
Membro Attivo


Regione: Campania
Città: napoli


264 Messaggi

Inserito il - 10 luglio 2016 : 20:13:25 Invia a kenso un Messaggio Privato Rispondi Quotando
praticamente bisogna eliminare anche i legumi e la pastaintegrale questi alimenti sono amidacei e inducono l'attività della 5ar, bisogna eliminare ogni prodotto che deriva da agricoltura/allevamento, infatti nelle popolazioni che vivono solo di caccia e di raccolta tutte le condizioni che derivano dalla 5ar (e quindi dal DHT) come calvizie seborrea acne irsutismo iperplasia prostatica sono praticamente assenti#65279;
Torna all'inizio della Pagina

alecx
Membro Attivo



304 Messaggi

Inserito il - 10 luglio 2016 : 21:38:50 Invia a alecx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
kenso ha scritto:

praticamente bisogna eliminare anche i legumi e la pastaintegrale questi alimenti sono amidacei e inducono l'attività della 5ar, bisogna eliminare ogni prodotto che deriva da agricoltura/allevamento, infatti nelle popolazioni che vivono solo di caccia e di raccolta tutte le condizioni che derivano dalla 5ar (e quindi dal DHT) come calvizie seborrea acne irsutismo iperplasia prostatica sono praticamente assenti#65279;


Questa é grossa
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31279 Messaggi

Inserito il - 10 luglio 2016 : 22:43:55 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
"The China study" diceva sì grosse baggianate, proprio ieri davano questo documentario sui cinesi e sui capelli (dal minuto 18):

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-c7b57ce3-d52c-4ac8-a86f-c5fd678b8a99.html

...dieta pro-capelli a base di maiale...(e qui le prove ci sono, le anziane coi capelli folti, lunghi e ancora tutti neri...indice comunque di salute generale).

Ciao

MA - r l i n

NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

kenso
Membro Attivo


Regione: Campania
Città: napoli


264 Messaggi

Inserito il - 11 luglio 2016 : 01:44:01 Invia a kenso un Messaggio Privato Rispondi Quotando
infatti è grosso il numero di italiani e nn solo che sonffrono di alopecia
circa il 70% è questo è un dato di fatto come la nostra alimentazione
ha ifluito in negativo .
ognuno ovviamente è libero di credere o non credere
dopo questo articolo ho deciso di sovvertire la mia alimentazione
ossia eliminando drasticamente tutti i latticini e carboidrati ad alto indice glicemico
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31279 Messaggi

Inserito il - 11 luglio 2016 : 09:44:15 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Beh, la base genetica è importante per l'80% e il restante 20% non può fare la differenza tra un agato e un non agato:

http://calvizie.net/documento.asp?args=4.1.1150

Con l'alimentazione forse puoi controllare 1 grado di alopecia se tutto il resto a livello ambientale è a posto.

Ciao

MA - r l i n

NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

dodolandia
Membro Junior


Regione: Estero
Città: Madrid


52 Messaggi

Inserito il - 12 luglio 2016 : 10:26:56 Invia a dodolandia un Messaggio Privato Rispondi Quotando
quoto Marlin sulla genetica...la cosa che non capisco invece é davvero come sia cosí deciso a difendere una dieta "carnivora"...non si vuole convincere nessuno, ci mancherebbe altro, ma insomma ci sono troppe statistiche che relazionano il consumo di prodotti animali con infarti, tumori nel tratto gastroinstinale, ipercolesterolemia e molto piu...la carne é si ricca di proteine, ma anche di grassi, tossine, antibiotici...é pur sempre un cadavere morto da giorni e di cui ci mangiamo i resti...se poi guardiamo la natura, vediamo come un elefante (erbivoro puro) vive tra i 65 e i 75 anni con un picco di 85 mi sembra e un leone (carnivoro puro) vive 15...

La cosa che mi sembre strana é appunto che una persona come Marlin, molto preparato (forse troppo a volte, e magari tende a leggere addirittura piu del dovuto, quando a volte la risposta é molto piu semplice di quello che sembra ;) ) sia cosí impegnato nel difendere la teoria che una dieta a base animale sia addirittura meglio di una a base vegetale. Anche se una persona vivesse non so, 80 anni basando la sua dieta solo su uova, latte e carne (cosa quasi di sicuro dovuta alla sua genetica), mi chiederei sempre se potesse aver vissuto 90 o 100 se avesse cambiato la dieta e avesse deciso di "aiutare" quella genetica prediletta con una spinta in piu, o meglio, senza il freno a mano ;).

Anch'io le ho lette tutte, la dieta Dunkan, la dieta a seconda del gruppo sanguigno, il metodo alimentare zona...e ho riso con quasi tutte...in ogni caso ripeto, ognuno fa quello che vuole e ci mancherebbe altro, peró nel mio caso anni fa che avevo una dieta strettamente carnivora mi si manifestava 2-3 volte a settimana il sindrome del colon irritabile, ero sempre gonfio e appesantito e stavo abbastanza peggio in generale...appena feci il cambio a una dieta meno carnivora, mi é cambiata la vita.

Saluti :)
Torna all'inizio della Pagina

maryfra
Membro Junior

reflex5


Regione: Piemonte
Città: Borgosesia


72 Messaggi

Inserito il - 12 luglio 2016 : 12:21:38 Invia a maryfra un Messaggio Privato Rispondi Quotando
quoto sull'eliminazione:

1) di tutti i derivati del latte
2) di tutti i derivati delle farine raffinate,
i bulbi non gradiscono le glicemie elevate.

Dissento fortemente sui legumi:
sono la fonte di proteine meno acidificante disponibile,
e i bulbi necessitano di proteine.
Torna all'inizio della Pagina

De Rossi
Mentor

y


Regione: Estero


4573 Messaggi

Inserito il - 12 luglio 2016 : 15:22:51 Invia a De Rossi un Messaggio Privato Rispondi Quotando
maryfra ha scritto:

quoto sull'eliminazione:

1) di tutti i derivati del latte
2) di tutti i derivati delle farine raffinate,
i bulbi non gradiscono le glicemie elevate.

Dissento fortemente sui legumi:
sono la fonte di proteine meno acidificante disponibile,
e i bulbi necessitano di proteine.


Premesso che da quando ho ripreso a mangiare la carne su consiglio del mio medico mi sento decisamente meglio. La mangio solo 1-2 volte a settimana (1 porzione di filetto alla griglia con limone) ma da sportivo se levo tutti i carboidrati sono uno straccio e non riesco a far nulla.

maryfra ha scritto:


"i bulbi non gradiscono glicemie elevate"


Ma da quanto ne so io le glicemie elevate le danno gli zuccheri semplici non quelli complessi tanto è che nella curva glicemica non si somministra certo un piatto di pasta!

A change is as good as a rest
Torna all'inizio della Pagina

Arnoldo
Membro Attivo



147 Messaggi

Inserito il - 12 luglio 2016 : 16:06:35 Invia a Arnoldo un Messaggio Privato Rispondi Quotando
dodolandia ha scritto:

quoto Marlin sulla genetica...la cosa che non capisco invece é davvero come sia cosí deciso a difendere una dieta "carnivora"...non si vuole convincere nessuno, ci mancherebbe altro, ma insomma ci sono troppe statistiche che relazionano il consumo di prodotti animali con infarti, tumori nel tratto gastroinstinale, ipercolesterolemia e molto piu...la carne é si ricca di proteine, ma anche di grassi, tossine, antibiotici...é pur sempre un cadavere morto da giorni e di cui ci mangiamo i resti...se poi guardiamo la natura, vediamo come un elefante (erbivoro puro) vive tra i 65 e i 75 anni con un picco di 85 mi sembra e un leone (carnivoro puro) vive 15...

La cosa che mi sembre strana é appunto che una persona come Marlin, molto preparato (forse troppo a volte, e magari tende a leggere addirittura piu del dovuto, quando a volte la risposta é molto piu semplice di quello che sembra ;) ) sia cosí impegnato nel difendere la teoria che una dieta a base animale sia addirittura meglio di una a base vegetale. Anche se una persona vivesse non so, 80 anni basando la sua dieta solo su uova, latte e carne (cosa quasi di sicuro dovuta alla sua genetica), mi chiederei sempre se potesse aver vissuto 90 o 100 se avesse cambiato la dieta e avesse deciso di "aiutare" quella genetica prediletta con una spinta in piu, o meglio, senza il freno a mano ;).

Anch'io le ho lette tutte, la dieta Dunkan, la dieta a seconda del gruppo sanguigno, il metodo alimentare zona...e ho riso con quasi tutte...in ogni caso ripeto, ognuno fa quello che vuole e ci mancherebbe altro, peró nel mio caso anni fa che avevo una dieta strettamente carnivora mi si manifestava 2-3 volte a settimana il sindrome del colon irritabile, ero sempre gonfio e appesantito e stavo abbastanza peggio in generale...appena feci il cambio a una dieta meno carnivora, mi é cambiata la vita.

Saluti :)



Tralasciando che lui non consiglia una dieta carnivora, semmai porta dati a favore delle longevità delle popolazioni che consumano carne e derivati del latte.

Ti faccio notare che il tuo esempio sugli animali è di una idiozia inaudita, come se volessi suggerire che un leone obbligato a mangiare erbetta possa aspirare a una vita piû lunga ( poi comunque a volersi abbassare al livello di questo esempio posso riportarti balene e delfini che non mi pare abbiano vita breve anzi...).
Torna all'inizio della Pagina

De Rossi
Mentor

y


Regione: Estero


4573 Messaggi

Inserito il - 12 luglio 2016 : 17:06:07 Invia a De Rossi un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Io applico il detto latino "in medio stat virtus". Sono stato vegetariano per 12 anni ma evidentemente, nonostante la dieta ricca di ogni genere di cibo, non mi ha garantito buoni livelli di ferro e vit.b.

All'ultima visita il medico mi ha detto: non può continuare ad alimentarsi così, non è la regola ma tra i vegetariani/vegani, queste carenze sono più evidenti. Morale: non può sperare di sostituire a vita le nobili proteine della carne e i suoi nutrienti.

Morale: ho ripreso a mangiar carne! Sigli animali non mi pronuncio, non so un erbivoro dove prenda la vit.b o il ferro considerando che in certi paesi come l'Africa le mandrie mangiano solo un po d'erba evidentemente hanno organismi diversi.

Da persona dopo non aver toccato carni per tanti anni posso dire con certezza, al di da delle mie analisi, che il senso di benessere è migliorato e non lo correlo ad un fattore psicologico anzi, essendo di base contrario alla carne dovrei star male invece sto 10 volte meglio.

Mi sento più forte e più vitale, recupero meglio la fatica e dormo meglio. Mi scuso se sono andato troppo lontano dal senso della discussione.



A change is as good as a rest
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31279 Messaggi

Inserito il - 13 luglio 2016 : 00:11:27 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Proprio perché mi informo in modo approfondito vedo che c'è molta disinformazione sull'alimentazione. Il successo dell'uomo come specie è dovuto alla caccia e quindi alla carne, la nostra specie è comunque onnivora. Non credete a tutto quello che scrivono sui media, ma anche a tutto quello che dicono prestigiose istituzioni, anche perché cambiano parere con frequenza, io ho visto vietare e poi rivalutare nel corso degli anni decine di cibi e bevande...

Comunque per i capelli non c'è cibo che vinca l'aga, a meno che non si osservi da sempre una dieta ricca di sostanze anti-dht.

Ciao

MA - r l i n

NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

De Rossi
Mentor

y


Regione: Estero


4573 Messaggi

Inserito il - 13 luglio 2016 : 00:27:53 Invia a De Rossi un Messaggio Privato Rispondi Quotando
E' un dato di fatto che la Vitamina B-12 (presente nei tessuti animali) è fondamentale per la moltiplicazione delle cellule che costituiscono il bulbo del capello.

Caso vuole che anche mio zio che mi spronò ad essere vegetariano a distanza di svariati anni gli hanno riscontrato anemia ed ha ripreso (oltre ad alcune cure) a mangiare la carne.

Io sono timoroso per quelle storie di allevamenti, farmaci etc. lette o viste in tv ma mi sono convinto che dobbiamo mangiare anche la carne, con moderazione ma mangiarla sempre.

Ricordiamoci fra le varie cose che un aspetto fondamentale ad esempio del ferro così importante per i capelli è la sua biodisponibilità. Ci sono alimenti ricchi di ferro ma si tratta di ferro "non eme" mentre il ferro cosiddetto "eme" è immediatamente disponibile per l'assorbimento.

Qui è spiegato bene:
http://www.tantasalute.it/articolo/carenza-di-ferro-cosa-mangiare-per-combattere-l-anemia/3303/



A change is as good as a rest
Torna all'inizio della Pagina

alecx
Membro Attivo



304 Messaggi

Inserito il - 13 luglio 2016 : 09:38:13 Invia a alecx un Messaggio Privato Rispondi Quotando
per chi mangia solo carne bianca(pesce) il ferro dove lo si può assumere?
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31279 Messaggi

Inserito il - 13 luglio 2016 : 09:51:22 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Il pesce è a parte, invece le carni bianche come pollo, tacchino, coniglio (e perfino le parti magre di maiale e bovini). Queste contengono ferro come le carni rosse:

http://www.dietaland.com/carni-bianche-quali-sono-valori-nutrizionali-calorie/23481/

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

maryfra
Membro Junior

reflex5


Regione: Piemonte
Città: Borgosesia


72 Messaggi

Inserito il - 13 luglio 2016 : 11:20:01 Invia a maryfra un Messaggio Privato Rispondi Quotando
maryfra ha scritto:


"i bulbi non gradiscono glicemie elevate"


De Rossi ha scritto:

"Ma da quanto ne so io le glicemie elevate le danno gli zuccheri semplici non quelli complessi tanto è che nella curva glicemica non si somministra certo un piatto di pasta!"


ERRORE comunissimo ma madornale:

il diabetico che elimina i dolci ma non la pasta
passa inevitabilmente da metformina a insulina.
In caso di diabete conclamato vanno eliminati
TUTTI i carboidrati, anche quelli complessi.

Occhi che il diabetico perde addirittura i peli corporei,
a testimonianza di quanto i bulbi non sopportino
l'eccesso di zuccheri.


Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


31279 Messaggi

Inserito il - 13 luglio 2016 : 14:24:59 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Lo sa bene Brotzu...visto che il suo preparato era nato per questo.

Tuttavia non è che i follicoli non sopportino gli zuccheri, anzi, hanno bisogno della loro energia, si tratta però di un effetto sulla circolazione e la microcircolazione a livello locale che non fa passare più nemmeno gli zuccheri semplici che darebbero energia anche ai follicoli.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

maryfra
Membro Junior

reflex5


Regione: Piemonte
Città: Borgosesia


72 Messaggi

Inserito il - 13 luglio 2016 : 15:54:43 Invia a maryfra un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marlin ha scritto:


... effetto sulla microcircolazione a livello locale...


Confermo, ma gli effetti avversi sui bulbi
iniziano molto prima della microangiopatia diabetica franca conclamata.
Torna all'inizio della Pagina

De Rossi
Mentor

y


Regione: Estero


4573 Messaggi

Inserito il - 13 luglio 2016 : 16:02:45 Invia a De Rossi un Messaggio Privato Rispondi Quotando
A parte Ferro e Vitamina B-12 le carni contengono anche molti minerali importanti:

1) FOSFORO, componente fondamentale del tessuto osseo, costituente delle membrane cellulari, degli acidi nucleici e delle molecole trasportatrici di energia

2) MAGNESIO, costituente della matrice ossea e componente di oltre 300 reazioni enzimatiche del metabolismo intermedio

3) POTASSIO, regolatore dell’equilibrio idrico, della funzionalità nervosa e della contrattilità muscolare

4) ZINCO, componente enzimatico nel metabolismo degli acidi nucleici e della vitamina A, nella sintesi delle proteine cellulari, regolatore del principale sistema tampone del sangue

5) RAME, componente enzimatico nelle reazioni di consumo dell’ossigeno molecolare, nei processi digestivi, nell’assorbimento del ferro e nella formazione di collagene ed elastina

6) CROMO, coinvolto nel metabolismo di zuccheri, grassi ed acidi nucleici

7) MANGANESE, componente enzimatico necessario alla sintesi di colesterolo ed al metabolismo proteico

Qui c'è un articolo interessante da leggere:
http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/carne-salute.html

A change is as good as a rest
Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata