IESON - la community anticalvizie - Come capire quando si tratta di effluvio cronico
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

francescob
Membro Attivo



317 Messaggi

Ciao a tutti.. Io penso di soffrire di effluvio cronico e non di Aga, ma come faccio a capirlo? è da molto che ne perdo piu del normale, soprattutto in questo periodo dell'anno. Mi cadono capelli lunghi e con bulbo, quasi mai corti.
Prendo integratori e da tempo sto provando di tutto, ma questi effluvi infiniti non sembrano finire. Penso che se riuscissi a bloccare questi effluvi cronici, se sono cronici, la densità dei capelli aumenterebbe.
Vorrei dunque capire come fare a capire se si tratta di effluvio cronico e quali sono i rimedi efficaci per affrontarlo.
Grazie a tutti

Andre9605
Membro Attivo


Regione: Emilia Romagna
Città: Italia


251 Messaggi

Inserito il - 11 luglio 2016 : 19:52:35 Invia a Andre9605 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Dovresti fare una visita da un dermatologo secondo me.

Con l'aga di solito non si perdono più capelli, ma si atrofizzano sempre di più fino a sparire.
Torna all'inizio della Pagina

mattafix
Moderatore

dike


Regione: Toscana
Città: Livorno


3384 Messaggi

Inserito il - 11 luglio 2016 : 20:23:43 Invia a mattafix un Messaggio Privato Rispondi Quotando
http://www.ieson.com/topic.asp?TOPIC_ID=65944
Mia cura:
-finasteride mylan/5 lun merc ven

NON SONO UN MEDICO, NON SONO CONSULENTE DI ALCUN CHIRURGO. I MIEI CONSIGLI PROVENGONO SOLO DA ESPERIENZE PERSONALI E NON RISPONDONO A REALTA'
Torna all'inizio della Pagina

Mattew23
Mentor

Giuseppe Simone



1127 Messaggi

Inserito il - 11 luglio 2016 : 20:56:14 Invia a Mattew23 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Io anche sono più o meno nella tua situazione. Ho aga, ma è a bada e abbastanza leggera per ora, ma perdo un sacco di capelli. Non so se sia scattato qualcosa quando ho iniziato ad avere aga, ma io ho scoperto di avere problemi ai capelli perché ho notato un'abbondante caduta a giugno del 2012, ho aspettato alcuni mesi sperando la cosa rientrasse per poi effettuare una visita a novembre 2012 da cui ho avuto la diagnosi di aga.
Tralasciando i dettagli, da allora ho quasi sempre avuto una caduta superiore alla media, con periodi di effluvio intenso (250 capelli al giorno anche) e rari periodi di caduta bassa in cui ho subito visto un importante miglioramento in termini di copertura, densità e pettinabilità.
Le analisi del sangue sono sempre state a posto, tranne che per la vitamina D che ora integro, ma la situazione comunque continua a non risolversi.
Finisce sempre bene altrimenti non è finita.


-Proscar /4

-Minox 4%
17 alfa estradiolo 0,025%
ketoconazolo 1%
progesterone 1%
idrocortisone burritato 0,08%

-Kmax copper peptides
Torna all'inizio della Pagina

francescob
Membro Attivo



317 Messaggi

Inserito il - 11 luglio 2016 : 21:49:15 Invia a francescob un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Io ho fatto analisi del sangue e non ho carenze.
Ma l'effluvio cronico è dovuto solamente a carenze? perchè se cosi fosse sarebbe da escludere. Cosa si consiglia di solito a persone in effluvio cronico?

Torna all'inizio della Pagina

De Rossi
Mentor

y


Regione: Estero


4589 Messaggi

Inserito il - 11 luglio 2016 : 22:31:14 Invia a De Rossi un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Messaggio di francescob

Ciao a tutti.. Io penso di soffrire di effluvio cronico e non di Aga, ma come faccio a capirlo? è da molto che ne perdo piu del normale, soprattutto in questo periodo dell'anno. Mi cadono capelli lunghi e con bulbo, quasi mai corti.


L'unica certezza cel'hai facendoti visitare da un medico dermatologo esperto. Nelle nostre situazioni tricologiche "io penso" non serve, ci vogliono certezze ovvero esperienza e competenza.

L'effluvio cronico si dice tale quando è continuativo da più di 3 mesi, (almeno mi pare che la definizione è questa). Può dipendere come tutti gli effluvi da varie ragioni: stress prolungati, stanchezza cronica, cattiva alimentazione, carenza di alcuni nutrienti, tiroide, malattie di varia natura, alcuni farmaci, malassorbimento e chi più ne ha più ne metta). Un medico esperto con gli opportuni esami e una visita approfondita potrà capirne esattamente le ragioni oltre che capire se si tratta di effluvio cronico.

Generalmente se l'effluvio cronico va per le lunghe può dar luogo a diradamenti anche più vistosi e ci può essere in alcuni casi anche miniaturizzazione e maggior incidenza in alcune aree dello scalpo.

Evita cure fai da te e rivolgiti a uno specialista che sia davvero esperto e che sappia tracciare una diagnosi esatta per poi agire di conseguenza.

A change is as good as a rest
Torna all'inizio della Pagina

Dr.Paolo Gigli
Medico Dermatologo

Gigli


Regione: Toscana
Città: Pescia Pt


31317 Messaggi

Inserito il - 11 luglio 2016 : 22:57:27 Invia a Dr.Paolo Gigli un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Visita da un dermstologo esperto inn capelli con dermoscopia
Saliti
Ogni Androgenetica ha la sua storia....

http://www.paologigli.it
Torna all'inizio della Pagina

JulienSorel
Mentor

wilde



8469 Messaggi

Inserito il - 19 luglio 2016 : 00:52:09 Invia a JulienSorel un Messaggio Privato Rispondi Quotando
>>Io ho fatto analisi del sangue e non ho carenze.
Ma l'effluvio cronico è dovuto solamente a carenze? perchè se cosi fosse sarebbe da escludere. Cosa si consiglia di solito a persone in effluvio cronico?

il TE è cronico se dura per definizione più di 6 mesi. Non è dovuto solo a carenze ma certamente in letteratura c'é una evidenza abbastanza vasta che valori di ferritina bassi ma normali (> 20 ma < 40 e secondo alcuni autori come Rushton anche < 70) in assenza di anemia (cioè con emoglobina e sideremia normale) siano associati a effluvio cronico nelle donne (nell'uomo ci sono meno dati, a mio modesto avviso per la pochezza di trials condotti nel sesso maschile in quanto con taglio corto-cortissimo un effluvio cronico è meno evidente). Le cause non carenziali possono essere ad esempio iper- o ipotiroidismo, celiachia, patologie reumatologiche (LES) addirittura, secondo recenti reports anche da esposizione di metalli pesanti (alluminio, piombo, per citarne alcuni).
Esiste poi una variante controversa di aerata che entra in diagnosi differenziale con il TE cronico, si tratta della alopecia aerata incognita. La valutazione spetta a un dermatologo naturalmente.
Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.
(W. Allen)
Torna all'inizio della Pagina

De Rossi
Mentor

y


Regione: Estero


4589 Messaggi

Inserito il - 19 luglio 2016 : 12:09:40 Invia a De Rossi un Messaggio Privato Rispondi Quotando
L'effluvio cronico è una patologia subdola che a volte è difficile da identificare almeno nelle prime fasi mentre altre volte viene addirittura scambiata per aga perché può avere maggiori incidenze in aree androgenetiche per cui può accadere come accaduto a me che venga scambiata per aga. Poi però vedendo che le cure non risolvono e approfondendo la storia del paziente iniziano ad uscire tante cose.

Come diceva giustamente Julien manca una vasta letteratura in campo maschile e fino ad alcuni anni fa si pensava che gli effluvi colpissero solo le donne.

Se hai dubbi recati da un dermatologo esperto in capelli, fai la dermoscopia e le varie analisi utili ad accertare carenze. Tutto ciò associato all'esperienza del medico consentirà di capire le origini e le corrette terapie per l'effluvio.



A change is as good as a rest
Torna all'inizio della Pagina

francescob
Membro Attivo



317 Messaggi

Inserito il - 20 luglio 2016 : 00:57:38 Invia a francescob un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Grazie a tutti per le risposte... farò cosi!
Sono andato da un tricologo ma in realtà non mi ha detto nulla, ne se ho aga ne effluvio cronico, ma solamente che non ho problemi, solo un pò di caduta. Mi ha fatto una visita grossolana perchè amico di famiglia. Invece il problema c'è, ed è sempre peggio. dovrò cambiare tricologo
Torna all'inizio della Pagina

De Rossi
Mentor

y


Regione: Estero


4589 Messaggi

Inserito il - 20 luglio 2016 : 11:30:26 Invia a De Rossi un Messaggio Privato Rispondi Quotando
francescob ha scritto:

Mi ha fatto una visita grossolana perchè amico di famiglia. Invece il problema c'è, ed è sempre peggio. dovrò cambiare tricologo


Io ti consiglio di andare da un dermatologo esperto in capelli che possa fare un esame chiamato Dermoscopia il quale consente di verificare i pattern, i capelli distrofici e tante altre cose non visibili a occhio nudo. Tutto ciò abbinato all'esperienza del medico e alle analisi di rito consente di tracciare una diagnosi esatta e non approssimativa del problema stabilendo se si tratta di una caduta fisiologica o patologica stabilendone le cause e le relative cure mirate al problema.

Te lo dico perché ci sono passato anch'io ed ho fatto inizialmente diverse visite molto sommarie della serie un'occhiata ai capelli e la diagnosi senza nemmeno approfondire.

Ho avuto diagnosi diverse: 1) non ha nulla, 2) ha calvizie androgenetica, 3) ha solo un effluvio, 4) ha tutti e due, 5) ha un effluvio acuto dovuto a stress, 6) ha un effluvio cronico dovuto a carenze.

Mia sorella che ha avuto anche lei parecchio diradamento negli scorsi anni ha avuto esperienze analoghe con risultati zero poi alla fine tramite un endocrinologo scoprì che la causa era la tiroide. Nel mio caso a distanza di anni abbiamo scoperto che la causa principale era una carenza di ferro protratta negli anni.

La visita dev'essere approfondita e fatta da persone esperte che con la loro esperienza unita ad esami specifici possono fare la differenza pena trascinarsi la calvizie per anni magari peggiorando senza trovare la causa o le cause (perché a volte ci sono più cause).














A change is as good as a rest
Torna all'inizio della Pagina

francescob
Membro Attivo



317 Messaggi

Inserito il - 21 luglio 2016 : 09:20:37 Invia a francescob un Messaggio Privato Rispondi Quotando
grazie mille veramente! far? cosi. Visto per? quante diagnosi diverse ti hanno fatto, ho paura che sia cosi anche con me. Nel senso che se non vado magari da uno non molto bravo e competente magari mi dice che ho qualcosa quando in realt? ? qualcos'altro. Come faccio ad essere sicuro di andare da una persona competente nella mia zona?
Oppure ovunque vada ? importante faccia la dermoscopia e quindi uno vale l'altro?Grazie
Torna all'inizio della Pagina

De Rossi
Mentor

y


Regione: Estero


4589 Messaggi

Inserito il - 21 luglio 2016 : 15:08:43 Invia a De Rossi un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ciao, ci sono molti dermatologi con esperienza e con attrezzature da laboratorio in grado di fare una buona diagnosi. Purtroppo essendo la dermatologia una branca vasta non tutti seguono in modo particolare la tricologia e non tutti sono in grado di fare una dermoscopia o altri esami specifici.

Purtroppo oggi si tende ancora a ritenere che ad esempio gli effluvi colpiscano più le donne e spesso si sottovaluta l'aspetto carenziale. Ne mio caso valori di ferritina (fondamentali) sono stati sotto i limiti per anni senza che nessuno se ne accorgesse ne tantomeno io che non avevo capito tante cose. Poi pian piano anche grazie a questo forum potrai farti una piccola cultura su questi argomenti.

Come medici mi pare che ci sia una sezione del forum "Cerca un Dermatologo" magari puoi verificare li. In alternativa se ti puoi spostare per la visita puoi recarti dal Dr. Gigli che è in Toscana.





A change is as good as a rest
Torna all'inizio della Pagina

francescob
Membro Attivo



317 Messaggi

Inserito il - 23 luglio 2016 : 13:13:40 Invia a francescob un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ok grazie mille! sempre gentilissimo.
In ogni caso io non voglio prendere farmaci tipo fina.
Io assumo naturali come olio di cocco + semi di zucca, long life hair formula, uso shampi dr. organic.
Per quanto riguarda nizoral triatop.. sono shampi aggressivi? perchè cmq se non sbaglio c'è il cortisone, che molto bene non fa.
Magari se unisco ai miei shampi ogni tanto uno di questi potrei avere benefici.
Come si consiglia di utilizzarli e in particolare quale?
Io non penso di avere aga ma forse effluvio cronico. Sono parecchi anni che perdo molti capelli, ne vedo e sento meno, ma cmq non sono in una situazione grave, ma non voglio che lo diventi. vorrei recuperare la densità che avevo.
In ogni caso dovrò fare una dermoscopia come si deve.
grazie
Torna all'inizio della Pagina

De Rossi
Mentor

y


Regione: Estero


4589 Messaggi

Inserito il - 23 luglio 2016 : 13:20:25 Invia a De Rossi un Messaggio Privato Rispondi Quotando
francescob ha scritto:


Io non penso di avere aga ma forse effluvio cronico.


Ciao Francesco, quando si discute di queste cose ragionare sul "Io penso" rischia di essere molto forviante. Androgenetiche ed Effluvi spesso si sommano e altre volte possono dar luogo a fenomeni simili come un maggior diradamento in "Aree Androgenetiche" pertanto "Io non penso di avere Aga ma "forse" solo Effluvio Cronico" è molto approssimativo ed è solo una tua deduzione personale.

Se vuoi quindi venire a capo del problema e stabilire delle terapie efficaci è importante che le valutazioni le faccia un medico esperto senza basarti sulle esperienze altrui e sul sentito dire.

Credo che questo forum rappresenti una grossa fonte di informazioni e di confronto ma alla fine le diagnosi le devono fare i medici basandosi sulla loro esperienza e sui risultati di esami ed analisi.

Da soli non siamo infatti in grado di stabilire ad occhio la % di capelli displastici, la correttezza delle fasi Anagen, Catagen e Telogen e tante altre cose.

Il mio consiglio è di farti visitare da un medico esperto in tricologia.

A change is as good as a rest
Torna all'inizio della Pagina

francescob
Membro Attivo



317 Messaggi

Inserito il - 23 luglio 2016 : 13:40:12 Invia a francescob un Messaggio Privato Rispondi Quotando
hai pienamente ragione De Rossi.. e ti ringrazio. E' quello che farò, cosi almeno sarò anche più sereno, avendo delle risposte diciamo "scientifiche"
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



880 Messaggi

Inserito il - 26 settembre 2016 : 11:34:36 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Un effluvio cronico può ridurre fortemente la densità?

Ieri stavo guardando alcune foto del 2009 e la differenza in densità è spaventosa. Si vedeva che erano tutti capelli sani, anagen 6, mentre adesso avrò una densità 3 volte inferiore. Ho i capelli veramente sottili che lasciano intravedere un diradamento uniforme anche se maggiore al vertex. Anche a toccarli sento una consistenza diversa, li trattengo a fatica tra le dita sul davanti, nel vertex non ne parliamo quasi non riesco ad afferrarli. Eppure non verso in una condizione drastica, nel senso che ad occhio non dovrei superare il 3V NW, ma mi è difficile stabilirlo in quanto il diradamento è ovunque.

I capelli al risveglio poi hanno un aspetto veramente unto (i capelli fini si sporcano di più?), sembra che non li lavo da una settimana nonostante faccio lo shampoo ogni giorno.

Anche i lati mi sembrano meno densi. Sono andato dal parrucchiere un mesetto fa e la parte sopra le orecchie sembra avere un effetto più diradato rispetto al resto dei lati.

Altra cosa, avevo già scritto questa sensazione in un altro post, ovvero di notare periodi in cui sembra andare un attimo meglio e periodi del tutto improvvisi che da un giorno all'altro mi sembra di peggiorare evidentemente.

Di sicuro l'aga c'è, (credo che alla fine il primo dermatologo avesse ragione, mi disse che nel giro di 10 anni mi sarebbero rimasti la metà dei capelli che avevo quando andai a visita a 26 anni) ma solo dopo scoprii la carenza di ferritina e mi chiedo se una carenza prolungata per parecchi anni possa davvero ridurre la densità notevolmente.

Riepilogo:

indizi aga:
1) familiarità avendo molti parenti con vari gradi di aga
2) non vedo molti capelli cadere anche se onestamente non ci faccio caso
3) Quelli che trovo (ad esempio sulle mani sono di piccole dimensioni -quale cm- anche se cmq porto capelli medio-corti
4) varie visite da dermatologi che chi a colpo sicuro chi un pò meno mi hanno diagnosticato aga senza dermoscopia.

indizi effluvio cronico:
1) Carenza di ferritina: 1° analisi a 12 ng, 2° analisi (dopo 3 mesi di ferrograd) a 25 ng, 3° analisi a 8 ng, 4° analisi (dopo 3 mesi di ferrograd) a 27 ng, 5° analisi a 52 ng dopo altri mesi di ferrograd. A parte l'ultimo valore, in questi 3 anni di controllo, sono sempre restato con valori sotto il limite minimo. Come si nota il ferrograd pian piano alzava i valori ma nel momento di fine ciclo (non potendo assumerlo in continuazione) e valori tornavano a scendere. Questi valori bassi non me li spiego anche perchè la carne la mangio 2-3 volte a settimana anche se in quantità modeste.
Altra cosa è che da piccolo/adolescente la carne ne mangiavo pochissima (rispetto adesso) eppure i capelli erano sani. Il mio dottore mi ha fatto esaminare alcune voci per controllare la celiachia ma tutto ok.

2) La prima volta che Ho controllato la vitamina D era a 5.9 ng (carenza) ma ero riuscito a portarla a buovi valori integrando con dibase.

3) Mai mangiato pesce in vita mia e quindi mi chiedo sempre se non possa avere una carenza di omega3 essendo questi acidi grassi essenziali che vanno introdotti con la dieta. Come si possono misurare? Tra l'altro ho letto che anche una loro carenza possono portare ad effluvio.

4) Notevoli quantità di stress e ansia per altri problemi ma anche il fatto di vedere peggiorare la situazione tricologica giorno dopo giorno mi ha aggiunto altro stress. Questo punto è quello che mi preoccupa di più in quanto il più difficile da risolvere.

In sostanza sulla carta, ho 3/4 problemi che potrebbero portare ad effluvio cronico.

Diciamo che la prima volta che ho iniziato a pensare di avere problemi di capelli è stato attorno ai 18 anni perchè scuotendo i capelli con le mani vedevo cadere più capelli (ed era una novità per me). Ora potrei dire che si trattasse di effluvio ma all'epoca non sapevo nulla di capelli. Per alcuni anni sono andato avanti cercando di non pensarci (anche perchè credevo non si potesse fare nulla a proposito, non che ora si possa fare molto) anche se iniziavano le prime battutine a farmi presente del problema. Intorno ai 22 anni stavo lavorando all'aperto in piena estate e un collega mi disse: stai iniziando a perdere i capelli? Da quel momento è iniziata l'ossessione, il continuo controllarsi la situazione allo specchio. Tutto sommato però la situazione la ritenevo ancora accettabile quindi sono andato avanti altri anni cercando di pensarci il meno possibile. Notavo però una cosa veramente assurda: se a capelli asciutti avevo ancora una buona densità a capelli bagnati, sotto le luci forti del bagno o alla luce naturale vedevo tutto lo scalpo come se i capelli fossero tutti piccoli, come se potessi vedere tutti i singoli capelli o piccoli gruppetti.. C'era una differenza tra densità a capelli asciutti e capelli bagnati e tocchinati con le mani incredibile. Scoppiavo in lacrime alla visione di quello scempio. Però a capelli asciutti la situazione non era cosi cosi sono andato ancora avanti pensandoci il meno possibile. Mi ricordo che pensavo che non sarei arrivato a 28 anni con i capelli. Solo a 26 anni ho deciso di fare la prima visita dermatologica. Come detto all'inizio tutti i dermatologi visti mi hanno parlato di aga. Non contento del primo verdetto ho iniziato ad informarmi (ed ho scoperto il forum) e ho letto dell'importanza della ferritina e sono andato dal mio medico di famiglia per spiegargli la situazione e mi ha fatto fare gli esami del sangue. La cosa buffa è che chiesi esplicitamente al primo dottore se potesse essere qualche carenza e quasi ridendo mi disse: magari fossero solo carenze. Eppure io la carenza l'avevo. Agli altri dermatologi feci presente la situazione della ferritina ma non mi dissero mai niente come se la cosa non fosse rilevante. Ecco perchè tutti questi dottori visti mi hanno fatto sempre cattiva impressione. Io da solo mi è bastato leggere in internet per capire quanto fosse importante la ferritina mentre gente laureata in medicina minimizzava il tutto.

Io da profano penso che il problema sia dovuto ad un mix tra aga ed effluvio cronico e visto tutto lo stress che mi sono mangiato e che tutt'ora mi mangio forse anche qualche incidenza. Non so se c'entra ma credo che lo stress mi abbia provocato anche alcuni episodi di areata (vedevo piccoli buchetti tra la barba) ma fortunatamente sono passati da soli senza far nulla. Da un paio di anni mi succede anche tipo in primavera mi vengono degli sfoghi su entrambe i gomiti che mi prudono abbastanza (si vede proprio macchie rosse con pelle che si sfalda) ma anche questi durano qualche settimana per poi sparire (almeno cosi è stato finora). Questo per dire cosa possa fare lo stress.



Torna all'inizio della Pagina

De Rossi
Mentor

y


Regione: Estero


4589 Messaggi

Inserito il - 26 settembre 2016 : 13:48:30 Invia a De Rossi un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Chiariamo una cosa fondamentale: la tricologia tende ancora molto a generalizzare perché per secoli l'effluvio è stata considerata una problematica solo femminile. All'estero dove queste tematiche hanno fatto breccia da tempo si bolla tutto (giustamente) come "diffuse hair loss" che sta a indicare una caduta non avente relazioni con un profilo androgenetico.

Cos'è quindi un effluvio? è qualcosa che non dipende dalla sensibilità agli androgeni, punto. dipende cioè da altre cause scatenanti che vanno indagate.

La mia personale idea è che come chi soffre d'ulcera o di colite o di una allergia, c'è chi soffre di effluvio. cioè manifesta nei capelli una sofferenza che può anche non avere una guarigione ma essere qualcosa di cronico anche se hai le analisi a posto. in altri casi invece gli effluvi sono solo temporanei e poi regrediscono.

A me i capelli cadono e poi ricrescono da anni senza sviluppare chieriche o stempiature, vivo periodi di maggior densità seguiti da cadute copiose poi nuovamente recuperi. oramai ci ho fatto l'abitudine per questo vedo solo due strade: 1) raso tutto e me ne frego dei capelli, 2) li faccio crescere lunghi li lego e me ne frego.



A change is as good as a rest
Torna all'inizio della Pagina

koz
Membro Senior



880 Messaggi

Inserito il - 27 settembre 2016 : 11:18:39 Invia a koz un Messaggio Privato Rispondi Quotando
De Rossi non è che mi devi fare il riassunto dell'effluvio ho letto tutto quello che si poteva leggere a riguardo.

Tu rientri nel classico effluvio dato che dici che ti cadono e ricrescono ma non sviluppi chierica o stempiatura.

Io invece stempiatura ce l'ho e anche un certo diradamento al vertex ma ho cmq forte diradamento anche nel frontale, nel mid e anche i lati hanno una sorta di diradamento (specialmente sopra le orecchie).

Per contro i capelli che trovo sulle mani durante lo shampoo sono praticamente tutti di pochi cm. Altra contro è che non mi cadono molti capelli ma questo è difficile da valutare perchè potrei perderli senza accorgermene. Dopo lo shampoo do sempre un'energica asciugata con l'asciugamano perchè se non asciugo bene i capelli formano piccoli gruppetti accentuando il diradamento ma non posso sapere quanti ne cadono. Se dovessi scuotere i capelli con le mani di sicuro alcuni cadrebbero ma non so quanti perchè cerco di evitarlo per non andare in paranoia (le poche volte che lo facevo ne perdevo una trentina... solo perchè non continuavo)

Ho diradamento cosi evidente su tutta la parte superiore che mi è difficile anche capire a che livello della scala NW sono. Io ho sempre pensato di essere ad un livello intermedio tra il 2 vertex e il 3 vertex ma ieri preso dall'angoscia dalle foto che mi sono scattato ho chiesto ad un amico di dirmi secondo lui quale figura mi rappresentasse sulla scala NW e mi ha detto tra il 4 e il 5.

Caxxo ma il 4 e il 5 non dovrebbero avere zone glabre? Io vado dal parrucchiere ogni 2 mesi! Se fossi un 4 o un 5 non ci sarebbe molto da tagliare. Detto questo il diradamento è molto evidente.. I capelli ci sono ma è sufficiente spostarli con le mani per vedere il diradamento in tutta la sua potenza, frontale, mid, vertex, tempie, ovunque. Quando mi guardo allo specchio non vedo la situazione disperata delle foto. O lo specchio inganna oppure le foto amplificano il problema, non lo so.

Aga di sicuro ce l'ho ma le carenze sono state certificate dalle analisi. Per 3 anni in cui ho tenuto monitorata la ferritina questa solo UNA volta era sopra il limite minimo di 30 ng, TUTTE le altre volte sotto il limite.
Le ultime analisi le ho fatte il 21 ottobre 2015 ed è stata l'unica volta che il valore superava il limite minimo dovuto all'integrazione di ferro.
Poi per 4 mesi ho preso subferrina che se ne parlava bene negli articoli ma ci scommetto quello che voglio che non mi ha alzato i valori.. semplicemente perchè migliora la disponibilità del ferro già presente ma nel caso di chi ha valori bassi secondo me non può alzarli. Spero di sbagliarmi.
E' passato 1 anno quindi dall'ultima integrazione con ferrograd quindi i valori possono essere scesi nuovamente a minimi storici.

Troppo cose non mi tornano riguardo gli effluvi. Solo la ferritina già dovrebbe bastare e avanzare per scatenare un effluvio. Io avevo anche carenza di vitamina D (ora invece non vorrei che ne stessi prendendo troppa con risultati opposti ma ugualmente penalizzanti).

E vogliamo parlare dello stress con cui vivo? Giusto per farti capire considero l'aga (o aga + effluvio) il mio problema numero 2 e questo dovrebbe già dire tutto. Sono praticamente insoddisfatto di tutto... ogni lavoro che ho fatto mi faceva schifo ora invece non ho lavoro. Se non lavoro ci sono i problemi economici ma se lavoro (a parte essere precario, contratti di pochi mesi) non mi frega niente di quel lavoro. In famiglia ci sono problemi economici e anche questo non mi fa star bene. Ogni volta che ho lavorato è sempre dato una grossa mano (forse anche più del dovuto). E' che mi faccio troppi problemi per gli altri.. Penso di essere troppo empatico e oltre i miei problemi mi accollo anche quelli della famiglia.

Tra problema numero 1 e problema numero 2 (perdita di capelli) la mia vita sociale ne ha risentito enormemente, mi sento inferiore, inadeguato e molte altre cose.

Questo per dire: posso essere cosi sxxxxto che nonostante le carenze di ferritina, vitamina D e omega 3 (non mangiando pesce) e il notevole stress compagno di vita che la perdita di capelli sia dovuta solo ed esclusivamente ad aga? Sarebbe davvero uno scherzo della natura se fosse cosi.
Torna all'inizio della Pagina

De Rossi
Mentor

y


Regione: Estero


4589 Messaggi

Inserito il - 27 settembre 2016 : 16:32:30 Invia a De Rossi un Messaggio Privato Rispondi Quotando
koz ha scritto:



Questo per dire: posso essere cosi sxxxxto che nonostante le carenze di ferritina, vitamina D e omega 3 (non mangiando pesce) e il notevole stress compagno di vita che la perdita di capelli sia dovuta solo ed esclusivamente ad aga? Sarebbe davvero uno scherzo della natura se fosse cosi.


Mi dispiace per quanto stai vivendo. Dal mio punto di vista gli effluvi in alcuni casi sono un po come il mal di stomaco o la colite cioè sono di origine nervosa e spesso cronica. Mia sorella ad esempio molto ansiosa non ha mai avuto problemi di capelli ma di colite da anni, mai guarita. Chi non ci dice che su alcuni soggetti gli effluvi non agiscono alla stessa maniera? cioè come una valvola di sfogo dello stress? Io ho avuto fortissimi effluvi quando ero carnivoro, prendevo il sole e non avevo nessunissima carenza questo a dire che lo stress è un elemento a volte micidiale.
A change is as good as a rest
Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2016 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata