IESON - la community anticalvizie - Pueraria Mirifica
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

Digitalone
Membro Attivo

avodart

Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Salve a tutti, su un altro forum ho letto che gli estratti di questa pianta potrebbero essere usati per contrastare l'AGA negli uomini.
Su internet ci sono pareri discordanti, ma alcune testimonianze sembrano confermare tale tesi.

Gli integratori che la contengono vengono venduti per aumentare il seno nelle donne. A determinate dosi può far crescere il seno anche negli uomini, ma ho letto che a basse dosi non ha questo effetto e allo stesso tempo può fermare la perdita dei capelli e stimolarne la ricrescita.

Volevo un vostro parere dato che qui non se n'è mai parlato. Che ne pensate?

Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


32887 Messaggi

Inserito il - 02 maggio 2017 : 10:43:42 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Si potrebbe fare qualcosa, ma non è facile da trovare da immettere in lozione e preparati commerciali già pronti a questo scopo non mi pare esistano, bisognerebbe provare con i preparati per il seno se non sporcassero troppo i capelli. Comunque stando sempre in campana per la ginecomastia.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Digitalone
Membro Attivo

avodart


Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Inserito il - 02 maggio 2017 : 11:37:50 Invia a Digitalone un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marlin ha scritto:

Si potrebbe fare qualcosa, ma non è facile da trovare da immettere in lozione e preparati commerciali già pronti a questo scopo non mi pare esistano, bisognerebbe provare con i preparati per il seno se non sporcassero troppo i capelli. Comunque stando sempre in campana per la ginecomastia.

Ciao

MA - r l i n

Già, specifici per i capelli non ce ne sono, infatti tutti gli integratori reperibili sono rivolti a una clientela femminile dedicati al benessere della donna e dell'ingrossamento del seno.
Tuttavia gli uomini che l'hanno usato hanno preso proprio questi integratori assumendone una bassa dose.
Ho visto che lo vendono su Biovea, dose consigliata: 2 capsule al giorno, 500 mg a dose, dunque 250 mg ogni capsula.
Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


32887 Messaggi

Inserito il - 02 maggio 2017 : 14:01:46 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Io eviterei le assunzioni sistemiche, anche di dosi basse, nel senso che c'è sempre qualcuno che sviluppa sides a dosaggi inferiori a quelli standard (che poi sarebbero standard per le donne...).

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Digitalone
Membro Attivo

avodart


Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Inserito il - 02 maggio 2017 : 14:42:18 Invia a Digitalone un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marlin ha scritto:

Io eviterei le assunzioni sistemiche, anche di dosi basse, nel senso che c'è sempre qualcuno che sviluppa sides a dosaggi inferiori a quelli standard (che poi sarebbero standard per le donne...).

Ciao

MA - r l i n

Capisco. Il punto è che se uno deve provare una lozione, tanto vale usare il minoxidil.
Invece per via sistemica si può provare qualche altro integratore e questo sembra essere più potente di serenoa repens, anche perché va a integrare degli estrogeni.
Ci sono testimonianze di uomini che hanno avuto ricrescita di capelli con questa sostanza, nonché di persone transgender che lo usano a dosi più alte di quelle standard per avvicinare il loro corpo a quello femminile (con ricrescita dei capelli nel caso di AGA).

Poi, certo, ci sono gli effetti collaterali. Quella è l'altra faccia della medaglia. Considerati questi, manco io lo consiglierei.

Tuttavia, chi vuole, potrebbe provarlo a basse dosi e nel caso di effetti collaterali, stopparlo.
Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


32887 Messaggi

Inserito il - 02 maggio 2017 : 18:12:38 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
E' che la ginecomastia non sempre (quasi mai) se ne va via con la sospensione della sostanza incriminata.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Digitalone
Membro Attivo

avodart


Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Inserito il - 27 maggio 2017 : 11:01:23 Invia a Digitalone un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Buongiorno. Riuppo questo thread perché ho trovato questo studio del 2015: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25600492

Non sono molto ferrato in materia, ma da quello che sono riuscito a capire, è stato somministrato del testosterone a dei ratti da laboratorio. In seguito è stata poi somministrata la pueraria mirifica.

Si è osservato che il volume della prostata è diminuito, dunque questa sostanza ha un'azione protettiva nel trattamento dell'iperplasia prostatica benigna.

Praticamente avrebbe gli stessi effetti della finasteride, giusto? L'unica differenza è la presenza dei fitoestrogeni.
Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


32887 Messaggi

Inserito il - 27 maggio 2017 : 22:41:46 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Non hanno dato solo pueraria, ma anche genisteina e daidezeina (che è precursore dell'equol...), sono sostanze che potrebbero avere funzione anti-dht (come l'equolo, anche se pare che il meccanismo sia diverso per quest'ultimo):

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Digitalone
Membro Attivo

avodart


Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Inserito il - 28 maggio 2017 : 02:01:30 Invia a Digitalone un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marlin ha scritto:

Non hanno dato solo pueraria, ma anche genisteina e daidezeina (che è precursore dell'equol...), sono sostanze che potrebbero avere funzione anti-dht (come l'equolo, anche se pare che il meccanismo sia diverso per quest'ultimo):

Ciao

MA - r l i n

Sì, ad essere più precisi gli hanno dato solo la genisteina e la daidezeina. Sono erroneamente portato a pensare che la pueraria mirifica sia una sostanza quando invece è una pianta dal quale si estraggono quelle sostanze.

Copio e incollo da qui: http://m.my-personaltrainer.it/erboristeria/pueraria-mirifica.html
Costituenti chimici:
Fitoestrogeni, fra cui ritroviamo il miroestrolo, il deossimiroestrolo e gli isoflavoni come genisteina, genistina, daidzeina, daidzina, puerarina e cumestrolo;
Fitosteroli come il beta-sitosterolo, lo stigmasterolo e il campesterolo.
Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


32887 Messaggi

Inserito il - 28 maggio 2017 : 22:19:01 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Sì certo che è una pianta la pueraria (con quel nome doppio non poteva esserci equivoco), ma va bene comunque il termine di sostanza quando la utilizzi, altrimenti bisognerebbe parlare di molecole e sostanze, ma la cosa diventa un po' pretenziosa.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Ash
Membro Senior

Ashe Corven


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: Senza Nome


700 Messaggi

Inserito il - 05 giugno 2017 : 17:55:43 Invia a Ash un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ho visto che fanno delle creme a base di questa pianta per aumentare il seno e pare funzionino. Secondo voi usare queste creme sullo scalpo potrebbero dare benefici contro l'alopecia ed evitare side?
Torna all'inizio della Pagina

Digitalone
Membro Attivo

avodart


Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Inserito il - 05 giugno 2017 : 18:45:55 Invia a Digitalone un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ash ha scritto:

Ho visto che fanno delle creme a base di questa pianta per aumentare il seno e pare funzionino. Secondo voi usare queste creme sullo scalpo potrebbero dare benefici contro l'alopecia ed evitare side?

Credo nessuno ci abbia mai provato essendo la crema troppo densa per essere spalmata in testa. Se consideriamo che c'è gente che evita il minoxidil col glicole perché unge, figurati spalmarsi una di queste creme.
Poi non saprei se parte dei fitoestrogeni possano essere comunque assorbiti dal corpo. Tieni conto che parte della finasteride usata in modo topico viene comunque assunta dal corpo.
Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.
Torna all'inizio della Pagina

Ash
Membro Senior

Ashe Corven


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: Senza Nome


700 Messaggi

Inserito il - 09 giugno 2017 : 19:08:55 Invia a Ash un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Bè, se il problema è il fatto che unge basta applicarlo la sera. Il vero problema è che non si sa quanto venga assorbito dalla cute e se arriverà mai al follicolo, senza contare poi che nelle creme per il seno ho qualche dubbio che ha gonfiare il seno sia la sola Pueraria... e applicarla in testa non ho idea se faccia bene...
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


32887 Messaggi

Inserito il - 09 giugno 2017 : 23:13:16 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Questa è la crema di Biovea:

Aqua (acqua), Oenothera Biennis (Olio di Enotera), Simmodsia Chinensis (Olio di Jojoba), Estratto di Pueraria Mirifica (Kwao Krua), Persea Gratissima (Olio di Avocado), Isopropile Miristato, Cera d’Api, Acido Stearico, Alcool Cetilico, Butyrospermum Parkii (Burro di Karitè), Fenossietanolo, Allantoina, Tocoferolo Acetato (Vitamina E), Poliacrilamide (e) C13-14 (e) Laureth-7.

Non c'è nulla che possa danneggiare i capelli o lo scalpo, anzi sarebbero tutte cose utili per i capelli (l'enotera è quella del GLA precursore di DGLA e PGE1, la cera pare essere anti-dht, ci sono cose anti-dht e il burro di karitè viene passato per un simil-cortisonico).

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Digitalone
Membro Attivo

avodart


Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Inserito il - 10 giugno 2017 : 14:11:11 Invia a Digitalone un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ash ha scritto:

Bè, se il problema è il fatto che unge basta applicarlo la sera. Il vero problema è che non si sa quanto venga assorbito dalla cute e se arriverà mai al follicolo, senza contare poi che nelle creme per il seno ho qualche dubbio che ha gonfiare il seno sia la sola Pueraria... e applicarla in testa non ho idea se faccia bene...
La pueraria mirifica continente il miroestrolo che è una molecola simile agli estrogeni. Tra i tre tipi di estrogeni (estrone, estradiolo ed estriolo), è più simile all'estriolo.
Se il miroestrolo entra in circolo, agisce sui ricettori endogeni degli estrogeni. Tra cui quelli presenti nel petto, che possono renderlo più sodo o addirittura ingrandirlo.
Dunque, se crescesse, sarebbe imputabile alla pueraria.

Credo che gli estrogeni facciano bene al cuoio capelluto e comunque tra i benefici della pueraria c'è anche quello di stimolare la crescita dei capelli.
Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.
Torna all'inizio della Pagina

Ash
Membro Senior

Ashe Corven


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: Senza Nome


700 Messaggi

Inserito il - 18 giugno 2017 : 09:00:37 Invia a Ash un Messaggio Privato Rispondi Quotando
E dite che usando queste creme a base di Pueraria Mirifica sullo scalpo facciano ingrossare il seno lo stesso?
Torna all'inizio della Pagina

Digitalone
Membro Attivo

avodart


Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Inserito il - 18 giugno 2017 : 10:04:02 Invia a Digitalone un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ash ha scritto:

E dite che usando queste creme a base di Pueraria Mirifica sullo scalpo facciano ingrossare il seno lo stesso?

Secondo me no, ma è tutto da vedere anche se il seno ingrossa con le capsule per via sistemica, d'altronde chi è davvero riuscito a farselo ingrossare ne prende alte dosi e solitamente associando altri fitoestrogeni (il fieno greco) oltre alla crema da spalmare sul petto.
Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.
Torna all'inizio della Pagina

Digitalone
Membro Attivo

avodart


Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Inserito il - 16 luglio 2017 : 10:47:34 Invia a Digitalone un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Si era detto che gli isoflavoni come la genistina e la daidzeina possono abbassare il DHT.
Eseguendo varie ricerche ho scoperto il perché. Queste sostanze oltre a imitare il funzionamento degli estrogeni, inibiscobo la sintesi di parte del colesterolo.
Sapete che il testosterone viene prodotto a partire dalla conversione del colesterolo?

Quindi, sì, la pueraria mirifica, oltre a essere estrogenica, contenendo gli isoflavoni è anche antiandrogena e abbassa il testosterone, da cui ne deriva un abbassamento del DHT.

In congiunzione con la serenoa repens, dovrebbe amplificare la riduzione del DHT.
Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


32887 Messaggi

Inserito il - 16 luglio 2017 : 22:42:17 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Tutti gli steroidi sessuali derivano dal colesterolo, ma non è che limitando il colesterolo si riesce a produrre meno T e DHT, diciamo che il colesterolo abbonda per produrre steroidi e sostanze simili e non ce ne si può privare, anche chi ha il colesterolo a posto ne ha più che a sufficienza per avere gli steroidi sessuali anche elevati.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Digitalone
Membro Attivo

avodart


Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Inserito il - 16 luglio 2017 : 23:12:29 Invia a Digitalone un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marlin ha scritto:

Tutti gli steroidi sessuali derivano dal colesterolo, ma non è che limitando il colesterolo si riesce a produrre meno T e DHT, diciamo che il colesterolo abbonda per produrre steroidi e sostanze simili e non ce ne si può privare, anche chi ha il colesterolo a posto ne ha più che a sufficienza per avere gli steroidi sessuali anche elevati.

Ciao

MA - r l i n

Grazie, questo non lo sapevo.
In ogni caso, la riduzione degli androgeni in seguito all'assunzione degli isoflavoni è stata dimostrata da diversi studi. Dunque, se non è la riduzione della sintesi del colesterolo, cosa porterebbe a questa riduzione?
Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


32887 Messaggi

Inserito il - 17 luglio 2017 : 14:37:40 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Gli isoflavoni potrebbero intervenire a vari livelli, anche nella produzione di gonadotropine (LH e FSH) magari segnalando che ad ormoni sessuali (senza specificare quali, cosa cui si prestano gli steroidi esogeni) si sta a posto.

Ciao

MA - r l i n

NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Digitalone
Membro Attivo

avodart


Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Inserito il - 26 luglio 2017 : 10:43:00 Invia a Digitalone un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marlin ha scritto:

Gli isoflavoni potrebbero intervenire a vari livelli, anche nella produzione di gonadotropine (LH e FSH) magari segnalando che ad ormoni sessuali (senza specificare quali, cosa cui si prestano gli steroidi esogeni) si sta a posto.

Facendo ulteriori ricerche, ho scoperto che gli isoflavoni aumenterebbero la produzione delle proteine SHBG che si legano al testosterone facendo in modo che non sia più convertibile. Praticamente non ridurrebbe la produzione di testosterone, ma il testosterone libero, che legandosi al SHBG non può essere più convertito in DHT.
Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


32887 Messaggi

Inserito il - 26 luglio 2017 : 16:12:10 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Sì questa è una funzione classica di vari attivi di origine vegetale, anche se il T libero esisterà sempre in qualche misura (altrimenti sai quanti sides)

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina

Digitalone
Membro Attivo

avodart


Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Inserito il - 30 luglio 2017 : 12:08:27 Invia a Digitalone un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marlin ha scritto:

Sì questa è una funzione classica di vari attivi di origine vegetale, anche se il T libero esisterà sempre in qualche misura (altrimenti sai quanti sides)

Sì, capisco, ma questa sarebbe una funzione minore della pueraria perché gli isoflavoni in essa contenuti sono in bassa quantità. Da questo punto di vista sarebbe più potente la serenoa.

Ma io credo che la pueraria nel complesso sia più potente perché oltre a una minima funzione puramente antiandrogena (data dalla genistina e dalla daidzeina), ha anche una più rilevante funzione estrogenica che si riflette su una diminuzione dell'interazione del DHT nel corpo.

Praticamente non andrebbe a diminuire fortemente la conversione del DHT, quanto piuttosto ne limiterebbe la sua interazione sulle cellule perché i fitoestrogeni in essa agiscono da antagonisti nel legarsi ai ricettori.

Questo spiegherebbe anche perchè chi assume l'estradiolo, senza assumere al contempo alcuna sostanza puramente inibitrice degli androgeni, ha un netto miglioramento dei capelli perché l'estradiolo si lega maggiormente ai follicoli piliferi lasciando meno spazio al DHT, dunque riducendone la sua azione.

Ovviamente nel caso della pueraria, non si parla di estradiolo puro, ma di fitoestrogeni. In particolare il miroestrolo è simile all'estriolo che è l'estrogeno più debole, si dice che abbia 1/80 dell'efficacia del estradiolo. In sostanza, meno effetti collaterali e meno rischio di ginecomastia, anche perché chi segue una terapia di sostituzione ormonale per farsi crescere il seno non assume la pueraria, ma l'estradiolo.
Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.
Torna all'inizio della Pagina

goldrake
Membro Senior

angrytiger

Città: Nowhere


897 Messaggi

Inserito il - 30 luglio 2017 : 12:17:44 Invia a goldrake un Messaggio Privato Rispondi Quotando
X Digitalone:
Mi puoi dire, per favore, quale prodotto a base di pueraria stai prendendo?
Io sto assumendo il Tricovis (dr. Giorgini)
Grazie in anticipo

The best things in life are free. The second best are very expensive.
Torna all'inizio della Pagina

Digitalone
Membro Attivo

avodart


Regione: Campania
Città: Napoli


197 Messaggi

Inserito il - 30 luglio 2017 : 14:53:35 Invia a Digitalone un Messaggio Privato Rispondi Quotando
goldrake ha scritto:

X Digitalone:
Mi puoi dire, per favore, quale prodotto a base di pueraria stai prendendo?
Io sto assumendo il Tricovis (dr. Giorgini)
Grazie in anticipo

Sto prendendo le capsule di Pueraria UK, acquistate da eBay. Sono 500 mg di pueraria mirifica pura in polvere bianca (non come quella di Biovea che é grigia, dunque non dovrebbe essere pura, ma mischiata con altra roba).
Ne prendo due al giorno. Per ora nessun segno di crescita del petto. Solo un leggero fastidio quando mi premo i capezzoli con le dita.
Mi ha reso la pelle molto liscia, non l'avevo mai avuta così liscia se non quando avevo 13 anni. Noto un leggero miglioramento dei capelli, ma su questo voglio aspettare qualche altro mese per dare un giudizio più completo.

Tu sei sicuro che nell'estratto di pueraria del Tricovis ci sia la pueraria mirifica? Ci sono diversi tipi di pueraria in Thailandia. La cosiddetta mirifica è quella bianca e contiene il miroestrolo.
Spesso si sente dire che non esiste una vera e propria cura per l'alopecia androgenetica. Niente di più sbagliato. La cura esiste ed è rappresentata dagli estrogeni. Gli estrogeni sono gli antiandrogeni più potenti. La finasteride e la dutasteride funzionano su un'alopecia lieve o moderata, ma su un'alopecia più avanzata e aggressiva bisogna ricorrere al ciproterone acetato, la bicalutamide o l'estradiolo.

L'alopecia androgenetica è un problema ormonale e per essere risolta bisogna intervenire sugli ormoni. Se non volete avere effetti collaterali, tenetevi la pelata.
Torna all'inizio della Pagina

goldrake
Membro Senior

angrytiger

Città: Nowhere


897 Messaggi

Inserito il - 30 luglio 2017 : 16:52:17 Invia a goldrake un Messaggio Privato Rispondi Quotando
No, il Tricovis contiene Pueraria lobata radici E.S. (titolato al 40% in isoflavoni
The best things in life are free. The second best are very expensive.
Torna all'inizio della Pagina

Airon
Membro Junior


Regione: Puglia


75 Messaggi

Inserito il - 05 agosto 2017 : 18:52:00 Invia a Airon un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marlin ha scritto:

Questa è la crema di Biovea:

Aqua (acqua), Oenothera Biennis (Olio di Enotera), Simmodsia Chinensis (Olio di Jojoba), Estratto di Pueraria Mirifica (Kwao Krua), Persea Gratissima (Olio di Avocado), Isopropile Miristato, Cera d’Api, Acido Stearico, Alcool Cetilico, Butyrospermum Parkii (Burro di Karitè), Fenossietanolo, Allantoina, Tocoferolo Acetato (Vitamina E), Poliacrilamide (e) C13-14 (e) Laureth-7.

Non c'è nulla che possa danneggiare i capelli o lo scalpo, anzi sarebbero tutte cose utili per i capelli (l'enotera è quella del GLA precursore di DGLA e PGE1, la cera pare essere anti-dht, ci sono cose anti-dht e il burro di karitè viene passato per un simil-cortisonico).

Ciao

MA - r l i n

Volendo sperimentare bisognerebbe aggiungere qualcosa per aumentare la penetrazione?
Torna all'inizio della Pagina

Marlin
Appassionato di cure alternative


Regione: Lombardia


32887 Messaggi

Inserito il - 05 agosto 2017 : 21:41:05 Invia a Marlin un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Vanno bene le solite cose, eventualmente se si riesce a usare il glicole butilenico si fa la cosa migliore, ma so di alcuni che si riescono a procurare il transcutol e va bene anche questo, ma anche senza nulla di simile si dovrebbe avere una buona penetrazione.

Ciao

MA - r l i n
NON SONO MEDICO, sono appunto "appassionato" degli argomenti del forum e partecipo alle discussioni come MODERATORE;
SONO UN AMMINISTRATORE del forum e chiedo il rispetto del suo regolamento;
SONO REDATTORE di calvizie.net e annessi (FB, Twitter...), se ci sono informazioni da pubblicare e/o tradurre segnalatemele;
PROPONGO E SEGUO lo sviluppo di prodotti specifici partendo dalle esigenze che emergono dal forum.
http://www.luoghidipensiero.it/apologetica-leo-moulin/
Fra la piazza e il fiume, di qua e di là, vi sono alberi di vita, che portano frutto dodici volte, una ogni mese, con foglie che hanno virtù medicinale per la guarigione delle genti. (Ap 22,2)
Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2017 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata