IESON - la community anticalvizie - calvizie precoce
Nome Utente
Password
Salva Password Password dimenticata?
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:

luce1971
Novizio



2 Messaggi

Buongiorno,sono una nuova iscritta ed ho bisogno dei vostri consigli.Ho notato che mio figlio di 16 anni sta avendo un diradamento di capelli,questo mi crea ansia,lui ancora non ci ha fatto caso ed io non vorrei farglielo notare,perchè è già un ragazzo chiuso,timido,che non riesce a fare amicizia,ho paura che con questo problema la situazione peggiori ulteriormente.Cosa mi consigliate di fare?Vorrei portarlo a visita da un dermatologo,fare analisi ecc,ma come tenergli nascosto il motivo?Aiutatemi vi prego!!!!

Turop88
Membro Senior

charlie


Regione: Umbria


956 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2017 : 10:59:57 Invia a Turop88 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ma non sarà che suo figlio è chiuso, timido e non riesce a fare amicizia, perché è sua madre ad essere troppo ansiosa?
La prego di non fraintendere, il mio non è sarcasmo e non ho assolutamente intenzione di offenderla. Vorrei davvero che lei riflettesse su questo.
Ne ho viste a bizzeffe di queste situazioni.

Vorrei che riflettesse sul fatto che è lei, e non suo figlio, ad essersi iscritta su questo forum ed è lei che ha scritto "questo mi crea ansia".

Per carità, eh...è chiaro che ogni genitore si preoccupa per i suoi figli...ma se non è niente di veramente grave, non mettiamo ansia agli altri se questi non danno segno di preoccupazione. Se mai dovesse cominciare a preoccuparsi dei suoi capelli allora lo aiuti e lo porti a farsi visitare da un dermatologo, ma non gli metta ansie che ancora non ha.

Mi viene in mente, per fare un esempio, come mia mamma si comportava quando magari cadevo dalla bicicletta e mi sbucciavo un ginocchio: lei prima di tutto sorrideva e la prendeva sul ridere. Sdrammatizzava subito e io il dolore della sbucciatura neanche lo sentivo. Andavamo in casa, un pochino di acqua ossigenata, un cerotto e poi tornavo subito fuori sulla bicicletta.

E per i capelli, questo l'ho capito poi col passare del tempo, fece la stessa cosa. Anche lei se ne era accorta che mi stavo diradando, ma non mi ha detto nulla e ha fatto finta di niente fin quando non glie ne ho parlato io.
Torna all'inizio della Pagina

Marco9272
Membro Attivo


Regione: Marche
Città: Pesaro


171 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2017 : 11:14:35 Invia a Marco9272 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Invece di far finta di nulla potrebbe parlargliene, senza farne un dramma, con calma e tranquillità, magari portandolo da un dermatologo per un controllo, anche perché potrebbe essere indice di altre patologie (non solo androgenetica).
Non è ignorando o nascondendo le cose che si affrontano, comprese quelle meno gravi come questa.
Torna all'inizio della Pagina

Turop88
Membro Senior

charlie


Regione: Umbria


956 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2017 : 11:45:49 Invia a Turop88 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marco, credo tu non abbia capito il senso del mio discorso.
Non si tratta né di ignorare né di nascondere.

Io parlo di non instillare ansie e paure ad altre persone se queste non se ne fanno per prime.
Torna all'inizio della Pagina

Marco9272
Membro Attivo


Regione: Marche
Città: Pesaro


171 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2017 : 11:55:57 Invia a Marco9272 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Certo che ho capito, ma in questo caso non lo trovo un consiglio azzeccato in primis perché tale diradamento potrebbe dipendere da altri fattori non esclusivamente dalla genetica. Ciao.
Torna all'inizio della Pagina

kiske202
Mentor

kiske


Regione: Lombardia
Città: varese


3140 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2017 : 15:22:18 Invia a kiske202 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Avete casi di aga in famiglia (se si ricordano i bisnonni oltre ai nonni è meglio)?Se no è un punto a favore di un possibile effluvio dovuto magari a stress/carenze anche se non scongiura al 100% una possibile androgenetica...se non si vuole toccare il tasto capelli si può andare per esclusione facendo un analisi del sangue di "rito" includendo valori specifici per evidenziare eventuali carenze che favorirebbero un effluvio (fe/cu/zn/mg/ferritina/folati/b12/vit D) e in caso fosse tutto a posto recarsi da un derma esperto in tricologia per tutt'altro motivo tipo un controllo dei nevi che ad oggi è sempre meglio fare ogni tanto...se invece vi sono casi di aga in famiglia magari precoce io andrei diretto al dunque ad es "mi sembra che la qualità dei tuoi capelli stia cambiando e dato che papà/nonno etc hanno perso i capelli in giovane età se sei d'accordo vorrei andare da uno specialista per una diagnosi...ai tempi non si poteva nulla,oggi ci sono delle possibilità e bla bla bla (bla bla bla sta per acume di mamma conoscitrice del proprio pargolo ...magari tutte le mamme si preoccupassero così per i loro figli...lodevole)
Torna all'inizio della Pagina

Obrero79
Membro Senior



626 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2017 : 15:47:39 Invia a Obrero79 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Messaggio di luce1971

Buongiorno,sono una nuova iscritta ed ho bisogno dei vostri consigli.Ho notato che mio figlio di 16 anni sta avendo un diradamento di capelli,questo mi crea ansia,lui ancora non ci ha fatto caso ed io non vorrei farglielo notare,perchè è già un ragazzo chiuso,timido,che non riesce a fare amicizia,ho paura che con questo problema la situazione peggiori ulteriormente.Cosa mi consigliate di fare?Vorrei portarlo a visita da un dermatologo,fare analisi ecc,ma come tenergli nascosto il motivo?Aiutatemi vi prego!!!!

Eccoli la, i genitori! Sempre pronti a traumatizzare ulteriormente i figli con le proprie ansie!
Si faccia da parte, il problema deve essere prima dei figli, poi dei genitori! Mai viceversa!
Torna all'inizio della Pagina

Marco9272
Membro Attivo


Regione: Marche
Città: Pesaro


171 Messaggi

Inserito il - 09 maggio 2017 : 15:51:44 Invia a Marco9272 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ragazzi forse voi non considerate il fatto che potrebbero esserci altre cause sotto, a volte un diradamento non è prettamente un problema estetico, specialmente in così giovane età, da indagare senza ansie.. Concordo con kiske ovviamente.
Torna all'inizio della Pagina

Turop88
Membro Senior

charlie


Regione: Umbria


956 Messaggi

Inserito il - 10 maggio 2017 : 10:13:41 Invia a Turop88 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Obrero79 ha scritto:

Messaggio di luce1971

Buongiorno,sono una nuova iscritta ed ho bisogno dei vostri consigli.Ho notato che mio figlio di 16 anni sta avendo un diradamento di capelli,questo mi crea ansia,lui ancora non ci ha fatto caso ed io non vorrei farglielo notare,perchè è già un ragazzo chiuso,timido,che non riesce a fare amicizia,ho paura che con questo problema la situazione peggiori ulteriormente.Cosa mi consigliate di fare?Vorrei portarlo a visita da un dermatologo,fare analisi ecc,ma come tenergli nascosto il motivo?Aiutatemi vi prego!!!!

Eccoli la, i genitori! Sempre pronti a traumatizzare ulteriormente i figli con le proprie ansie!
Si faccia da parte, il problema deve essere prima dei figli, poi dei genitori! Mai viceversa!


Il bello é che l'esordio é proprio: "mio figlio é insicuro, non riesce a fare amicizie...".
Mah...vabbeh...

Kiske, Marco...é chiaro che sono d'accordo con voi: la calvizie va presa sul nascere e, come dice Marco, chissá che invece non sia il sintomo di qualche carenza o altro...
Tutto quello che dite é giustissimo al 1000%, ma quello che secondo me non si sta capendo é che esistono due problemi distinti:
_il ragazzo ha una possibile calvizie
_il ragazzo ha una madre che ancora lo imbocca e che non gl ha ancora permesso di "sbagliare" con le sue gambe

Il primo (possibile) problema non é quello piú grave.

Peró, ragazzi...boh...non so come spiegarvelo...devo tornare a ripetermi: suo figlio é insicuro tanto da, addirittura, aver problemi a fare amicizie. Sua madre si é iscritta a questo forum chiedendo, al suo posto (!) informazioni su una possibile (!) calvizie.

Ma a voi per farvi imparare ad andare in bicicletta le rotelle non ve le toglievano ad un certo punto?

É chiaro che da genitore mi preoccupo che mio figlio non si sbucci le ginocchia, ma mi preoccupo prima di tutto che impari da solo a non sbucciarsele, altrimenti, quando non ci saró piú io, chi é che baderá a lui?

Scrivo questo cosciente del fatto che adesso mi arriverá una valanga di post che mi danno contro. Ragazzi...nessuno di voi lavora o ha mai lavorato al pubblico, vero? Non ve ne state proprio rendendo conto di quello che sta accadendo di generazione in generazione, vero?

Chiedete ai vostri nonni se a 18 anni (ma giá a 16) venivano ancora considerati ragazzini o se venivano considerati giá pienamente adulti.
Rendiamocene conto che al giorno d'oggi a 40 anni siamo ancora attaccati alla nenna della mamma.
Torna all'inizio della Pagina

Marco9272
Membro Attivo


Regione: Marche
Città: Pesaro


171 Messaggi

Inserito il - 10 maggio 2017 : 11:45:46 Invia a Marco9272 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Sono d'accordo ma poco inerente a questo contesto,sembra che tu non legga. IL diradamento può essere causato da anemia, carenze importanti , patologie tiroidee (si può succedere anche in questa età) e per altri mille motivi. È dovere di madre indagare. Da genitori si può essere meno apprensivi in altri frangenti, esclusa la salute. Ciao
Torna all'inizio della Pagina

Turop88
Membro Senior

charlie


Regione: Umbria


956 Messaggi

Inserito il - 10 maggio 2017 : 15:05:53 Invia a Turop88 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Marco9272 ha scritto:

Sono d'accordo ma poco inerente a questo contesto,sembra che tu non legga. IL diradamento può essere causato da anemia, carenze importanti , patologie tiroidee (si può succedere anche in questa età) e per altri mille motivi. È dovere di madre indagare. Da genitori si può essere meno apprensivi in altri frangenti, esclusa la salute. Ciao


Non posso che esser di nuovo d'accordo con te.

Il punto è che la signora si è iscritta e ha postato la domanda non per paura di eventuali problemi di salute, ma per il diradamento in sè per sè. Si è iscritta per la paura che il figlio potesse diventare ancora più chiuso, timido e insicuro.

Non so se mi spiego. Concentratevi su questo, perchè secondo me è fondamentale.

_Il figlio è timido, chiuso, insicuro, fa fatica a fare amicizie.
_Lei si iscrive ad un forum per avere informazioni sulla calvizie perchè questo LE crea ansia. Crea ansia A LEI. A lei crea ansia il fatto che il figlio possa soffrire di calvizie (e sottolineo calvizie, senza dover finire a pensare ad eventuali problemi di salute che, ovviamente, preoccuperebbero qualsiasi genitore).

Ragazzi...focalizzate un momento.

Finchè si parla di cose serie, come quelle di cui avete parlato voi, è chiaro che la apprensione è più che legittima.
Ma quando si parla di cose "minori", è giusto che ognuno sviluppi da sé le proprie difese. La calvizie non è una passeggiata psicologicamente parlando, specialmente se subita in giovane età e questo qua dentro lo sappiamo tutti, ma non è certamente mortale o così catastrofica da pregiudicare tutto il resto.

Ci sono esperienze nella vita che segnano. Non è una passeggiata affrontarle, ma le si supera e ci fortificano, ci insegnano. Ne traiamo sempre e comunque qualcosa.

Facciamo l'esempio di una delusione amorosa. Le delusioni amorose possono essere tremende. Non è detto che ci si passa tutti e non tutti ci passiamo allo stesso modo, ma possono essere tremende.
Eppure non penso che da genitore andrei nel panico non appena mio figlio o mia figlia si trovano i primi fidanzatini o fidanzatine per paura che FORSE un giorno potrebbero ricavarne una forte delusione.

Se il problema era davvero quello di preoccuparsi anche e soprattutto (e giustamente) per eventuali problemi di salute, la signora prima di essersi iscritta ad un forum che parla di calvizie pura e semplice si era rivolta al medico di famiglia per richiedere eventuali esami ed analisi da fare. POI cominci a preoccuparti della calvizie pura e semplice.

Questo è come la vedo io.
Torna all'inizio della Pagina

kiske202
Mentor

kiske


Regione: Lombardia
Città: varese


3140 Messaggi

Inserito il - 10 maggio 2017 : 15:12:12 Invia a kiske202 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Siamo fuori tema ma accomunare la timidezza con l'avere dei problemi è rischioso e alquanto azzardato...magari semplicemente è un adolescente che non ama accomunarsi alla massa di ehmm non posso dirlo che si vedono in giro e quindi alla marmaglia preferisce la solitudine o la sporadica frequentazione di qualche "eletto"...

"La timidezza, fonte inesauribile di disgrazie nella vita pratica,è la causa diretta,anzi unica,di ogni ricchezza interiore"
Emile Michel Cioran
Torna all'inizio della Pagina

Marco9272
Membro Attivo


Regione: Marche
Città: Pesaro


171 Messaggi

Inserito il - 10 maggio 2017 : 16:28:50 Invia a Marco9272 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Concordo con kiske. Cmq non è detta che la signora sapeva che una caduta di capelli possa essere causata da altro. Anche se fosse androgenetica (strano a 16 anni).... perché una mamma non può preoccuparsi per il figlio? Non ha mica 30 anni ! È cmq da lodare che si sia interessata tanto. Non è per questa cosa che tuo figlio poi non sarà pronto ad "affrontare il mondo"
Torna all'inizio della Pagina

luce1971
Novizio



2 Messaggi

Inserito il - 11 maggio 2017 : 09:32:15 Invia a luce1971 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ma secondo me voi non siete genitori ,io mi sono iscritta ,perchè come vi ho anticipato,mio figlio non sa ancora di avere questo possibile"problema".Il fatto che lui sia timido e introverso,è una constatazione di fatto,anche a scuola i prof si lamentano della sua esclusione dai gruppi ,e non ho detto che lui faccia male a fare una cernita di chi vuole o non vuole conoscere,ma il fatto sussiste e non mi dite che questo problema,seppur stupido,non mortale,e chi più ne ha più ne metta,psicologicamente all'inizio potrà sembrare insormontabile,dopodichè piano piano si accetterà non ci sono dubbi,ma a 16 anni,si è nella piena adolescenza,si sa come sono i ragazzi.Scusate se mi preoccupo eh!!!comunque so che il problema potrebbe riguardare anche carenze,infatti questo è l'inizio di una discussione,avrei chiesto altre cose al riguardo.Tipo che esami poter fare nel frattempo,poi se risulteranno alterati è un conto se invece fossero nella norma logicamente gliene parlerei per poter correre ai ripari.So anche che se fosse calvizie,potremmo bene o male rallentarla con delle cure,ma non fermarla.Grazie .
Torna all'inizio della Pagina

Fenderman
Mentor



1040 Messaggi

Inserito il - 11 maggio 2017 : 11:14:17 Invia a Fenderman un Messaggio Privato Rispondi Quotando
Ciao Luce, benvenuta.
Perché non provi a chiedere al Dott.Gigli, scrivendo un post nella sezione "Ai Nuovi. Come scegliere la terapia adatta"?
Magari potresti chiedere al dottore quali esami sono più utili per un ragazzo dell'età di tuo figlio.
In quella sezione le persone talvolta postano anche un ritaglio di una foto che ritrae la parte dove pensano di avere un problema e talvolta il dottore dà delle piccole indicazioni già dalle foto. Però è solo una possibilità, sta a discrezione tua, te l'ho detto solo perché sei nuova sul forum e magari non conosci quella sezione.
Torna all'inizio della Pagina

Turop88
Membro Senior

charlie


Regione: Umbria


956 Messaggi

Inserito il - 11 maggio 2017 : 13:25:46 Invia a Turop88 un Messaggio Privato Rispondi Quotando
luce1971 ha scritto:

e non mi dite che questo problema,seppur stupido,non mortale,e chi più ne ha più ne metta,psicologicamente all'inizio potrà sembrare insormontabile,dopodichè piano piano si accetterà non ci sono dubbi,ma a 16 anni,si è nella piena adolescenza,si sa come sono i ragazzi.


Mai detto o pensato il contrario. La calvizie è psicologicamente pesante da affrontare nel primo periodo. Specialmente se si è giovani.
Non potrei di certo affermare il contrario io che ci sono passato direttamente.
Ci sono stato malissimo. Mi causò una forte depressione.

Vabbè, evidentemente continuo ad esser frainteso. Forse non sono riuscito a spiegare sufficientemente bene il punto del mio ragionamento.

Comunque, signora, un consiglio spassionato: per quanto possiamo aiutarla noi del forum, utenti esperti o dottori che siano, niente sarà più azzeccato del far visitare suo figlio da un dermatologo specializzato in tricologia (è importante questa cosa, perchè purtroppo non tutti i dermatologi sono adeguatamente preparati in materia).

A prescindere di come decida/decidiate di affrontare la cosa, eventualmente ecco un aiuto per trovarne uno:

http://www.ieson.com/topic.asp?TOPIC_ID=71046
Torna all'inizio della Pagina
 
Vai a:
IESON.com / Calvizie.net   -   La Community anticalvizie.
Copyright 2001-2017 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata